Musica – Yukio Mishima: un libro adatto a tutti i lettori che vogliono addentrarsi nella psiche umana, approfondendo il tema della frigidità.

Musica

musicaTITOLO: Musica

AUTORE: Yukio Mishima

EDITORE: Feltrinelli

PREZZO: € 9.00 cartaceo; € 6.99 e-book

 

RECENSIONE:
Un giorno come tanti, allo studio del dottor Shiomi, psicoanalista rinomato, si presenta una bellissima e affascinante ragazza, Reiko. Durante la prima seduta Reiko informa il dottore del suo enorme problema: non riesce più a sentire la musica. Da subito il dottor Shiomi si accorge dell’isteria della ragazza, rivelata da un tic facciale che si manifesta nei momenti di tensione. Inoltre, il dottor Shiomi ben presto capirà che la musica è solo una metafora dell’orgasmo. Il dottore quindi si troverà davanti ad un intricato caso di frigidità che spesso lo metterà in forte difficoltà.

L’intensificarsi di un tic dovuto proprio al tentativo di opporvisi è un classico dispetto della volontà isterica, che agisce in senso contrario. Poi Reiko cominciò a dire una cosa molto strana: «Dottore, perché non sento la musica?»

Musica è il primo libro che leggo di Yukio Mishima e mi ha fatta innamorare subito di questo autore. La narrazione è sempre molto pulita, mai prolissa e piacevolmente scorrevole. Nonostante ci troviamo di fronte a una sorta di relazione medica, la scrittura di Mishima riesce ad affascinare da subito il lettore, mantenendo il romanzo ricco di suspence. La storia di Reiko già di per sé è davvero molto interessante e contorta, ma la scrittura, in questo caso, ha dato maggior spessore e raffinatezza al romanzo.

Ci troviamo a condividere i dubbi, le perplessità e la frustrazione del dottor Shiomi che sarà la voce narrante. La storia che ci viene raccontata, ci tengo a precisare, è ripresa da un caso reale. Questo per me è stato ancora più affascinante. Il lettore sarà spettatore di una psiche umana malata che, non si capisce bene come, ha reso Reiko frigida. Quando alla fine si scoprirà il reale motivo è inevitabile rimanerne scioccati e increduli.

Tra i vari campi della medicina quello più chiaro e inequivocabile è la chirurgia: al chirurgo basta semplicemente estirpare il focolaio dell’infezione con i suoi strumenti e la sua tecnica raffinata. Mentre nella psicoterapia l’unico strumento a nostra disposizione per trattare la mente è la nostra mente. E il metro con cui si considera la distanza tra una persona sana e una malata, tra la normalità e l’anormalità, è molto relativo.

Il romanzo viene spesso arricchito anche con vere e proprie nozioni di psicologia che aiutano il lettore profano a capire appieno la situazione.

Essendo un caso inerente al desiderio e al piacere sessuale sono rimasta piacevolmente sorpresa dal fatto che mai Mishima sia caduto in volgarità. È sempre rimasto su un piano formale, trattando il tema con sapiente delicatezza facendomi apprezzare ancor di più la lettura.

Come avrete capito ho amato moltissimo Musica e se anche voi volete addentrarvi nei segreti della psiche umana senza volervi annoiare dovete assolutamente leggerlo. Una lettura che dopo averla terminata sentirete ancora e ancora nella vostra testa, un po’ come se fosse musica.

american godsamerican godsamerican godsamerican godsamerican gods

Link Amazon: https://amzn.to/2lVK0k9

Leggi anche altre Recensioni libri

Voi lo avete letto? Cosa ne pensate? Fatemi sapere!

A presto lettori,

Federica

[ATTENZIONE! Sono affiliata ad amazon, dunque cliccando sui miei link e acquistando qualunque cosa percepirò una commissione per un massimo del 10% che amazon mi pagherà in buoni spendibili sul suo stesso sito e che io utilizzerò per comprare libri ed alimentare il blog ed il canale YT.
Se vuoi sostenermi compra da amazon attraverso il link sovrastante oppure attraverso questo link generico: http://amzn.to/2oDpsz8]

erigibbi

©

Rispondi