Lord Alan e il Torneo del Dragone – Alessandro Zanoni: un torneo che segnerà le sorti della famiglia Riversite, in termini politici e sentimentali.

lord alan e il torneo del dragone

lord alan e il torneo del dragoneTITOLO: Lord Alan e il Torneo del Dragone

AUTORE: Alessandro Zanoni

EDITORE: Il Rio

PREZZO: € 15.00 cartaceo

 

RECENSIONE:

Alan Riversite è un bambino viziato, capriccioso, maleducato e pestifero. Non un bambino cattivo, ma di certo non uno che sa stare alle regole, tanto che dopo una bella sgridata dal padre decide di scappare di casa. Una fuga che ha vita breve: Alan verrà ritrovato da un uomo misterioso, che ben presto diventerà il suo maestro.

L’uomo gli insegnerà a diventare un ragazzo diligente, a seguire le regole e ad essere rispettoso; gli insegnerà a combattere e lo educherà.

Il tutto non solo per un’educazione puramente personale utile in quanto figlio di un nobile, ma anche per affrontare un torneo che segnerà le sorti di chi lo vincerà, con alleanze che politicamente saranno molto utili e vantaggiose.

Ci saranno dei momenti in cui seguiremo le vicende di Alan ormai adulto, comandante, marito e padre. una trasformazione incredibile da birbante di pochi anni, a uomo valoroso.

Sullo sfondo quello che è il worldbuilding di questo libro fantasy scritto da Alessandro Zanoni: Impero e Repubblica in lotta tra loro da moltissimi anni per il controllo dell’approdo. Razze diverse che vivono più o meno in armonia e pacificamente: umani, nani, elfi, giganti e così via.

Lord Alan e il Torneo del Dragone narra principalmente le avventure di Alan a questo famigerato Torneo. Il ragazzo dovrà affrontare combattimenti di diverso tipo: quelli che richiedono uno scontro fisico con armi o senza armi, quelli che richiedono una certa conoscenza della storia e della politica del luogo e dell’epoca, quelli che richiedono doti deduttive e ragionamento. E mettiamoci trucchetti infimi per far sì che il ragazzo perda.

Dei capitoli che mi hanno decisamente intrattenuta – non vi nego anche un po’ di divertimento – ed è stato sicuramente interessante vedere come Alan riesce a cavarsela anche quando si ritrova in una situazione di svantaggio rispetto al suo avversario. Ho apprezzato la scelta dell’autore di non fare di Alan l’eroe perfetto che se la cava sempre e senza danni, questo lo rende un personaggio più credibile e realistico, a cui ci si può anche affezionare più facilmente.

Il libro ha un finale aperto che fa chiaramente intendere la volontà dell’autore di scrivere un seguito a questa vicenda. Ho trovato però due aspetti che mi hanno fatto storcere il naso (e lo dico dopo aver specificato la presenza del finale aperto perché capisco la scelta dell’autore, ma).

Ma non c’è stata una vera fine al torneo! Certo, sappiamo come finisce in linea di massima, chi è il vincitore, ma secondo me non basta. Non c’è la proclamazione, non c’è uno sviluppo immediato tra la storia instaurata tra Alan e Patricia, la ragazza per cui il giovane ha perso la testa. Insomma, cos’è successo subito dopo il duello finale? E ok, sappiamo come va la vita di Alan, sappiamo che si è sposato e sappiamo con chi, e via dicendo, ma semplicemente mi sarebbero piaciute delle pagine in più in conclusione al Torneo.

Un’altra cosa che si è persa per strada è un evento che non è stato sviluppato. Un key (i key sono dei lavoratori che assumono diversi ruoli, possono essere cuochi, maestri, e così via) è stato avvicinato da una figura oscura (non vi dico cos’è successo per non fare spoiler), poi però non si è saputo più nulla. Cos’ha fatto questo key sotto gli ordini della figura oscura? Se non ha fatto nulla, se non ci sono eventi legati a questo incontro misterioso, perché inserirlo nel libro?

A parte questo Lord Alan e il Torneo del Dragone mi è piaciuto. È scritto bene, ci sono pochissimi refusi, la storia è interessante e godibile con alcuni momenti che proprio catturano l’attenzione del lettore e non la lasciano per un bel pezzo. Direi che come romanzo d’esordio è un bel punto di partenza.

lord alan e il torneo del dragonelord alan e il torneo del dragonelord alan e il torneo del dragone.5

Link Amazon: Lord Alan e il Torneo del Dragone

Link Ibs: Lord Alan e il Torneo del Dragone

Ti piacciono i miei contenuti? Sostienimi con un caffè!

Potrebbe interessarti anche:

L’ottava vita (per Brilka) – Nino Haratischwili

Il caso vuole – Riccardo Zambon

Attica – Giacomo Keison Bevilacqua

A presto lettori,

erigibbi

©

[ATTENZIONE! Sono affiliata ad Amazon e IBS dunque cliccando sui miei link e acquistando qualunque cosa percepirò una piccola commissione che utilizzerò per comprare libri, alimentando così il blog e il canale YouTube.
Se vuoi sostenermi puoi acquistare dai link sovrastanti o attraverso questo link generico: http://amzn.to/2oDpsz8]

AD

One Reply to “Lord Alan e il Torneo del Dragone – Alessandro Zanoni RECENSIONE LIBRO”

  1. Sono contento che ti sia piaciuta la lettura. Volevo precisare che i sospesi del primo volume sono voluti e troveranno le loro giuste risposte nel secondo volume in uscita nella seconda metà di quest’anno. Alessandro Zanoni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.