Tre manifesti a Ebbing, Missouri: un film forte che affronta diverse tematiche importanti come lo stupro e l’omicidio, la violenza domestica e il cancro.

Tre manifesti a Ebbing, Missouri

Tre manifesti a Ebbing, Missouri (titolo originale Three Billboards Outside Ebbing, Missouri) è un film del 2017 scritto e diretto da Martin McDonagh.

Ci troviamo a Ebbing, Missouri. Mildred (interpretata da Frances McDormand) a pochi mesi dalla morte della figlia, violentata e bruciata, decide di affittare tre cartelloni pubblicitari in disuso per affiggerci tre manifesti accusatori nei confronti della polizia, in particolare allo sceriffo Willoughby (interpretato da Woody Harrelson), che ancora non è riuscita a trovare il colpevole.

I tre manifesti non vengono presi bene dalla cittadina che non mostra supporto nei confronti di Mildred, portando a un’escalation di violenza.

Il film ha ricevuto, giustamente, moltissimi candidature, vincendo anche diversi premi: premio Oscar come miglior attrice protagonista per Frances McDormand, premio Oscar come miglior attore non protagonista per Sam Rockwell, e quattro Golden Globe (miglior film drammatico, miglior attrice in un film drammatico, miglior attore non protagonista, sempre a Sam Rockwell, e miglior sceneggiatura).

In realtà ha vinto anche altri numerosi premi, ma se sto qui a nominarli tutti non finirei più.

Questo per farvi un’idea di quanto è bello questo film, peccato non abbia vinto l’Oscar come miglior film perché se lo meritava davvero e rispetto a La forma dell’acqua non c’è proprio paragone.

Tre manifesti a Ebbing, Missouri è principalmente una storia di denuncia e di dolore. Gli argomenti trattati che hanno una certa importanza sono diversi: l’inefficienza della polizia, lo stupro e l’omicidio, la violenza domestica e il cancro.

Soffermandomi un attimo sulla violenza domestica, ne approfitto per parlare di Frances McDormand che è stata un’attrice strepitosa e il personaggio di Mildred sembra essere stato costruito e pensato proprio per lei. Le interpretazioni di tutti gli attori sono state intense, ma Frances wow, probabilmente è stata la sua interpretazione a rendere questo film un gran bel film.

Mildred infatti è vittima di abusi, ma non appare mai ai nostri occhi come una vittima. È una donna forte, che sa difendersi da sola, e lo fa utilizzando le parole, che usa in modo spietato e cinico, come se fossero una vera e propria arma. È determinata, ha un look mascolino e sembra non avere paura di nulla.

Soffre, ma lo fa vedere, se e quando lo fa vedere, con dignità, con la testa alta e le spalle larghe.

Soffre perché sua figlia è stata uccisa, ma soffre anche per i suoi sensi di colpa.

Quasi tutti i personaggi sono sopra le righe, ma il film sembra realistico dall’inizio alla fine.

Un altro attore che mi è piaciuto molto è stato proprio Sam Rockwell, e non è di sicuro un caso se anche lui ha vinto un premio Oscar per la sua interpretazione in Tre manifesti a Ebbing, Missouri.

Avevo già conosciuto Rockwell per la sua interpretazione di George W. Bush nel film Vice L’uomo nell’ombra e già lì mi era piaciuto molto. Qui è stato pazzesco. Merito anche del personaggio da interpretare, Dixon, un uomo bambino che vorrebbe essere giusto e buono come il capo Willoughby, ma che non ce la fa. È violento, è sempre ubriaco, ma fa un’evoluzione. E che evoluzione.

Il messaggio di Tre manifesti a Ebbing, Missouri lo potremmo riassumere con “la violenza genera violenza”. Nulla di nuovo, è vero, ma come questo messaggio è stato portato sugli schermi è qualcosa di nuovo, grazie, e forse soprattutto, ai personaggi, a Mildred e a Dixon.

Il finale è aperto, e se all’inizio ero dispiaciuta perché avrei voluto vedere la fine, dopo pochissimo tempo ho realizzato che è meglio così perché in questo modo rimane una storia verosimile, e anche perché se ci pensiamo Tre manifesti a Ebbing, Missouri non si presenta come un film giallo o un thriller quindi è normale, e giusto, che quell’aspetto ci sia, ma che rimanga attorno alla vera storia e al vero messaggio racchiuso nel film.

Se ancora non lo avete visto recuperatelo perché è un film davvero molto bello.

tre manifesti a ebbing, missouritre manifesti a ebbing, missouritre manifesti a ebbing, missouritre manifesti a ebbing, missouritre manifesti a ebbing, missouri

Link Amazon: Tre manifesti a Ebbing, Missouri

Link IBS: Tre manifesti a Ebbing, Missouri

Ti piacciono i miei contenuti? Sostienimi con un caffè!

Potrebbe interessarti anche:

La forma dell’acqua (The Shape of Water)

Vice L’uomo nell’ombra (Vice)

Spider-Man Far From Home

A presto cinefili,

erigibbi

©

[ATTENZIONE! Sono affiliata ad Amazon e IBS, dunque cliccando sui miei link e acquistando qualunque cosa percepirò una piccola commissione che utilizzerò per comprare libri, alimentando così il blog e il canale YouTube.
Se vuoi sostenermi puoi anche acquistare da questo link generico: http://amzn.to/2oDpsz8]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.