Musica – Yukio Mishima: una bellissima donna che afferma di non riuscire a sentire la musica, in realtà metafora di un disturbo sessuale femminile.

Musica

musicaTITOLO: Musica

AUTORE: Yukio Mishima

EDITORE: Feltrinelli

PREZZO: € 9.00 cartaceo; € 6.99 e-book

 

RECENSIONE:

Reiko è una donna di una bellezza abbagliante che decide di rivolgersi al dottor Shiomi, psicoanalista di Tokyo. Il problema che Reiko dice di avere è il non sentire la musica. In realtà questa affermazione sembra essere metafora di un disturbo sessuale femminile: la frigidità.

Come psicoanalista ho trattato parecchi casi e credo di essere abituato a non meravigliarmi di fronte a nulla, ma più procedo in questo lavoro e più ho la sensazione che il mondo della sessualità umana è infinito e complesso. Nel mondo del sesso non c’è un’unica felicità per tutti. Vorrei che questo i lettori lo ricordassero bene.

Devo dire che ero molto incuriosita da Musica non solo perché da laureata in Psicologia questi tipi di romanzi mi affascinano sempre molto, ma anche perché una mia amica ne era rimasta molto colpita in positivo. Tuttavia devo dire che Musica non mi ha particolarmente impressionata.

Sicuramente non ho nulla da rimproverare a Mishima come narratore però spesso mi sono annoiata.

Reiko è una paziente insopportabile: non si presenta agli appuntamenti del suo psicoanalista, dice più menzogne che verità, sparisce senza lasciare tracce.

La psicoanalisi, è inutile dirlo, è un mezzo per arrivare alla verità, ma nel suo procedimento bisogna dare sia alle bugie che alla verità la stessa importanza. Perché più una persona è abituata a mentire e più non si accorge se quello che sta dicendo è vero o falso.

Per carità, nella vita vera ci sono veramente questi pazienti però mi è risultato davvero complicato sopportarla e questi suoi comportamenti, per quanto mi riguarda, sono andati ad inficiare la storia in sé perché ad un certo punto mi sembrava di assistere ad una caccia al topo, caccia che se viene tirata troppo per le lunghe poi stanca.

Mi aspettavo poi un approfondimento maggiore soprattutto sulla tematica della frigidità. Forse questo è un problema mio, essendo abituata a studiare le varie manifestazioni sintomatiche di un disturbo. Anche l’aspetto terapeutico è stato a mio avviso piuttosto generale e a tratti anche inverosimile. Dubito fortemente che tra paziente e psicoanalista possa instaurarsi una relazione come quella creatasi tra Reiko e il dottor Shiomi come dubito che un professionista si atteggi più a poliziotto che a psicoanalista.

Capisco che siamo di fronte ad un romanzo e non ad un saggio quindi questo va ad inficiare relativamente la mia valutazione. Se infatti la storia fosse riuscita a coinvolgermi maggiormente e a trasportarmi nelle vie di Tokyo e soprattutto nelle vite di alcuni suoi abitanti avrei soprasseduto su questo aspetto. Il problema per me principale è proprio questo: il libro mi ha spesso annoiata, nonostante la brevità del racconto (200 pagine).

Ci sono stati sicuramente spunti di riflessione interessanti, soprattutto sulla psicoanalisi e sul rapporto medico-paziente.

[…] il ruolo di un terapeuta è semplicemente quello di dare acqua e concime, aspettando con calma che i semi nel buio ventre della terra si aprano, a poco a poco germoglino e poi sboccino nel fiore della soluzione […]

Se vi interessano la psicologia, i disturbi sessuali, gli autori giapponesi (Yukio Mishima tra l’altro è considerato uno dei massimi scrittori nipponici), Musica potrebbe interessarvi. Si tratta comunque di una lettura gradevole che impiega poco del vostro tempo.

Il punto debole della psicoterapia è che quando il paziente perde la volontà cosciente di guarire, non si può insistere nel curarlo […]

musicamusicamusica

Link Amazon cartaceo: https://amzn.to/2V61k6i

Link Amazon e-book: https://amzn.to/2GB6yDG

Leggi anche altre Recensioni libri

Voi lo avete letto? Cosa ne pensate? Fatemi sapere!

A presto lettori,

erigibbi

©

[ATTENZIONE! Sono affiliata ad amazon, dunque cliccando sui miei link e acquistando qualunque cosa percepirò una commissione per un massimo del 10% che amazon mi pagherà in buoni spendibili sul suo stesso sito e che io utilizzerò per comprare libri ed alimentare il blog ed il canale YT.
Se vuoi sostenermi compra da amazon attraverso il link sovrastante oppure attraverso questo link generico: http://amzn.to/2oDpsz8]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.