WRAP UP Letture del mese Giugno 2018: ritorna l’appuntamento con la rubrica in cui potete leggere un riassunto di tutte le letture uscite questo mese.

WRAP UP Letture del mese Giugno 2018

Bellezza selvaggia – Anna-Marie McLemore: un romanzo che aveva molte potenzialità, l’idea di fondo è davvero originale ma lo sviluppo non è stato dei migliori. [recensione completa qui]

Semplicemente Gio’ – Erika Lenti: scontato e banale, ma perfetto per chi ama le storie d’amore a lieto fine e per chi ha bisogno di una lettura leggera, a tratti divertente, per rilassarsi. [recensione completa qui]

Una certa idea di mondo – Alessandro Baricco: se come me non avete mai letto un suo libro, vi suggerisco di iniziare da un suo romanzo, quello che più vi ispira, perché indubbiamente da questa lettura potete capire quanto sia bravo a scrivere, ma non potete capire nient’altro di lui. [recensione completa qui]

Quella piccola libreria in fondo alla strada – Camilla D’Amore: la lettura del romanzo è risultata spesso noiosa. Sconsigliato. [recensione completa qui]

The last girl 2 – Joe Hart: una distopia che cattura il lettore e lo tiene incollato alle pagine. [recensione completa qui]

Tutta colpa della mia impazienza – Virginia Bramati: trovo che a questa storia manchi qualcosa, avrei preferito un pizzico di brio in più. [recensione completa qui]

L’uomo che scambiò sua moglie per un cappello – Oliver Sacks: se amate la psiche, l’aspetto medico, i disturbi neurologici questo libro non può assolutamente mancare tra le vostre letture. [recensione completa qui]

Un amore proibito – Manuela Ricci: se io, la più titubante e la più scettica nei confronti dei romance, ho letto con passione questo libro, di sicuro dovete farlo anche voi. [recensione completa qui]

Un amore proibito 2 – Manuela Ricci: il punto forte di questa serie: la credibilità dei personaggi con le loro debolezze che ci permettono di empatizzare e di fare il tifo per loro. [recensione completa qui]

Insegnami a vedere l’alba – Josh Sundquist: una bella lettura, scorrevole e che si legge davvero in poco tempo, che consiglio a chi vuole conoscere qualcosa in più sulla percezione di un non vedente. [recensione completa qui]

Saga 2 – Brian K. Vaughan, Fiona Staples: livello qualitativo ottimo. Mi ritrovo nuovamente a smaniare per la lettura del terzo volume e a consigliarvi appassionatamente di leggere questa saga sci-fi. [recensione completa qui]

Saga 3 – Brian K. Vaughan, Fiona Staples: ancora una volta concludo dicendo: cosa diavolo state aspettando? Correte a leggere Saga e ve ne innamorerete. [recensione completa qui]

Il profumo – Patrick Süskind: la lettura scorre veloce, sono stata trasportata da un profumo all’altro, da una pagina all’altra, senza nemmeno rendermene conto. [recensione completa qui]

Mattatoio n. 5 – Kurt Vonnegut: per lo stile narrativo e per la parte abbastanza consistente di fantascienza non l’ho trovato nelle mie corde, ma penso sia un romanzo che in linea di massima possa piacere proprio per queste sue particolarità. [recensione completa qui]

I frustrati – Marco Leoni Mantovani: l’autore di per sé è sicuramente riuscito a provocare il lettore con i pensieri, i comportamenti e i modi di fare di Matteo, ma la cosa si ferma lì. La mia sensazione è proprio quella di sentire la mancanza di un qualcosa che ci poteva essere, ma che non è stato scritto ed è un peccato. [recensione completa qui]

Trilogia di New York – Paul Auster: n libro a mio avviso complicato, difficile da capire, che lascia il lettore confuso e forse insoddisfatto (e un po’ scemo), ma proprio per questi motivi, a mio avviso, è una lettura estremamente affascinante. [recensione completa qui]

L’evocazione – Marco Garinei: le idee ci sono e non sono male, occorre lavorare ancora per creare una storia più complessa e approfondita. [recensione completa qui]

Il sole a mezzanotte – Trish Cook: un’ottima lettura, ricca di emozioni e che con prepotenza mi è entrata nel cuore. [recensione completa qui]

Resta con me – Erika Vanzin: una lettura che si legge in un paio di giorni perché non riuscirete a staccarvi. [recensione completa qui]

La ragazza nel parco – Alafair Burke: purtroppo esistono anche quei libri scritti bene, impeccabili nella forma, che però non ti lasciano nulla, né durante né dopo la lettura. La ragazza nel parco rientra tra questi, e lo dico con sommo dispiacere. [recensione completa qui]

 

Bene lettori siamo giunti al termine di questo wrap up.

Voi cosa avete letto? Vi sono piaciute le vostre letture? Fatemi sapere!

Vi lascio il link del wrap up di Maggio qui

A presto lettori,

erigibbi

©

[ATTENZIONE! Sono affiliata ad amazon, dunque cliccando sui miei link e acquistando qualunque cosa percepirò una commissione per un massimo del 10% che amazon mi pagherà in buoni spendibili sul suo stesso sito e che io utilizzerò per comprare libri ed alimentare il blog ed il canale YT.
Se vuoi sostenermi compra da amazon attraverso i link sovrastanti o attraverso questo link generico: http://amzn.to/2oDpsz8]

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.