Preventorio 108 – Alfonso Rotunno: un preventorio trasformato in albergo; 18 invitati pronti a vivere una vacanza che presto si trasformerà in un incubo.

preventorio 108

preventorio 108TITOLO: Preventorio 108

AUTORE: Alfonso Rotunno

EDITORE: Planet Book

PREZZO: € 17.90 cartaceo

 

RECENSIONE:

Dopo diversi anni di abbandono, al preventorio di Aigües, in Spagna, è stata data nuova luce dopo una ristrutturazione che lo ha trasformato in un complesso alberghiero.

Diciotto persone hanno ricevuto un invito per prendere parte alla sua inaugurazione.

Questi individui, molto diversi tra loro, la maggior parte dei quali ben poco amabili, si ritroveranno improvvisamente a vivere un incubo: dall’albergo diventerà impossibile uscire, non ci sarà cibo, acqua e nemmeno elettricità.

Cominceranno a ispezionare l’hotel, a trarre conclusioni, a capire che tutti, in un modo o nell’altro, sono collegati tra loro e soprattutto con quell’albergo, un tempo preventorio. Conosceranno il loro sequestratore e pur non volendolo, staranno al suo gioco malato.

Una trama davvero interessante quella di Preventorio 108 di Alfonso Rotunno, tuttavia il romanzo non mi ha soddisfatta appieno.

La narrazione si alterna tra i giorni nostri (2013) e il passato (anni ’60). In quest’ultimo caso, la storia ci permette di conoscere il preventorio, che per chi non lo sapesse era un istituto destinato a ospitare persone predisposte o esposte alla tubercolosi o altre malattie. Conosceremo i bambini che sono stati portati lì – uno dei quali farà parte del gruppo delle diciotto persone poi imprigionate – e che ci sembreranno piuttosto sani; conosceremo il personale, tutt’altro che gentile e ben disposto nei confronti di quei poveri ragazzi; conosceremo il direttore e suo figlio, che passa dall’essere ignorato all’essere maltrattato dall’uomo.

Preventorio 108 per alcune caratteristiche mi ha vagamente ricordato Dieci piccoli indiani, uno dei miei romanzi preferiti di Agatha Christie. Un certo numero di persone rinchiuse in un luogo da cui è impossibile scappare, e uno alla volta verrà ucciso da un personaggio misterioso.

L’aspetto principale che non mi ha convinto è la mancanza di spiegazioni. Per esempio, com’è stato possibile fare tutti quei lavori sul preventorio? Tutte le porte e le vetrate vengono sbarrate da un metallo indistruttibile; ci sono tantissime stanze, antri, passaggi segreti e ogni luogo ha le sue peculiarità, ogni luogo viene sbarrato, è impossibile accedervi o scappare se l’uomo, che scopriremo chiamarsi Harshad, non lo permette; tutti i personaggi si ritroveranno con un tatuaggio: non è stato spiegato com’è successo, un giorno non hanno nulla, il giorno dopo tutti hanno inchiostro permanente sul corpo; la stessa cosa per la bomba nella testa: com’è stato possibile? Ci sono tante punizioni, tanti eventi, e il problema è che non ci si sofferma abbastanza sul come. Questa mancanza rende i fatti poco credibili ed è un peccato, perché di per sé il romanzo e la storia sarebbero avvincenti.

Mi sarebbe piaciuto anche un approfondimento ulteriore su ogni personaggio, un bel capitolo esplicativo sulle loro vite, sul loro passato e il loro presente. Perché anche in questo caso ci sono passaggi piuttosto veloci, ed essendoci poi ben diciotto persone, a volte è difficile aver ben presente tutti loro, considerando anche che alcuni restano più in ombra rispetto ad altri.

In generale Preventorio 108 non è male, ci sono momenti in cui trasmette ansia al lettore, tenendolo anche incollato alle pagine, ma suggerisco all’autore di lavorare con un correttore di bozze e copyeditor sia per eliminare errori e refusi che possono infastidire durante la lettura, e che non sono mai belli, sia per aggiungere parti mancanti che possono dare più spessore alla storia.

preventorio 108preventorio 108preventorio 108

Link Ibs: Preventorio 108

Ti piacciono i miei contenuti? Sostienimi con un caffè!

Potrebbe interessarti anche:

La casa degli spiriti – Isabel Allende

1Q84 – Haruki Murakami

Sabbia nera e candide mani – Maria Eugenia Veneri

A presto lettori,

erigibbi

©

[ATTENZIONE! Sono affiliata ad Amazon e IBS dunque cliccando sui miei link e acquistando qualunque cosa percepirò una piccola commissione che utilizzerò per comprare libri, alimentando così il blog e il canale YouTube.
Se vuoi sostenermi puoi acquistare dai link sovrastanti o attraverso questo link generico: http://amzn.to/2oDpsz8]

AD

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.