City of Dragons – Robin Hobb: continua il viaggio dei draghi e dei loro custodi con il terzo volume delle Cronache delle Giungle della Pioggia.

City of dragons

city of dragonsTITOLO: City of Dragons (La città dei draghi)

AUTRICE: Robin Hobb

EDITORE: Harper Voyager (Fanucci)

PREZZO: € 10.43 cartaceo

 

RECENSIONE:

City of Dragons (titolo italiano La citta dei draghi) è il terzo volume della tetralogia delle Cronache delle Giungle della Pioggia. Se non avete letto i precedenti volumi della serie credo sia meglio evitiate la lettura di questo articolo perché anche se cerco sempre di evitare gli spoiler, ad un certo punto diventa impossibile se si ha intenzione di spendere qualche parola sulla trama.

Questo libro inizia con Tintaglia e Icefyre, che non vedevamo da un po’. I due vengono improvvisamente attaccati da alcuni uomini che si scopre essere stati mandati dal Duca di Chalced. L’uomo infatti è terribilmente malato, ed essendo convinto che scaglie di drago, o addirittura sangue di drago, possano curarlo, ha ben deciso di procurarsi questi beni preziosi, non importa come. Ovviamente i draghi hanno la meglio, ma Tintaglia resta ferita a un’ala da una freccia che le rimane incastrata.

Nel capitolo successivo Robin Hobb mi sorprende nuovamente. Ritorna sulle scene Selden, fratello di Malta Vestrit, Elderling come la sorella, e fedele servitore di Tintaglia. Non sorprende tanto il ritorno di Selden, visto che era stato nominato da Malta nel volume precedente, è più che altro la sua situazione a scioccarmi. Selden infatti si trova incatenato, e le sue condizioni sono davvero terribili. Chiederebbe l’aiuto di Tintaglia, ma da quando sta con Icefyre non è più riuscito a comunicare con lei. Essendo un Elderling Selden ha chiare somiglianza con i draghi, il suo corpo è ricco di scaglie, quindi è facile immaginare perché è stato catturato e cosa vogliono farne di lui.

Nel frattempo a Kelsingra la situazione si evolve. I draghi, chi più chi meno, fanno dei tentativi per volare. Tra tutti Sintara sembra essere quella più frustrata nei tentativi falliti fatti finora. Ma sappiamo tutti che prima o poi – almeno nei libri – tutti gli sforzi ripagano, no?

Rapskal porta Tymara nella città di Kelsingra e be’ diciamo che qui succedono un bel po’ di cose, sia per quanto riguarda la città in sé, che grazie a Sintara sembra prendere vita, sia tra i due custodi. E sì, sono rimasta nuovamente scioccata.

Alise decide di non tornare con Leftrin a fare provviste per l’inverno né tantomeno vuole presentarsi davanti al Concilio. La motivazione è continuare a studiare la città di Kelsingra prima che gli avventori la rovinino del tutto, ma diciamo che la cosa sembra più una scusa visto che la donna non ha nessuna intenzione – almeno per il momento – di affrontare Hest, il marito omosessuale che l’ha maltrattata in ogni modo, fisicamente e psicologicamente.

Anche Malta e Reyn, protagonisti della precedente trilogia, assumono un ruolo di sempre maggior rilievo in questa nuova saga, in particolare in questo libro. Scopriremo infatti che Malta, incinta, ha dovuto affrontare diversi aborti, d’altronde siamo consapevoli che per chi vive nelle Rain Wild, ed è fortemente segnato dalle caratteristiche di queste terre, rimanere incinta, e soprattutto portare alla luce un figlio sano, è quasi impossibile.

Insomma, in City of Dragons succedono diverse cose. Sembra sempre che non accada nulla di che, ma se prendiamo nota di tutti i piccoli e grandi avvenimenti ci rendiamo conto che Robin Hobb arricchisce sempre di più le sue storie.

E devo dire che riesce sempre a sorprendermi. Non solo per quello che fa succedere, per i fatti in sé, ma proprio perché aggiunge storyline su storyline. Faccio due piccoli esempi. Nomina il Duca di Chalced dal primo libro, ma terminati i due libri precedenti mi chiedevo cosa avrebbe scritto per altri due libri. I draghi sono arrivati a Kelsingra, e ok, devono ancora crescere, la città sembra morta, ma cos’altro può succedere? Forse sono io la scema, ma non avevo minimamente pensato a questo ulteriore sviluppo con il Duca. Tanto più non immaginavo la sorte di Selden, non avevo minimamente pensato che essendo un Elderling potesse essere catturato e ridotto in schiavitù. Davo per scontato, come fa Tintaglia, che proprio perché è un Elderling le persone dovrebbero portargli rispetto. Sono sempre così ingenua!

Non so se sia perché è un libro piuttosto breve se paragonato agli altri, fatto sta che ho letteralmente divorato City of Dragons. Sono successe tante cose, tante di queste mi hanno stupita, anzi no, proprio scioccata. Sono contenta di rivedere Tintaglia e di scorgere, tra le ultime pagine, il vecchio drago dei libri precedenti, quel drago testardo che si comporta da regina. Sono contenta di vedere una Malta che continua a non arrendersi, a fare di tutto per proteggere il proprio bambino, dimostrando una forza di cui non ho mai dubitato da quando l’ha sfoggiata nella saga precedente. Sono preoccupata per Selden, ma so che Tintaglia non lo abbandonerà. E sono curiosa di vedere cosa sarà di Kelsingra, dei custodi e dei loro draghi. Non mi resta che leggere il quarto e ultimo libro della serie.

‘[…] What you’re looking for is the feeling that no matter what, being with that person is always going to be better than being without that person. Good times or bad. That having that person around makes whatever you’re going through better, or at least more tolerable.’

city of dragonscity of dragonscity of dragonscity of dragons.5

Link Amazon: La città dei draghi

Link Ibs: City of Dragons

Ti piacciono i miei contenuti? Sostienimi con un caffè!

Potrebbe interessarti anche:

Dragon Haven (vol. 2 Cronache delle Giungle della Pioggia) – Robin Hobb

Cuori in Atlantide – Stephen King

Tess dei d’Uberville – Thomas Hardy

A presto lettori,

erigibbi

©

[ATTENZIONE! Sono affiliata ad Amazon e IBS dunque cliccando sui miei link e acquistando qualunque cosa percepirò una piccola commissione che utilizzerò per comprare libri, alimentando così il blog e il canale YouTube.
Se vuoi sostenermi puoi acquistare dai link sovrastanti o attraverso questo link generico: http://amzn.to/2oDpsz8]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.