Sette brevi lezioni di fisica – Carlo Rovelli: un piccolo libro in cui l’autore fa capire che il nostro universo è ancora più magico di quanto pensavamo.

Sette brevi lezioni di fisica

sette brevi lezioni di fisicaTITOLO: Sette brevi lezioni di fisica

AUTORE: Carlo Rovelli

EDITORE: Adelphi

PREZZO: € 10.00 cartaceo; € 5.99 e-book

 

RECENSIONE:

Sette brevi lezioni di fisica di Carlo Rovelli è un libricino di 85 pagine dove l’autore, fisico teorico, offre a noi lettori sette lezioni brevi sulla fisica, che in realtà sono sei visto che nell’ultima parte entriamo in gioco noi, essere umani e il nostro rapporto, la nostra relazione, il nostro essere nel mondo.

Queste lezioni tra l’altro espandono una serie di articoli pubblicati da Rovelli per il Sole 24 Ore, in particolare sul supplemento Domenica.

La prima lezione riguarda la teoria della relatività generale di Einstein, semplificata da Rovelli in maniera impressionante, rendendola comprensibile a tutti:

[…] il campo gravitazionale non è diffuso nello spazio: il campo gravitazionale è lo spazio. […] Lo spazio di Newton, nel quale si muovono le cose, e il «campo gravitazionale», che porta la forza di gravità, sono la stessa cosa.

Ora, tutti noi abbiamo presente l’equazione di Einstein. Dubito che molti di noi sappiano però cosa si nasconde dietro quell’equazione, cosa descrive, cosa indica. Ve lo dico io, con le parole di Rovelli, ovviamente. Descrive come si curva lo spazio intorno a una stella; ma non è solo lo spazio a incurvarsi, è anche il tempo. Quando una grande stella ha bruciato tutto il suo combustibile a disposizione, crolla, schiacciata sotto il suo stesso peso, fino a curvare lo spazio. E lo curva così fortemente da sprofondare in un vero e proprio buco: eccoli i famosi i buchi neri. E lo spazio non può stare fermo, deve essere in espansione. L’espansione deve essere scaturita dall’esplosione di un giovane e piccolissimo universo: ecco il Big Bang. E lo spazio che non può stare fermo, si increspa come la superficie del mare.

Quanto è affascinante tutto questo? Lo sappiamo già che il nostro mondo, il nostro universo è qualcosa di affascinante, così affascinante e incredibile da sembrare magico. Ma anche se lo sappiamo già, Carlo Rovelli in pochissime pagine fa capire al lettore che questo universo è ancora più magico di quanto immaginavamo. È così meraviglioso, che quasi ci si commuove di fronte a cotanta bellezza.

Insomma, la teoria descrive un mondo colorato e stupefacente, dove esplodono universi, lo spazio sprofonda in buchi senza uscita, il tempo rallenta abbassandosi su un pianeta, e le sconfinate distese di spazio interstellare s’increspano e ondeggiano come la superficie del mare.

La seconda lezione è dedicata alla meccanica quantistica. E sentite qua:

Heinsenberg immagina che gli elettroni non esistano sempre. Esistano solo quando qualcuno li guarda, o meglio, quando interagiscono con qualcosa d’altro.

Quanto è bello anche solo questa idea? Esistere nel momento in cui si interagisce con l’altro.

I «salti quantici» da un’orbita all’altra sono il loro solo modo di essere reali: un elettrone è un insieme di salti da un’interazione all’altra. Quando nessuno lo disturba, non è in alcun luogo preciso. Non è in un luogo.

La terza lezione è dedicata al cosmo e alla sua architettura. Questo capitolo è costituito prevalentemente da disegni e immagini. Perché? Perché:

La scienza è attività innanzitutto visionaria. Il pensiero scientifico si nutre della capacità di «vedere» le cose in modo diverso da come le vedevamo prima.

La quarta lezione è dedicata alle particelle elementari.

Per adesso, questo è quello che sappiamo della materia. Una manciata di tipi di particelle elementari, che vibrano e fluttuano in continuazione fra l’esistere e il non esistere, pullulano nello spazio anche quando sembra non ci sia nulla, si combinano assieme all’infinito come le venti lettere di un alfabeto cosmico per raccontare l’immensa storia delle galassie, delle stelle innumerevoli, dei raggi cosmici, della luce del sole, delle montagne, dei boschi, dei cambi di grano, dei sorrisi dei ragazzi alle feste, e del cielo nero e stellato la notte.

La quinta lezione è dedicata alla gravità quantistica. C’è uno sforzo costante, tutt’ora in corso, di costruire una sintesi delle grandi scoperte del XX secolo. Ma ogni scoperta, non può che portare ad altre domande, in un loop senza fine, dove la curiosità dell’uomo non sarà mai sazia.

La fisica apre la finestra per guardare lontano. Quello che vediamo non fa che stupirci. Ci rendiamo conto che siamo pieni di pregiudizi e la nostra immagine intuitiva del mondo è parziale, parrocchiale, inadeguata. Il mondo continua a cambiare sotto i nostri occhi, man mano che lo vediamo meglio.

La sesta e ultima vera lezione riguarda la probabilità e il calore dei buchi neri. Quest’ultimo Rovelli lo definisce così:

Il calore dei buchi neri è una Stele di Rosetta, scritta a cavallo di tre lingue – Quanti, Gravità e Termodinamica –, che attende di essere decifrata, per dirci cosa sia davvero lo scorrere del tempo.

Io non metto in dubbio che per un esperto di fisica e di scienza moderna Sette brevi lezioni di fisica non dica nulla di nuovo, ma per chi, come me, ne sa poco e nulla, questo libricino è davvero un piccolo gioiellino. Non solo per la capacità dell’autore di farsi capire anche da chi può pensare di non capirci nulla non avendo conoscenze adeguate, ma anche e soprattutto per la sua capacità di farci innamorare di nuovo, di farci innamorare ancora di più, di questo fantastico e incredibile mondo in cui abbiamo la fortuna di vivere.

sette brevi lezioni di fisicasette brevi lezioni di fisicasette brevi lezioni di fisicasette brevi lezioni di fisica.5

Link Amazon: Sette brevi lezioni di fisica

Link Ibs: Sette brevi lezioni di fisica

Ti piacciono i miei contenuti? Sostienimi con un caffè!

Potrebbe interessarti anche:

Helter Skelter Storia del caso Charles Manson – Vincent Bugliosi, Curt Gentry

Di fronte alla bandiera – Jules Verne

Le creature del buio – Stephen King

A presto lettori,

erigibbi

©

[ATTENZIONE! Sono affiliata ad Amazon e IBS dunque cliccando sui miei link e acquistando qualunque cosa percepirò una piccola commissione che utilizzerò per comprare libri, alimentando così il blog e il canale YouTube.
Se vuoi sostenermi puoi acquistare dai link sovrastanti o attraverso questo link generico: http://amzn.to/2oDpsz8]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.