Il tassello mancante – Serafina Lomaisto: narra le vicende di alcuni ragazzi che si trovano in un riformatorio in balia di un direttore violento.

Il tassello mancante

il tassello mancanteTITOLO: Il tassello mancante

AUTORE: Serafina Lomaisto

EDITORE: Autopubblicato

PREZZO: € 6.00 cartaceo; € 2.99 e-book

 

RECENSIONE:

Il tassello mancante è un romanzo breve che narra le vicende, non proprio rosee, di un gruppo di ragazzi che si trovano in un riformatorio maschile, ad eccezione di un’unica presenza femminile, Sofia, la protagonista, con un direttore incline alla violenza fisica contro i ragazzi.

Di per sé l’idea di base di questo libro è buona: un riformatorio, ragazzi dimenticati dal mondo, un direttore che usa punizioni corporali contro questi adolescenti e una ragazzina che con la sua voglia di vivere e la sua caparbietà vuole mettere in salvo tutti quanti da quell’uomo perfido e senza cuore, dimostrando che il gruppo e l’unione possono fare molto di più di un singolo individuo.

C’è sempre la possibilità di ricomporre il puzzle della propria vita, e il più delle volte è proprio l’amicizia il tassello mancante di una vita felice.

Trovo però che l’autrice, Serafina Lomaisto, debba lavorare ancora sulla modalità d’esposizione e narrazione.

Al di là di un linguaggio molto molto semplice, si può riscontrare una mancanza di complessità strutturale nella sintassi, nelle coordinate e nelle subordinate. Sicuramente qualcosa che si può migliorare con molto esercizio.

Anche gli accadimenti all’interno del libro sono molto veloci, sembra quasi che l’autrice abbia saltato delle parti importanti. Non solo non sappiamo quasi nulla sui protagonisti (scopriamo poco o nulla della loro vita passata ma anche la loro caratterizzazione in termini estetici e comportamentali/personologici non è approfondita tanto che non mi sono affezionata a nessuno di loro) ma ci sono fatti quasi non sense che la fanno da padrone.

Senza svelarvi troppo nel caso vogliate leggere questo libro, i tre protagonisti principali hanno spesso dei comportamenti incoerenti e anche il finale, riguardante il direttore, mi ha lasciato spiazzata. Si tratta di un uomo che ha usato violenza fisica contro dei minorenni e addirittura ha abusato sessualmente di una ragazzina minorenne e non va in carcere, se ne sta libero a farsi la sua vita, e anzi diventa paladino dei ragazzi che si ritrovano a vivere in riformatorio. Trovo che ci sia qualcosa che non vada e che sia un finale (tranquilli che non vi ho svelato la vera parte importante di questa storia) irrealistico e che va ulteriormente a discapito di questa storia.

In sostanza credo che Serafina Lomaisto abbia la creatività per scrivere delle storie ma che ci sia ancora molto lavoro da fare per migliorare il modo di scrivere, non solo per quanto riguarda la proprietà del linguaggio ma anche la capacità di sviluppare una storia in modo coerente senza essere troppo veloce ma soffermandosi di più sui dettagli riguardanti i personaggi e l’ambientazione. Non occorre usare un linguaggio ostico né scrivere descrizioni lunghe pagine e pagine ma qualcosa di più bisogna farlo.

il tassello mancanteil tassello mancante

Link Amazon: http://amzn.to/2DkOruM

Leggi anche altre Recensioni libri

Voi lo avete letto? Cosa ne pensate? Fatemi sapere!

A presto lettori,

erigibbi

©

[ATTENZIONE! Sono affiliata ad amazon, dunque cliccando sui miei link e acquistando qualunque cosa percepirò una commissione per un massimo del 10% che amazon mi pagherà in buoni spendibili sul suo stesso sito e che io utilizzerò per comprare libri ed alimentare il blog ed il canale YT.
Se vuoi sostenermi compra da amazon attraverso il link sovrastante oppure attraverso questo link generico: http://amzn.to/2oDpsz8]

Recensione sponsorizzata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.