Viscere – Marco Palumbo: in seguito a catastrofi climatiche il mondo non è come lo conosciamo, alcune terre si sono inabissate, altre sono andate distrutte.

Viscere

viscereTITOLO: Viscere

AUTORE: Marco Palumbo

EDITORE: Mazzafirra editrice

PREZZO: € 12.00 cartaceo

 

RECENSIONE:

Cancello e ricancello l’inizio di questa recensione perché mi trovo davvero in difficoltà. Mi chiedo e mi richiedo se sia io che non abbia capito il libro, se mi sia persa qualcosa per strada perché se devo essere sincera, non riesco nemmeno a fare un riassunto della trama.

Dal prologo capiamo che il mondo non è come lo conosciamo: in seguito a catastrofi climatiche la geografia è cambiata, alcune terre si sono inabissate o sono andate distrutte.

I personaggi che restano in mente sono Lucio, giovane figlio di un nobile, ritenuto pazzo da molti per i suoi scatti d’ira che non riesce a controllare, e il muto, un ragazzo della stessa età di Lucio, fatto schiavo e considerato muto da tutti, incredibilmente abile nel combattimento.

L’ambientazione ricorda l’antica Roma, quando i gladiatori combattevano nelle arene.

Trovo che Viscere sia un libro scarno: un fantasy deve avere un world building esaustivo, ci deve essere un contesto, dei personaggi ben descritti con un passato e una storia da raccontare, le regole della società e la regolamentazione di questa società deve essere chiara ed esplicita, non ci starebbero male delle descrizioni… in Viscere manca tutto questo.

L’unica cosa che non manca sono i combattimenti e le scene d’azione che tutto sommato sono descritte bene, non sono caotiche e confusionarie, non si svolgono troppo velocemente e qui trovo che Marco Palumbo se la sia cavata.

Anche lo stile va bene, certo, è sintetico, va dritto al punto, ma Viscere non è un libro scritto male. Trovo semplicemente che manchino delle informazioni, dei dettagli non solo di fondamentale importanza per la comprensione di questo mondo di fantasia, ma anche necessari per avere una buona storia tra le mani.

C’è da dire che questo piccolo volume fa pensare che sia il primo di una serie, quindi spero che nei prossimi venga dato più spazio al world building.

Il libro è arricchito da un glossario finale con termini e nomi che a volte sono utili al lettore per capire di cosa si sta parlando. Dal punto di vista di editing ci sono alcuni refusi, ma niente di grave.

Il mio consiglio è approfondire, non dare nulla per scontato, dare una storia ai personaggi, trasmettere al lettore chi sono e fornire anche qualche descrizione fisica che permetta di immaginarseli, descrivere gli ambienti, creare un world building articolato, non lasciare nulla al caso e nulla di inspiegato.

viscereviscereviscere

Link Amazon: https://amzn.to/2Oa2cUs

Forse potrebbe interessarti anche:

L’educazione – Tara Westover

Sincronia colpevole – Giada Strapparava

Il tiranno – Valerio Massimo Manfredi

A presto lettori,

erigibbi

©

[ATTENZIONE! Sono affiliata ad amazon, dunque cliccando sui miei link e acquistando qualunque cosa percepirò una commissione per un massimo del 10% che amazon mi pagherà in buoni spendibili sul suo stesso sito e che io utilizzerò per comprare libri ed alimentare il blog ed il canale YT.
Se vuoi sostenermi compra da amazon attraverso il link sovrastante oppure attraverso questo link generico: http://amzn.to/2oDpsz8]

Ad

3 Replies to “Viscere – Marco Palumbo RECENSIONE

  1. In scena Raffaele Ausiello, Adriana D Agostino, Valeria Frallicciardi, Marco Palumbo,Luciano Roffi, Peppe Romano, la stessa Ramona Tripodi e la poliedrica Letizia Vicidomini.

  2. Ciao Erigibbi,ho letto la tua recensione su Viscere,di Marco Palumbo. Concordo con le tue impressioni,anche se forse certe assenze che tu riscontri sono funzionali allo stile asciutto e alla creazione di aspettative. Per questo volevo chiederti: tu cmq ne consiglieresti la lettura? A me è piaciuto molto,soprattutto perché è originale e particolare nel suo genere,pertanto volevo sapere cosa ne pensi tu in questo senso. E un’altra cosa. Ho visto che associ con cura delle foto ai libri che recensisci,come mai la scelta floreale nel caso di Viscere?

    1. Allora, se una persona mi viene a chiedere: “Erika, mi consigli un libro fantasy?” Io non farei il titolo di Viscere. Però se una persona è interessata ai fantasy scritti da emergenti tra i titoli che potrei nominare farei anche il nome di Viscere, esponendo però quelli che per me sono delle mancanze/dei difetti.
      Per quanto riguarda la foto, non sempre mi riesce trovare qualcosa di legato al libro, Viscere è uno dei casi in cui non sono riuscita a trovare quel qualcosa purtroppo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.