L’insostenibile leggerezza dell’essere – Milan Kundera: un libro ricco di vita, di morte, di amore, di tradimenti, di filosofia, di storia e di guerra.

L’insostenibile leggerezza dell’essere

l'insostenibile leggerezza dell'essereTITOLO: L’insostenibile leggerezza dell’essere

AUTORE: Milan Kundera

EDITORE: Adelphi

PREZZO: € 12.00 cartaceo

 

RECENSIONE:

Ogni lettore lo sa: ci sono libri che ti chiamano. Ci sono libri che quando passi loro davanti ti fanno fermare, ti dicono: “ehi, è arrivato il mio momento, leggimi”.

È questo quello che ha fatto con me L’insostenibile leggerezza dell’essere di Milan Kundera, dopo due anni dal suo acquisto.

Ho iniziato a sentire la sua voce qualche mese fa, e ho continuato a ignorarla perché ne ero spaventata. Poi mi sono convinta, mi sono detta “ora o mai più” e “ora” è stato il momento perfetto.

L’insostenibile leggerezza dell’essere è poesia, è filosofia, è riflessione già dal titolo. Già quello basta per far impazzire il lettore sul suo significato e per renderlo cosciente della complicatezza di questo libro.

Perché per quanto io abbia amato il libro di Kundera, sono convinta che non sia un libro per tutti perché è ricco, ricco di vita e di morte, ricco di amore e di tradimenti, ricco di morale e di filosofia, ricco di storia e di guerra, ricco di potere e di politica.

Chi vive all’estero cammina su un filo teso in alto nel vuoto senza la rete di protezione offerta dalla propria terra dove ci sono la famiglia, i colleghi, gli amici, dove ci si può facilmente far capire nella lingua che si conosce dall’infanzia.

Ma partiamo dalla base, partiamo dai nostri protagonisti. Molto sinteticamente potrei dirvi che c’è Tomáŝ che ama Tereza, Tereza che ama Tomáŝ, Franz che ama Sabina, Sabina che per qualche tempo ama Franz, Tomáŝ che pensa a Sabina, Sabina che pensa a Tomáŝ, Karenin che ama Tomáŝ e Tereza, Kundera che ama i suoi personaggi.

[…] l’amore comincia nell’istante in cui la donna si iscrive con la sua prima parola nella nostra memoria poetica.

Tomáŝ è un medico chirurgo che ama il suo lavoro, ma ama anche le donne e il sesso, mai quanto ama Tereza a detta sua.

Tereza fa fatica a capire Tomáŝ e i suoi comportamenti, il fatto che dica di amare lei mentre con le altre è solo una questione di sesso senza sentimenti. Tereza è riservata, al contrario della madre, che si dimostrava essere senza pudore, e lei questa cosa se la porta dietro, per tutta la vita. Vita che vive come un peso, perché lei stessa si sente così.

Franz è sposato, ma tradisce la moglie con Sabina. È un idealista che cerca di cambiare gli eventi, intervenendo anche in prima persona.

Sabina è una donna libera, indipendente, forte, artista, artefice del proprio destino. Sabina è l’amante che appena potrebbe diventare qualcosa di più si sente opprimere dalla pesantezza e scappa.

Karenin è il cane di Tomáŝ e di Tereza, che toglie pesantezza alla loro vita, soprattutto a quella di Tereza, perché lui non è appesantito dal raziocinio tipico degli uomini. A Karenin basta svegliarsi ogni mattina e partire con le sue abitudini, questa è vita.

E poi c’è Kundera, che interpreta sé stesso, che ci racconta come vede e come sono i suoi personaggi, facendoci uscire ed entrare nella storia a suo piacimento. Facendoci tornare con i piedi per terra non appena ci dimentichiamo che Tomáŝ, Tereza, Franz e Sabina sono solo dei personaggi inventati.

Se pensate che L’insostenibile leggerezza dell’essere di Milan Kundera racconti di qualche storiella d’amore siete fuori strada, e di parecchio. Al di là del fatto che ogni relazione in questo libro è un piccolo grande universo a sé, che poi si unisce ad altri piccoli grandi universi, bisogna considerare l’importanza dell’ambientazione storica e quindi geografica e politica. Considerate infatti che siamo per la maggior parte del tempo a Praga, con l’invasione dell’Unione Sovietica alle porte.

In questo libro c’è La Storia. C’è il regime, c’è la censura, ci sono critiche al comunismo, ci sono imposizioni dittatoriali, ci sono i morti.

E si disse che la questione fondamentale non era: Sapevano o non sapevano?, bensì: Si è innocenti solo per il fatto che non si sa? Un imbecille seduto sul trono è sollevato da ogni responsabilità solo per il fatto che è un imbecille?

Certo, c’è il rapporto umano con le sue relazioni, l’amore e i tradimenti, ma poi c’è anche tutto un altro mondo.

Si parla di destino, di scelte, di conseguenze, di ricerca della felicità nonostante le condizioni difficili, di vita, con la sua leggerezza, che non corrisponde alla superficialità, e con la sua pesantezza, che non corrisponde alla profondità.

[…] la pesantezza, la necessità e il valore sono tre concetti intimamente legati tra loro: solo ciò che è necessario è pesante, solo ciò che pesa ha valore.

Credo che L’insostenibile leggerezza dell’essere mi sia piaciuto così tanto perché è un libro completo, un libro a 360 gradi, contenente tantissime riflessioni, alcune spiegate passo passo dall’autore, altre lasciate in sospeso, come se fosse il lettore a doverci riflettere e a dover poi trarre le proprie conclusioni. E come se questo non fosse abbastanza è un libro che mi ha emozionato, tanto.

Indubbiamente uno dei migliori libri di questo 2020.

Quello che avviene soltanto una volta è come se non fosse mai avvenuto. Se l’uomo può vivere solo una vita, è come se non vivesse affatto.

l'insostenibile leggerezza dell'esserel'insostenibile leggerezza dell'esserel'insostenibile leggerezza dell'esserel'insostenibile leggerezza dell'esserel'insostenibile leggerezza dell'essere

Link Amazon: L’insostenibile leggerezza dell’essere

Link Ibs: L’insostenibile leggerezza dell’essere

Ti piacciono i miei contenuti? Sostienimi con un caffè!

Potrebbe interessarti anche:

Una vita non basta – Claudio Gattini

Ma le stelle quante sono – Giulia Carcasi

Stagioni diverse – Stephen King

A presto lettori,

erigibbi

©

[ATTENZIONE! Sono affiliata ad Amazon e IBS dunque cliccando sui miei link e acquistando qualunque cosa percepirò una piccola commissione che utilizzerò per comprare libri, alimentando così il blog e il canale YouTube.
Se vuoi sostenermi puoi acquistare dai link sovrastanti o attraverso questo link generico: http://amzn.to/2oDpsz8]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.