Uscita per l’inferno – Stephen King: pubblicato con lo pseudonimo di Richard Bachman, è un libro privo di elementi soprannaturali e fortemente realistico.

Uscita per l’inferno

uscita per l'infernoTITOLO: Uscita per l’inferno

AUTORE: Stephen King

EDITORE: Sperling & Kupfer

PREZZO: € 9.90 cartaceo; € 7.99 e-book

 

RECENSIONE:

Pubblicato nel 1981 con lo pseudonimo di Richard Bachman, Uscita per l’inferno, tradotto da Tullio Dobner (titolo originale Roadwork), è un libro di Stephen King privo di elementi soprannaturali e fortemente realistico.

Bart Dawes è un uomo normalissimo: è sposato e lavora presso una lavanderia da anni. Un po’ alla volta scopriremo però che Bart non è mai riuscito a superare il lutto e la perdita del figlio Charles, morto molto giovane a causa di un tumore cerebrale inoperabile.

Oltre a questo trauma insuperabile se ne aggiunge un altro, causato da un prolungamento di un tratto di autostrada che costringerà Bart ad abbandonare la lavanderia e la sua casa perché entrambe dovranno essere demolite.

L’uomo inizierà così a perdere un po’ alla volta il controllo, fino al 20 gennaio 1974: termine ultimo concessogli dal comune per sgomberare la casa.

In Uscita per l’inferno il protagonista deve abbandonare quello che per lui (e per qualsiasi essere umano) è intoccabile: il lavoro e (soprattutto) la casa, la sua casa, quella di una vita, quella contenente tutti i suoi ricordi, compresi quelli dei pochi anni di vita vissuti dal figlio.

Il libro può essere chiaramente inteso come una denuncia politica da parte di Stephen King e infatti questa sua opera fa paura tanto quanto un suo libro horror, solo che in Uscita per l’inferno è la realtà a farla da padrona.

Quanto spesso in nome di soldi e profitti i potenti politici calpestano la vita delle persone e quello che duramente hanno costruito in una vita di sacrifici? La risposta la sappiamo tutti, e la sa anche Stephen King che ancora una volta si serve della sua scrittura per denunciare i soprusi di un mondo malato.

La narrazione dura due mesi, inizia il 20 novembre 1973 e si conclude il 20 gennaio 1974. Ogni capitolo corrisponde a una data e King ricopre quasi tutti i giorni di questi due mesi di follia e disperazione.

Uscita per l’inferno non è uno dei migliori romanzi di Stephen King, lo dice anche lui stesso nella prefazione, ma sicuramente è un romanzo realistico e attuale, anche ora, a distanza di quasi trent’anni dalla prima pubblicazione.

Si legge molto velocemente, nonostante ci siano delle parti un po’ lente rispetto ad altre; è un libro che procede per gradi, dove il protagonista, un passo dopo l’altro, procede verso il baratro, verso la follia più acuta, annullando sé stesso in ogni modo possibile.

È un romanzo duro da digerire proprio perché è realistico e perché di storie così se ne sono già sentite, vissute da persone reali, non di pura fantasia. E fa male. Fa male sapere che chi ha più soldi e più potere di te può decidere di buttarti fuori dalla tua casa e tu non ci puoi fare nulla se non abbassare la testa e fare quello che ti viene richiesto. Bart si è ribellato, certo, ma a che scopo? È cambiato qualcosa?

Potete immaginare quale sia la risposta anche senza leggere il libro perché questa è la vita.

«Tutti i posti sono uguali se non cambi di dentro. Non c’è un posto magico dove mettersi in pace con se stessi. Se ti senti una merda, tutto quel che guardi ti sembra merda. […]»

uscita per l'infernouscita per l'infernouscita per l'inferno.5

Link Amazon: Uscita per l’inferno

Link IBS: Uscita per l’inferno

Ti piacciono i miei contenuti? Sostienimi con un caffè!

Potrebbe interessarti anche:

Danse macabre – Stephen King

L’incendiaria – Stephen King

La zona morta – Stephen King

A presto lettori,

erigibbi

©

[ATTENZIONE! Sono affiliata ad Amazon e IBS dunque cliccando sui miei link e acquistando qualunque cosa percepirò una piccola commissione che utilizzerò per comprare libri, alimentando così il blog e il canale YouTube.
Se vuoi sostenermi puoi acquistare dai link sovrastanti o attraverso questo link generico: http://amzn.to/2oDpsz8]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.