Nuvole al tramonto di Domenico Corna, romanzo narrato in terza persona, racconta la storia di Martina, alternandosi tra presente e passato, tra realtà e sogni.

Martina fin dall’infanzia ha creato e vissuto in un mondo tutto suo. Questo, lo potete immaginare, è stato possibile solo grazie alla sua fervida immaginazione, che le ha permesso di creare quello che più desiderava, senza confini, senza limiti di spazio, un mondo tutto suo fatto di natura, salici, nuvole e una casa con una madre affettuosa e un figlio che diventerà un amico per la nostra protagonista.

Il confine tra realtà, fantasia e allucinazioni diventerà sempre più labile e instabile; e Martina si vedrà costretta a fare i conti con sé stessa.

È molto interessante come la fantasia in questo libro possa assumere una connotazione sia positiva sia negativa. Effettivamente l’immaginazione di Martina l’ha aiutata nei momenti più cupi, dove qualcosa la spaventava e aveva bisogno di evadere dalla realtà, in quei momenti Martina si sentiva libera. Ma ci sono stati dei momenti in cui è stato chiaro che quella stessa immaginazione, quell’andare da un luogo reale all’altro – fantastico – non la rendeva più libera, bensì una prigioniera.

Lo stile di Domenico Corna è diretto, semplice e coinvolgente tanto che ho letteralmente divorato il libro in una domenica autunnale.

È un libro che mescola generi diversi come per esempio il romanzo di formazione e il genere fantastico legando il lettore in un intrigo di misteri che si sbroglieranno man mano fino ad arrivare al finale della storia. Un finale che devo dire mi ha sorpresa, è successo qualcosa che non mi aspettavo, e che mi ha piacevolmente colpito.

Insomma, Nuvole al tramonto di Domenico Corna è stato un romanzo che ho letto volentieri e che mi è piaciuto. Mi sento di consigliarvelo, soprattutto se – come me – ogni tanto vi perdete a guardare le nuvole (non per forza al tramonto) e vi lasciate trasportare dall’immaginazione.

Tutto era iniziato laggiù, con una piccola nuvola intraprendente, un salice piantato in mezzo al prato, ed era arrivato dove non avrebbe mai immaginato.

nuvole al tramontonuvole al tramontonuvole al tramontonuvole al tramonto

Link Amazon: Nuvole al tramonto

Ti piacciono i miei contenuti? Sostienimi con un caffè!

Potrebbe interessarti anche:

Ragazza, donna, altro – Bernardine Evaristo

La casa di Leyla – Zülfü Livaneli

Kobane Calling – Zerocalcare

A presto lettori,

erigibbi

©

[ATTENZIONE! Sono affiliata ad Amazon e IBS dunque cliccando sui miei link e acquistando qualunque cosa percepirò una piccola commissione che utilizzerò per comprare libri, alimentando così il blog e il canale YouTube.
Se vuoi sostenermi puoi acquistare dai link sovrastanti o attraverso questo link generico: http://amzn.to/2oDpsz8]

AD

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.