Un altro giro di clessidra – Simone D’Adamio: un romanzo fantasy, di fantascienza e di formazione dove immaginazione e realtà si alternano.

Un altro giro di clessidra

un altro giro di clessidraTITOLO: Un altro giro di clessidra

AUTORE: Simone D’Adamio

EDITORE: Scatole Parlanti

PREZZO: € 15.00 cartaceo

 

RECENSIONE:

Un altro giro di clessidra di Simone D’Adamio è un libro che intreccia generi diversi: è un romanzo fantasy e di fantascienza, ma anche un romanzo di formazione.

Sergio è un adolescente piuttosto timido e riservato che manifesta delle vere e proprie assenze: di punto in bianco Sergio ha dei sogni, vive in una realtà alternativa, e prende il nome di Samuel Cook, un Druido che cerca di risollevare le sorti della propria stirpe e soprattutto quelle della sua società, del mondo corrotto in cui vive.

Sergio vive così in una sorta di equilibrio precario, dove la sua esistenza si alterna tra vita vera e vita immaginata. Sarà una ragazza e un gruppo musicale a far chiarezza nella sua mente e nella sua vita.

In Un altro giro di clessidra ci sono diversi piani narrativi che si alternano con frequenza. Il mondo prettamente fantasy creato da Simone D’Adamio, quello in cui Sergio vive di sogni, ha del materiale interessante e del potenziale che a mio avviso non è stato sfruttato del tutto.

L’autore poteva creare un mondo fantasy molto più vasto, semplicemente spiegando e approfondendo maggiormente quello che ci viene mostrato solo in parte, rimanendo in superficie. Il mondo di Samuel Cook è così poco approfondito che all’inizio ho fatto davvero fatica a capirci qualcosa e fino alla fine ho trovato più interessante la parte realistica del libro, dove a vivere è Sergio.

E per un’amante dei fantasy questo non è normale.

Samuel, la sua storia, la sua vita, la società in cui vive, i suoi nemici, potevano portare ad avere un libro molto più complesso di così semplicemente dando delle spiegazioni in più. È un vero peccato quando c’è del materiale interessante che però non viene approfondito, è un’occasione sprecata.

Anche perché il messaggio di fondo è sicuramente interessante. Quante volte ci nascondiamo dietro a sogni ad occhi aperti convinti che lì siamo più felici e ci dimentichiamo di vivere la nostra vita vera? L’immaginazione è importante, non dico di no, anzi, senza di essa saremmo sicuramente più infelici, ma è altrettanto importante anche la vita presente, è importante viverla al meglio perché dietro l’angolo ci saranno sicuramente delle persone e delle situazioni che ci potranno rendere felici tanto quanto la nostra immaginazione e il nostro mondo alternativo.

È importante fantasticare e immaginare, ma non dobbiamo trincerarci dietro a questo, altrimenti non vivremo davvero.

Un altro giro di clessidra resta comunque un libro scritto bene e anche con un buon editing. Considerando che è l’opera di esordio di Simone D’Adamio va bene, il potenziale c’è. Io consiglio all’autore di continuare a scrivere, perché con la pratica non si può che migliorare, e non sarebbe male l’idea di approfondire questa storia, perché l’aspetto fantasy e fantascientifico del libro è sicuramente interessante.

un altro giro di clessidraun altro giro di clessidraun altro giro di clessidra.5

Link Amazon: Un altro giro di clessidra

Link IBS: Un altro giro di clessidra

Ti piacciono i miei contenuti? Sostienimi con un caffè!

Potrebbe interessarti anche:

Nevernight Mai dimenticare – Jay Kristoff

La stanza delle meraviglie – Brian Selznick

La bussola d’oro – Philip Pullman

A presto lettori,

erigibbi

©

[ATTENZIONE! Sono affiliata ad Amazon e IBS dunque cliccando sui miei link e acquistando qualunque cosa percepirò una piccola commissione che utilizzerò per comprare libri, alimentando così il blog e il canale YouTube.
Se vuoi sostenermi puoi acquistare dai link sovrastanti o attraverso questo link generico: http://amzn.to/2oDpsz8]

Ad

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.