Skim – Mariko Tamaki, Jillian Tamaki: un fumetto che parla di suicidio, di morte, di sofferenza, di omosessualità, di isolamento e di amicizia.

Skim

skimTITOLO: Skim

AUTORE: Mariko Tamaki, Jillian Tamaki

EDITORE: Edizioni BD

PREZZO: € 15.00 cartaceo

 

RECENSIONE:

Skim racconta un pezzo di vita dell’adolescente Kimberly, la ragazza nella copertina, e Skim è il suo soprannome, fusione tra Kim e slim che in inglese significa magra, aspetto fisico che non le appartiene.

Sinceramente non mi piace l’idea di chiamarla Skim visto che il nomignolo punta sulla presa in giro, ma questo è il titolo del fumetto per cui lo adotterò anch’io.

Skim è una ragazza isolata, un po’ per propria volontà, un po’ perché gli altri la considerano una strana per come si veste, per la sua passione per le streghe e la wicca. Ha un’unica grande amica che un po’ alla volta però prende le distanze.

Skim parla di argomenti importanti, interessanti e forse centrali nella vita di un adolescente. Nella scuola di Skim un ragazzo si suicida, la sua fidanzatina da quel momento non è più la stessa (non si prende cura di sé, si fa misteriosamente male, non ha più voglia di partecipare a stupide feste con le amiche del suo circolo) e Skim, nel frattempo, si infatua di un’insegnante, iniziando una relazione omosessuale senza dir nulla a nessuno.

Ed ecco che si parla di suicidio, di morte, di sofferenza, di dolore, di omosessualità, di isolamento, di solitudine e di amicizia. E devo dire che Skim mi ha toccato non poco, probabilmente perché mi ha rimesso in contatto con la me adolescente. Anche nella mia scuola c’è stato un suicidio, un ragazzo che non conoscevo nemmeno di vista, ma chi era suo amico, o suo insegnante, continuava a dire che da lui un gesto così era del tutto inaspettato. Non lo conoscevo, non lo avevo mai visto, eppure quando è stato riferito alla nostra classe ho pianto e sono rimasta scossa per giorni.

Cosa ti porta a ucciderti quando sei così giovane? Quanto devi soffrire per arrivare a un gesto simile? Anch’io soffrivo, anch’io ero infelice, ma mai avevo pensato di togliermi la vita. Non riuscivo a darmi spiegazioni.

Skim, parlando con la sua migliore amica, affronta con leggerezza il tutto, ma tra le righe si vede, si vede che ci pensa, che non sta bene e più volte mi sono chiesta se anche lei avrebbe compiuto un gesto simile.

Anch’io mi sono sentita sola, a volte anche isolata, durante l’adolescenza, mi sembrava che nessuno potesse capirmi, me ne stavo sulle mie, ora che ci penso mi vestivo pure in modo “strano” (o semplicemente non omologato alle altre persone), evitavo le feste, posti dove si ammassavano individui che non si conoscevano, che neppure si sopportavano, ma che fingevano di essere migliori amici.

Mi sono sentita un po’ Skim finché leggevo questo fumetto delle due cugine canadesi Mariko e Jillian Tamaki e mi sono affezionata a questa ragazza che un po’ alla volta è cresciuta, ce l’ha fatta da sola, che poi da sola in realtà non è mai.

I disegni sono in bianco e nero e lo stile delle due autrici non rientra tra i miei preferiti, ma ora della fine, come mi sono affezionata a Skim, mi sono affezionata pure a queste tavole, che ho trovato adatte alla storia narrata. Ci sono pagine di diario di Skim, i suoi pensieri, i suoi discorsi e volti estremamente espressivi. Ci sono anche tavole dove i personaggi sono circondati da paesaggi di diverso tipo e queste sono indubbiamente le mie preferite. Mi sembrano poetiche, suggestive e sono sempre riuscite a trasmettermi delle emozioni; sembrano più delicate, raffinate quasi e mi è piaciuto perdermi tra questi tratti.

Skim di Mariko Tamaki e Jillian Tamaki è un fumetto che indubbiamente vi consiglio, se poi siete degli adolescenti questa lettura la sentirete ancora più vostra.

Ho fatto un sogno.

Ho infilato le mani dentro al mio torace e ho preso il mio cuore.

Per provare a fermarlo.

skimskimskimskim

Link Amazon: Skim

Link Ibs: Skim

Ti piacciono i miei contenuti? Sostienimi con un caffè!

Potrebbe interessarti anche:

Lessico famigliare – Natalia Ginzburg

L’apprendista bardo – Federico Leonardo Giampà

Espiazione – Ian McEwan

A presto lettori,

erigibbi

©

[ATTENZIONE! Sono affiliata ad amazon, dunque cliccando sui miei link e acquistando qualunque cosa percepirò una commissione per un massimo del 10% che amazon mi pagherà in buoni spendibili sul suo stesso sito e che io utilizzerò per comprare libri ed alimentare il blog ed il canale YT.
Se vuoi sostenermi compra da amazon attraverso il link sovrastante oppure attraverso questo link generico: http://amzn.to/2oDpsz8]

Prodotto offerto da Edizioni BD

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.