Una ragazza inglese – Beatrice Mariani: la storia d’amore travagliata tra Jane, quasi ventenne, ed Edoardo, cupo quarantenne con problemi finanziari.

Una ragazza inglese

una ragazza ingleseTITOLO: Una ragazza inglese

AUTORE: Beatrice Mariani

EDITORE: Sperling & Kupfer

PREZZO: € 16.90 cartaceo; € 9.99 e-book

 

RECENSIONE:

Conosceremo Jane per poche pagine quando ha 11 anni e subito ci affezioneremo a lei: al suo aspetto da bambina di almeno due anni più giovane, al suo essere timida, riservata e lettrice appassionata.

Poi leggeremo e scopriremo man mano una Jane cresciuta, quasi ventenne; rimasta orfana di entrambi i genitori, Jane, italiana da parte di padre e inglese da parte di madre, andrà a Roma per lavorare come baby-sitter per pagarsi gli studi. Lavorerà per Edoardo Rocca, quasi quarantenne, zio del bambino a cui Jane dovrà badare, in una villa chiaramente appartenente a persone facoltose.

In realtà Edoardo, tanto bello quanto cupo, ha molti problemi da affrontare tra cui questioni economiche.

Nel corso della storia vedremo che la passione di Jane per Edoardo è innegabile. Un colpo di fulmine. Per come la vedo io e per come l’ho vissuta leggendo il libro mi è sembrata quasi un’esagerazione, ma di per sé quello che mi ha lasciato interdetta è stato Edoardo. In questo libro ha avuto molto, moltissimo spazio, Jane: Jane e i suoi sentimenti, Jane e i suoi pensieri, Jane e il suo amore. Edoardo resta sempre in ombra. Quasi non si riesce a capire se veramente sia interessato a Jane o se per lui sia un’avventura di un giorno. E lo trovo un vero peccato.

Di fronte ad una storia d’amore mi piacerebbe se entrambi i protagonisti emergessero, tanto che in questa storia, non avrei affatto disdegnato dei capitoli narrati dal punto di vista di Edoardo: capitoli che avrebbero potuto far luce e chiarezza non solo sui suoi sentimenti verso Jane, ma anche su questioni finanziarie ed economiche che lo riguardavano da vicino.

Questo lasciare il protagonista maschile in penombra ha fatto sì che mi affezionassi molto a Jane, e infatti non tifavo per Jane ed Edoardo, ma solo ed esclusivamente per Jane. È difficile da spiegare: è come se della felicità di Edoardo non me ne importasse più di tanto, l’importante era la felicità di Jane. Di solito, in un romance, si tifa per entrambi i protagonisti, proprio perché nel corso della storia abbiamo la possibilità di legarci ad entrambi, cosa che in Una ragazza inglese non è accaduta.

Anche il finale mi è sembrato troppo affrettato. Se leggo un romance mi aspetto che la storia d’amore tra i due personaggi principali sia il nucleo su cui poi ruota tutta la vicenda; in Una ragazza inglese invece, viene dato spazio alla vera storia d’amore solo nelle ultime dieci pagine del libro quindi non solo non si riesce ad affezionarsi al protagonista maschile, ma non ci si gode nemmeno la love story tra i due perché appena si inizia ad assaporare un po’ di magia, il libro finisce.

È indubbiamente un libro scritto bene e molto scorrevole – in soli due giorni l’ho divorato – ma allo stesso tempo è stato un libro che mi ha un po’ delusa. Ritengo però che Una ragazza inglese di Beatrice Mariani sia ottimo come lettura da ombrellone, da fare quando siete rilassati e non avete voglia di leggere nulla di pesante.

una ragazza ingleseuna ragazza ingleseuna ragazza inglese

Link Amazon: https://amzn.to/2KZ1RRP

Leggi anche altre Recensioni libri

Voi lo avete letto? Cosa ne pensate? Fatemi sapere!

A presto lettori,

erigibbi

©

[ATTENZIONE! Sono affiliata ad amazon, dunque cliccando sui miei link e acquistando qualunque cosa percepirò una commissione per un massimo del 10% che amazon mi pagherà in buoni spendibili sul suo stesso sito e che io utilizzerò per comprare libri ed alimentare il blog ed il canale YT.
Se vuoi sostenermi compra da amazon attraverso il link sovrastante oppure attraverso questo link generico: http://amzn.to/2oDpsz8]

Recensione sponsorizzata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.