Forse la felicità – Egidio Mariella: due amici, Alessio e Luca, che affrontano la vita in modi opposti. Un libro che fa riflettere ed emoziona.

Forse la felicità

forse la felicitàTITOLO: Forse la felicità

AUTORE: Egidio Mariella

EDITORE: Selfpublished

PREZZO: € 6.99 cartaceo

 

RECENSIONE:

In Forse la felicità di Egidio Mariella troviamo due amici, Alessio e Luca, che condividono un appartamento dai tempi dell’Università. Legati da un’amicizia molte forte e profonda i due sono caratterialmente quasi all’opposto: Alessio è cinico e arrabbiato un po’ con tutti, mentre Luca è ottimista e sognatore.

«A volte ho l’impressione che parli da sconfitto, sai? Sconfitto dalla vita, intendo. Senza assumertene la responsabilità, oltretutto. A ogni modo, qualunque cosa tu dica non mi interessa e non potrà mai cambiare ciò che penso dell’amore. Anzi, se è davvero così difficile come dici, chi ci prova ha solo un gran coraggio. Se tu non ne hai, non è colpa di nessuno. O lo trovi o te ne resti lì in un angolo a dire che una cosa è assurda solo perché tu non ci sei riuscito.»

La storia è spesso incentrata sulle convinzioni dei due amici inerenti diversi aspetti del mondo in cui vivono: il lavoro, l’amore, il futuro, la vita stessa. Ognuno cercherà di convincere l’altro e portarlo dalla propria parte, ma entrambi restano ben piantati nelle loro posizioni e convinzioni.

Devo dire che non è sempre stato facile sopportare e apprezzare il negativismo di Alessio: a volte lo comprendevo e condividevo i suoi punti di vista, mentre altre volte lo avrei preso a schiaffi perché ehi, sì, la vita può fare schifo, ma c’è sempre qualcosa per cui vale la pena fare un sorriso.

Cosa se ne ricava dal vedere tutto nero anche quando nero non lo è?

Egidio Mariella è stato molto bravo ad esprimere i pensieri di entrambi i ragazzi e il lettore si trova inesorabilmente a parteggiare più per l’uno che per l’altro, anche e soprattutto a seconda di come noi interpretiamo il mondo.

Lo stile dell’autore è chiaro e fluido e si entrerà presto in empatia con i due perché sembriamo noi, giovani di oggi, alle prese con un mondo lavorativo precario, un tema che viene toccato e ripreso più e più volte.

Forse la felicità non è un libro allegro né leggero. Nonostante ci siano anche momenti spensierati ho sempre sentito un po’ di amaro in bocca, fino alla fine, quando ho chiuso il libro in lacrime.

È un libro che offre al lettore diversi spunti di riflessione e forse spicca tra tutti la capacità (o la necessità) di apprezzare giorno dopo giorno le piccole cose della vita perché è un attimo lasciarla scivolare dalle dita.

È una storia senza confini di amicizie, amori e relazioni che possono durare per sempre, oltre la morte.

È una storia che ci insegna (o ci ricorda) che la vita è imprevedibile, che su di essa non abbiamo nessun tipo di controllo, ma forse, al di là di esperienze positive e negative, riusciremo comunque a trovare la nostra felicità.

«[…] La persona giusta è quella con cui puoi esprimere tutte le tue debolezze, senza sentire il bisogno di dimostrarti forte. Senza dimostrarle nulla, senza paura di sbagliare.»

forse la felicitàforse la felicitàforse la felicitàforse la felicità

Link Amazon: https://amzn.to/2OgaFsm

Voi lo avete letto? Cosa ne pensate? Fatemi sapere!

A presto lettori,

erigibbi

©

[ATTENZIONE! Sono affiliata ad amazon, dunque cliccando sui miei link e acquistando qualunque cosa percepirò una commissione per un massimo del 10% che amazon mi pagherà in buoni spendibili sul suo stesso sito e che io utilizzerò per comprare libri ed alimentare il blog ed il canale YT.
Se vuoi sostenermi compra da amazon attraverso il link sovrastante oppure attraverso questo link generico: http://amzn.to/2oDpsz8]

#ad

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.