Il grande Gatsby – Francis Scott Fitzgerald: un grande classico dove emerge la contrapposizione tra ricchezza materiale e aridità dello spirito.

Il grande Gatsby

il grande gatsbyTITOLO: Il grande Gatsby

AUTORE: Francis Scott Fitzgerald

EDITORE: Feltrinelli

PREZZO: € 9.00 cartaceo

 

RECENSIONE:

Il narratore, Nick, si trasferisce a West Egg, una località di villeggiatura alla moda, e qui farà la conoscenza di Jay Gatsby, un uomo inizialmente molto misterioso su cui girano strane voci.

Nick sembra essere l’unico personaggio coi piedi per terra, razionale, e soprattutto un uomo che non perde la testa di fronte a soldi, potere e lusso sfrenato.

C’è Daisy, cugina di Nick, una donna affascinante, ma che non sono mai riuscita a sopportare. All’inizio forse cercavo almeno di comprenderla, ma più andavo avanti più vedevo solo il vuoto cosmico. Una donna interessata solo alle frivolezze della vita, ricevimenti, feste e soldi. Forse Daisy è anche altro, ma tutto quello che la parola “altro” rappresenta fa davvero fatica a uscire e prendere il sopravvento.

Tom, marito di Daisy, è forse il personaggio peggiore. Tradisce la moglie ed è così disinteressato a lei che non si fa problemi a tenere la relazione extraconiugale alla luce del sole, tanto da arrivare a presentare l’amante allo stesso Nick, come se fosse la cosa più normale del mondo. Un essere abbietto, che si rivelerà tale con sempre maggior insistenza mano a mano che la lettura procede.

E poi c’è lui, colui che dà il titolo all’intero libro: Gatsby, il grande Gatsby. Una sorta di mito, un uomo che ogni sera dà feste enormi nella sua villa, accogliendo chiunque, invitati e non. Eppure è un uomo che alle sue stesse feste non beve un goccio di alcol. Un uomo schivo e riservato. Finché lo stesso Gatsby non comincia a sfogarsi con Nick, rivelando la sua storia, i suoi segreti, il suo dolore e il suo più grande amore.

Un amore inseguito per moltissimi anni, un amore a cui Gatsby dedica tutto, comprese le feste in casa sua, compresa la villa che ha acquistato. Tutto nella speranza di rivedere la donna amata anni prima (che continua ad amare) e che ha perso. Gatsby, nonostante si sia arricchito in modi non convenzionali, sembra, assieme a Nick, uno dei personaggi migliori, probabilmente più onesto e sincero di quegli aristocratici che vanno alle sue feste ma che non si fanno vedere quando dovrebbero.

E qui, alla fine de Il grande Gatsby di Francis Scott Fitzgerald, ancora una volta appare chiara la povertà di queste persone, l’aridità del loro animo e delle relazioni sociali che instaurano, che contrasta con la ricchezza materiale da loro sfoggiata.

Ne Il grande Gatsby non si può non leggere tra le righe i riferimenti alla vita dello stesso autore: Fitzgerald come Gatsby ha conosciuto il successo, ma anche la caduta; Fitzgerald, come i ricchi del libro, beveva un po’ troppo; Zelda, la moglie dello scrittore, come Daisy, era ricca, viziata e riteneva impensabile sposare un uomo di umili origini.

Il grande Gatsby, pubblicato nel 1925, viene considerato un manifesto dell’America degli anni ’20, indicata come l’età del Jazz. Insomma, il libro rappresenta il sogno americano di un uomo che si è creato da sé. Un sogno che poi si trasforma in un incubo: una metafora perfetta se si considera la crisi di Wall Street del 1929.

Il grande Gatsby è un libro che si legge molto velocemente, sicuramente anche grazie alla sua brevità, ma c’è anche da dire che Fitzgerald non si perde in giri di parole o chissà quali descrizioni. È un libro di cui ho sentito più pareri negativi che positivi quindi ero pronta al peggio, e invece mi sono dovuta ricredere. A me Il grande Gatsby è piaciuto. Ho apprezzato particolarmente il fatto che il personaggio più emblematico e più oscuro, Gatsby, sia alla fine apparso come un semplice uomo, sincero, vero, pieno di debolezze e di illusioni basate sul passato.

Se lo avessi conosciuto avrei cercato di essergli amica, e avrei fatto compagnia a Nick quando il sipario si è chiuso sull’uomo più misterioso di West Egg.

il grande gatsbyil grande gatsbyil grande gatsbyil grande gatsby

Link Amazon: Il grande Gatsby

Link Ibs: Il grande Gatsby

Ti piacciono i miei contenuti? Sostienimi con un caffè!

Potrebbe interessarti anche:

7 – Federico Montel

L’uomo in fuga – Stephen King

Nel silenzio delle nostre parole – Simona Sparaco

A presto lettori,

erigibbi

©

[ATTENZIONE! Sono affiliata ad Amazon e IBS dunque cliccando sui miei link e acquistando qualunque cosa percepirò una piccola commissione che utilizzerò per comprare libri, alimentando così il blog e il canale YouTube.
Se vuoi sostenermi puoi acquistare dai link sovrastanti o attraverso questo link generico: http://amzn.to/2oDpsz8]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.