WRAP UP Letture del mese Gennaio 2018: ritorna l’appuntamento con la rubrica in cui potete leggere un riassunto di tutte le letture uscite questo mese

wrap up letture del mese gennaio 2018

Dodici porte. Io sono Lunar di Daisy Franchetto (Dark Zone): Dodici Porte è di per sé una buona storia e nonostante sia il primo volume di una trilogia trovo che la conclusione di questo primo volume si adatti anche ad essere una fine autoconclusiva. Se volete leggere una storia fantasy dai contorni dark e onirici, una sorta di Alice nel Paese delle Meraviglie dei giorni nostri, Dodici Porte di Daisy Franchetto può fare al caso vostro! [recensione completa qui]

Canto di Natale di Charles Dickens (BUR Rizzoli): Canto di Natale è così conosciuto e amato perché produce sul lettore di qualsiasi età, formazione e provenienza una dose massiccia di commozione e buoni sentimenti. [recensione completa qui]

Un sogno tra i fiocchi di neve di Corina Bomann (Giunti): un libro da dimenticare e sicuramente che non rileggerò ma se siete amanti del genere potete provare a dargli una possibilità, d’altronde ognuno ha i suoi gusti e chissà, magari a voi potrebbe piacere! [recensione completa qui]

Il caso del dolce di Natale di Agatha Christie (Mondadori): Sicuramente Agatha Christie ha scritto di meglio ma mi sento di consigliarvi questo libro (magari per il prossimo Natale, ma non necessariamente) se amate la Christie, se amate i gialli, se amate i racconti, se amate Hercule Poirot o se amate Miss Marple. Vi basterà anche uno solo di questi motivi per leggere Il caso del dolce di Natale e altre storie di Agatha Christie. [recensione completa qui]

Lettera a mio figlio sulla felicità di Sergio Bambarèn (Sperling&Kupfer): per me è stato un libro utopistico arricchito da frasi banali e scontate che sentiamo ovunque. [recensione completa qui]

L’avversario di Emmanuel Carrère (Adelphi): è stata per me una lettura sconvolgente. È impensabile che tutto questo sia partito da una semplice bugia. Verissimo, Romand presentava difficoltà nell’espressione emotiva fin da bambino, ma mai avrei pensato che tutto questo potesse portarlo a degli efferati omicidi e a mentire sulla propria vita per diciotto anni con qualsiasi persona entrasse in contatto con lui. Una lettura da fare almeno una volta nella vita. [recensione completa qui]

Quando cadrà la pioggia tornerò di Takuji Ichikawa (Tea): una lettura davvero bella e quindi consigliatissima per chi vuole leggere una storia dove prevalgono l’importanza dei gesti e delle piccole cose senza rinunciare ad un pizzico di paranormale. [recensione completa qui]

Le ragazze di Emma Cline (Einaudi): in alcuni momenti ho avuto dei cali di attenzione, come se mi stessi annoiando ma si tratta indubbiamente di un buon libro, con una storia interessante, che mi sento di consigliarvi; Le ragazze è scritto molto bene considerando anche l’età della scrittrice (24 anni) e considerando che questo è il suo primo libro. [recensione completa qui]

Stardust di Neil Gaiman (Mondadori): un libro che ti sorprende ogni volta e soprattutto riesce a farti immaginare tutta la bellezza che Faerie racchiude. In conclusione, se per un po’ volete fuggire dalla realtà io vi consiglio di avventurarvi insieme a Tristan Thorn nel magico mondo di Faerie creato da Neil Gaiman. [recensione completa qui]

Le strane logiche dell’amore di Tania Paxia (Newton Compton Editori): ideale se cercate una storia leggera e poco impegnativa, magari durante una vacanza al mare, da leggere sotto l’ombrellone o in un periodo particolarmente frenetico nel quale avete poco tempo da dedicare alla lettura. [recensione completa qui]

Una stanza piena di gente di Daniel Keyes (Nord): Un libro che denuncia la malasanità, l’ignoranza di giudici e soprattutto dei medici che dovrebbero tutelare la salute psicofisica dei propri pazienti ma che preferiscono farsi trasportare dal menefreghismo. [recensione completa qui]

Niente di grave di Pompilio Turtoro (Imprimatur): Una denuncia alla situazione ospedaliera italiana (non solo del Sud Italia) che sta sopperendo. [recensione completa qui]

Anatomia del best seller di Stefano Calabrese (Laterza): un’argomentazione molto interessante e valida. Un libro che consiglio a tutte le persone interessate all’argomento e a cui piace la saggistica più tradizionale. [recensione completa qui]

Il suono del mondo a memoria di Giacomo Bevilacqua (Bao Publishing): il primo pensiero che ho avuto quando ho chiuso il libro: “Se fossi stata una fumettista, questo è il graphic novel che avrei voluto pensare, scrivere e disegnare“. [recensione completa qui]

Libri, amori e segreti. Gennaio di Della Parker (Newton Compton Editori): ideale per chi vuole leggere qualcosa di diverso dal solito, per la sua trama, per la storia che vuole raccontare e per la struttura con il quale è stato creato. [recensione completa qui]

Inevitabile di Deborah P. (autopubblicato): Se vi piacciono le storie d’amore arricchite da scene di sesso esplicite e con un tocco di paranormale, e se non vi danno fastidio gli errori, Inevitabile di Deborah P. può fare al caso vostro. [recensione completa qui]

Baciami sotto la neve di New York di Catherine Rider (Newton Compton Editori): un romanzo ideale e adatto soprattutto per giovani lettori (probabilmente se avessi affrontato questa lettura quando avevo quindici-sedici anni l’avrei apprezzata di più) comunque non la ritengo una lettura da dover dimenticare. Certo non aspettatevi il romanzo della vita ma se volete dargli una possibilità, perché non farlo?! [recensione completa qui]

L’inganno di Thomas Cullinan (De Agostini): Mi ha annoiato dalla prima all’ultima pagina. L’ho portato a termine con la vana speranza che ci fosse almeno un capitolo conclusivo che potesse spiegare il perché dell’intera vicenda ma purtroppo non ho avuto nemmeno questa soddisfazione. [recensione completa qui]

Con te fino alla fine del mondo di Nicolas Barreau (Feltrinelli): racconta un amore vero, un amore che potrebbe trovare chiunque e soprattutto apre gli occhi al lettore: l’amore lo si può trovare nella persona che abbiamo avuto accanto tutta la vita senza mai accorgersene. [recensione completa qui]

Il ritratto di Dorian Gray di Oscar Wilde (BUR Rizzoli): è un classico che consiglio e che va letto almeno una volta nella vita. [recensione completa qui]

Terapia d’amore di Daniel Glattauer (Feltrinelli): molto accattivante e riesce a tenere il lettore con il naso incollato alle pagine perciò vi consiglio di leggerlo. [recensione completa qui]

Sempre e solo con te di M. Leighton (Newton Compton Editori): la Leighton è stata molto brava a non limitare il romanzo solo alla storia tra Olivia e Cash, che è comunque rimasta sempre in evidenza, ma ha ideato il libro in modo da creare un pizzico di mistero che invoglia a continuare a leggere e a volerne sapere di più. [recensione completa qui]

Le coincidenze dell’amore di Colleen Hoover (Leggereditore): consigliato a chi ama il classico romance un po’ drammatico all’american style. [recensione completa qui]

Bene lettori siamo giunti al termine di questo wrap up.

Voi cosa avete letto? Vi sono piaciute le vostre letture? Fatemi sapere!

Vi lascio il link del wrap up di Dicembre qui

A presto lettori,

erigibbi

©

[ATTENZIONE! Sono affiliata ad amazon, dunque cliccando sui miei link e acquistando qualunque cosa percepirò una commissione per un massimo del 10% che amazon mi pagherà in buoni spendibili sul suo stesso sito e che io utilizzerò per comprare libri ed alimentare il blog ed il canale YT.
Se vuoi sostenermi compra da amazon attraverso i link sovrastanti o attraverso questo link generico: http://amzn.to/2oDpsz8]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.