Non stancarti di andare – Teresa Radice, Stefano Turconi: un fumetto denso di emozoni che parla di guerra e immigrazione ma anche di amore e maternità.

Non stancarti di andare

non stancarti di andareTITOLO: Non stancarti di andare

AUTORE: Teresa Radice, Stefano Turconi

EDITORE: Bao Publishing

PREZZO: € 27.00 cartaceo; € 8.50 e-book

 

RECENSIONE:

Iris inizia a mettersi comoda nella casa di Verezzi mentre Ismail torna a Damasco per sistemare le ultime faccende. Separati da un destino violento e imprevisto, Iris si scopre incinta mentre Ismail lotta per tornare in Italia.

Non stancarti di andare è un romanzo grafico lungo, denso, impegnato e impegnativo, sul senso dell’esistenza e della distanza. Una storia per distruggere le barriere, per imparare ad amare senza riserve, scritta con immenso coinvolgimento emotivo da Teresa Radice e disegnata, a colori, da Stefano Turconi.

Un libro che coltiva l’anima e la fa sbocciare.

I temi trattati in questo graphic novel sono veramente tantissimi: la religione, la diversità culturale, l’immigrazione, la guerra, l’amore, la distanza, l’odio, la maternità.

Iris e Ismail sono una coppia che sta per andare a convivere in una casa appartenente alla famiglia di Iris. Ismail è siriano, professore universitario mentre Iris è una disegnatrice. Ismail decide di tornare in Siria per un breve periodo per aiutare alcuni amici a svuotare un museo prima che la guerra arrivi e distruggi tutte le opere d’arte contenenti al suo interno ma da quel momento Iris non avrà più notizie di lui.

Ci troviamo così a seguire, nel presente, la storia di Iris che dovrà affrontare una gravidanza inaspettata e Ismail che cercherà in tutti i modi di tornare a casa e fuggire dal suo paese natale. Allo stesso tempo cominceremo a conoscere la storia passata dei due amanti, come si sono conosciuti e come si è evoluta la loro relazione e quali personaggi sono determinanti e fondamentali nelle loro vite.

I personaggi di cui parlano Teresa Radice e Stefano Turconi nel libro sono veramente molti ma tutti sono stati caratterizzati molto bene e hanno delle peculiarità rispetto agli altri. Conosceremo infatti la madre di Iris, con la quale la ragazza ha un rapporto difficile e conflittuale; padre Saul, mentore sia per Ismail che per Iris, un prete italiano non convenzionale che si trova in Siria e che non cerca di inculcare la propria religione e il proprio credo a nessuno; Tiz che è stata per Iris come una madre; Ale, migliore amica di Iris. Insomma la rosa di personaggi è veramente molto molto vasta ma tutti sono risultati fondamentali ai fini della storia narrata.

Lo stile di disegno utilizzato da Stefano Turconi mi è piaciuto moltissimo. L’autore ha inoltre cambiato lo stile e la tecnica a seconda dell’ambientazione delle tavole: se nelle tavole ambientate nel presente lo stile sembra più realistico e più dettagliato, nelle tavole ambientate nel passato, nei flashback, Turconi ha utilizzato i colori a matita spesso sui toni caldi (rosso, arancio). Non saprei veramente decidere quale stile mi piace di più perché per un motivo o per un altro li amo entrambi ma sicuramente ho apprezzato molto la differenza anche perché è un dettaglio che aiuta il lettore a comprendere quando si è svolta la vicenda.

Non stancarti di andare è un fumetto corposo, non solo per lo spessore e la quantità di pagine (che superano le 300) ma soprattutto per tutte le informazioni contenute al suo interno e per le emozioni che esso trasmette. La portata degli eventi e dei sentimenti dei protagonisti è veramente enorme ed è infatti un fumetto che non ho letto in una sola giornata, non avrei mai potuto farlo. È un graphic novel che richiede molta elaborazione da parte del lettore, è impossibile leggere una pagina e non soffermarsi a riflettere, a pensare, a commuoversi.

Tra l’altro trovo che Non stancarti di andare sia ottimo per chi si affaccia per la prima volta al mondo dei fumetti. Spesso si può pensare che spendere quasi 30€ per un fumetto da leggere in un giorno non ne valga la pena. Ecco, non è questo il caso di Non stancarti di andare. Al di là della ricchezza delle informazioni e del peso di questo fumetto di cui ho parlato poco fa, Non stancarti di andare riporta moltissime parti scritte. Di per sé le didascalie sono molto ricche di parole ma oltre a questo ci sono delle vere e proprie parti narrate, intere facciate o pagine scritte, come se fosse un romanzo. Questo può essere d’aiuto sia a chi vuole cominciare a leggere graphic novel e ha difficoltà a concentrarsi quasi esclusivamente sulle immagini sia a chi trova difficile spendere tanto per un fumetto. Non stancarti di andare non è un libro che leggerete in un giorno, è impossibile, se lo si vuole comprendere appieno è veramente impossibile.

Non stancarti di andare è un fumetto che consiglio ai ragazzi e agli adulti. Il conflitto siriano e l’immigrazione sono sicuramente due temi fondanti di questa storia e attualissimi. Proprio per questo lo consiglio un po’ a tutti: questa storia può far capire a molti di noi cosa sta realmente accadendo in Siria, cosa significa realmente scappare da un paese in guerra con qualsiasi mezzo a disposizione, rischiando la vita ad ogni minuto che passa.

Non stancarti di andare vi farà provare empatia. Ormai siamo così saturi di informazioni sulla guerra e sugli sbarchi di immigrati che siamo diventati insensibili, neghiamo che ci sia la guerra, neghiamo che ci siano i morti, neghiamo la sofferenza di queste persone.

Non stancarti di andare vi farà aprire gli occhi di nuovo, vi emozionerà di nuovo di fronte a tante atrocità, vi farà amare ancora una volta il prossimo, non vi farà girare la testa dall’altra parte ma vi farà piangere il cuore.

non stancarti di andarenon stancarti di andarenon stancarti di andarenon stancarti di andarenon stancarti di andare

Link Amazon: http://amzn.to/2o1lIGC

Leggi anche altre Recensioni libri

Voi lo avete letto? Cosa ne pensate? Fatemi sapere!

A presto lettori,

erigibbi

©

[ATTENZIONE! Sono affiliata ad amazon, dunque cliccando sui miei link e acquistando qualunque cosa percepirò una commissione per un massimo del 10% che amazon mi pagherà in buoni spendibili sul suo stesso sito e che io utilizzerò per comprare libri ed alimentare il blog ed il canale YT.
Se vuoi sostenermi compra da amazon attraverso il link sovrastante oppure attraverso questo link generico: http://amzn.to/2oDpsz8]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.