Viaggi irregolari – Claudia Muscolino: un giallo da risolvere, delle morti da spiegare, un assassino da catturare e una riscoperta di sé da intraprendere.

Viaggi irregolari

viaggi irregolariTITOLO: Viaggi irregolari

AUTORE: Claudia Muscolino

EDITORE: NeP Edizioni

PREZZO: € 16.00 cartaceo; € 5.00 e-book

 

RECENSIONE:

La nostra protagonista è Romina, una giovane donna che aspira a diventare fotografa, ma che si ritrova a fare altro nella vita. Romina infatti eredita dallo zio un’agenzia investigativa e così le uniche foto che si ritrova a fare sono quelle delle persone che deve spiare.

Romina nel corso degli anni si è costruita addosso una sorta di corazza: ha sempre odiato gli sguardi di pietà che la gente le rivolgeva, odia l’idea della morte e della sofferenza, e si ritrova da sola, praticamente senza amici e di sicuro senza una persona con cui condividere la sua vita.

Un giorno Romina riceverà un incarico importante da una donna molto ricca la quale sospetta che il nuovo giovane marito la stia tradendo. E da qui avrà inizio la storia di Romina, storia iniziata in realtà molti anni prima, quando Romina ha perso entrambi i suoi genitori.

Devo dire che Viaggi irregolari come primo romanzo dell’autrice, che ha esordito con raccolte di poesie e racconti, non è male. Siamo lontani dalla perfezione, ma con la pratica e l’esercizio sono sicura che Claudia Muscolino possa scrivere delle opere valide.

Sicuramente originale l’idea di partire con la narrazione dalla seconda parte della storia, per poi approdare alla prima parte, ambientata nel passato, per collegare gli eventi successi nel tempo presente.

Il personaggio principale, Romina, è abbastanza caratterizzato, ma se devo essere sincera non ho empatizzato più di tanto con lei. Anche in una scena particolarmente tosta e difficile da affrontare non ho sofferto per lei così tanto come mi sarei aspettata e come sarebbe stato giusto. C’è da dire però che quella scena (e non entro nei dettagli per non fare spoiler) forse è anche stata descritta con troppa velocità da parte dell’autrice, comprensibilmente eh, perché dubito sia una cosa semplice di cui scrivere, però magari anche quello non ha aiutato.

In generale comunque Viaggi irregolari non mi è dispiaciuto ed è stato un libro che si è fatto leggere bene e velocemente. E la tematica del viaggio è sicuramente centrale nel romanzo. Romina per lavoro deve viaggiare spesso; la storia in sé narrata da Claudia Muscolino è un viaggio tra presente e passato, in un intrico di storie e legami che hanno ripercussioni sulla vita di Romina, la quale deve fare un viaggio interiore, nelle profondità più intime e celate della sua anima, per riscoprire pezzi di sé, parti che pensava perdute, parti che pensava di non avere, parti che deve ricostruire e rimodellare.

Insomma, in Viaggi irregolari c’è un giallo da risolvere, delle morti da spiegare, un assassino da catturare, ma c’è anche una scoperta e una riscoperta di sé da intraprendere.

viaggi irregolariviaggi irregolariviaggi irregolariviaggi irregolari

Link Amazon: Viaggi irregolari

Link Ibs: Viaggi irregolari

Ti piacciono i miei contenuti? Sostienimi con un caffè!

Potrebbe interessarti anche:

Elohim 2 In principio – M. Biglino, R. Rontini

L’insostenibile leggerezza dell’essere – Milan Kundera

Il brunconiglio e il cignobianco – Mattia Stephan Calabrese

A presto lettori,

erigibbi

©

[ATTENZIONE! Sono affiliata ad Amazon e IBS dunque cliccando sui miei link e acquistando qualunque cosa percepirò una piccola commissione che utilizzerò per comprare libri, alimentando così il blog e il canale YouTube.
Se vuoi sostenermi puoi acquistare dai link sovrastanti o attraverso questo link generico: http://amzn.to/2oDpsz8]

Ad

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.