Il processo ai Chicago 7: il processo a un gruppo di attivisti contro la guerra del Vietnam accusati di cospirazione e incitamento all’ammutinamento.

il processo ai chicago 7

RECENSIONE:

Il processo ai Chicago 7 (The Trial of the Chicago 7) è un film del 2020 scritto e diretto da Aaron Sorkin che potete trovare su Netflix.

Il film narra il processo ai Chicago Seven, un gruppo di attivisti contro la guerra del Vietnam, accusati di aver cospirato per causare lo scontro tra manifestanti e Guardia Nazionale avvenuto il 28 agosto 1968 a Chicago, in occasione delle proteste alla convention del Partito Democratico.

Ora, io non so se quest’anno ci saranno le premiazioni agli Oscar, ma questo è un film da Oscar quindi se ancora non lo avete visto ancora di più vi consiglio di recuperarne la visione.

Il processo di cui il film parla è una farsa, è un processo puramente politico in cui il presidente Nixon cerca di eliminare in un colpo solo sette (all’inizio otto) dei leader di sinistra più importanti accusandoli di cospirazione e incitamento alla violenza e all’ammutinamento. Vi accennavo che all’inizio gli accusati erano otto. Ebbene nel processo è stato coinvolto anche il leader dei Black Panther che non aveva nessun motivo per essere lì presente. Durante il processo Bobby Seale, interpretato da Yahya Abdul-Mateen II, è stato trattato come un animale, non solo negandogli la presenza del suo avvocato e facendo finta di non capire questo piccolo dettaglio, ma anche legandolo e imbavagliandolo. Dopo questo atto decisamente inumano, violento e razzista Bobby ha avuto il suo processo, e quindi di fatto a continuare sono stati solo in sette.

Come vi dicevo il processo è stato una farsa che ha segnato l’ennesima pagina nera per la Storia americana. Il giudice Julius Hoffman che l’ha diretto era chiaramente di parte, e l’attore che l’ha interpretato, Frank Langella, è stato molto bravo, tanto da rendersi odiosissimo fin dalla sua prima scena. Il processo è passato alla storia con una risonanza mediatica altissima anche per il carattere provocatorio degli imputati, di alcuni in particolare. Tra i sette spiccano sicuramente Abbie Hoffman (che no, non era imparentato con il giudice) e Jerry Rubin, interpretati rispettivamente da Sacha Baron Cohen e Jeremy Strong. I due attori hanno formato un duetto strepitoso, e tra i due spicca ancora di più Sacha Baron Cohen che sembra essere nato per questo ruolo. Subito dopo si nota la performance di Eddie Redmayne che ha interpretato Tom Hayden, l’attivista più moderato e pacato del gruppo, e Mark Rylance, l’avvocato degli accusati.

Le due ore di film passano veloci come se fossero cinque minuti. Questo è sicuramente anche merito della sceneggiatura di Sorkin data da dialoghi brillanti, che non mancano di ironia (qualche risata infatti è assicurata), ma che allo stesso tempo lasciano in bocca allo spettatore quell’amarezza a cui ormai, purtroppo, siamo abituati. E perché? Perché l’America rappresentata da Sorkin, che si riferisce all’America di ieri, del passato, è la stessa America di oggi, del nostro presente. I richiami ai fatti accaduti nel 2020, al razzismo, alla lotta del movimento Black Lives Matter e alla violenza immotivata delle Forze dell’Ordine è evidente fin dall’inizio.

Il processo ai Chicago 7 è un film che non vi potrete godere tranquillamente seduti sul divano. Vi ritroverete a muovermi costantemente per la rabbia che vi provoca, per il fastidio di certi comportamenti (quello del giudice in particolare) che vi farà venire voglia di entrare nello schermo e prenderlo a sberle. Vi farà rabbia perché quello che si vede è un pezzo di Storia della fine degli anni ’60 che può essere benissimo scambiato per un pezzo di Storia del 2020.

il processo ai chicago 7il processo ai chicago 7il processo ai chicago 7il processo ai chicago 7il processo ai chicago 7

Ti piacciono i miei contenuti? Sostienimi con un caffè!

Potrebbe interessarti anche:

Onward Oltre la magia

Tenet

Bombshell La voce dello scandalo

A presto cinefili,

erigibbi

©

[ATTENZIONE! Sono affiliata ad Amazon e IBS, dunque cliccando sui miei link e acquistando qualunque cosa percepirò una piccola commissione che utilizzerò per comprare libri, alimentando così il blog e il canale YouTube.
Se vuoi sostenermi puoi anche acquistare da questo link generico: http://amzn.to/2oDpsz8]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.