Run Hide Tell – Francesco Cotti: un attacco terroristico in un villaggio turistico e le procedure operative sviluppate in Italia per queste emergenze.

Run Hide Tell

run hide tellTITOLO: Run Hide Tell

AUTORE: Francesco Cotti

EDITORE: Self-publishing

PREZZO: € 12.50 cartaceo

 

RECENSIONE:

Run Hide Tell è sia romanzo sia manuale. È un romanzo nel momento in cui leggiamo di un attacco terroristico in un villaggio turistico; è un manuale nel momento in cui leggiamo delle strategie di risposta come API, SOS dei Carabinieri e UOPI della Polizia di Stato.

Dopo pochissime pagine inizia l’attacco terroristico e devo dire che ho fatto molta fatica a leggere tutto ciò perché una delle mie paure più grandi è proprio quella di trovarmi nel mezzo di un attacco di questo tipo. Se anche voi avete questo tipo di paura e magari soffrite di ansia e attacchi di panico non vi consiglierei la lettura di Run Hide Tell perché può mettervi in difficoltà.

Poi più andavo avanti con la storia più sono riuscita a gestire l’ansia. Ovviamente avevo paura, ovviamente l’ansia era sempre con me, d’altronde stiamo parlando di un attacco terroristico fatto in una spiaggia dove le persone si trovano in vacanza, in relax, e non si aspettano di certo di venir massacrati a colpi di arma da fuoco senza possibilità di scampo, ma sicuramente sono riuscita a gestire meglio il tutto.

La storia da questo punto di vista è molto valida: è realistica sotto ogni aspetto, anche a livello di morti e di feriti, Francesco Cotti non addolcisce la pillola, non risparmia vittime innocenti perché effettivamente andrebbe proprio così se succedesse una cosa del genere.

Anche dal punto di vista più tecnico l’autore è stato (però parlo da profana) molto bravo a descrivere le strategie, gli organi che potevano intervenire, i passaggi che sono obbligatori. Questo da un lato dà un valore aggiunto al romanzo, dimostrando che l’autore sa e conosce l’argomento che sta affrontando, dall’altro però a mio avviso toglie un po’ di suspense alla storia, non dico che annoi, ma abbassa di molto l’ansia raggiunta fino a quel momento. È come se ci fossero delle parentesi lunghissime all’interno della storia, degli stand-by e questo per me rovina l’effetto più legato al romanzo.

Questa caratteristica è tipica dei romanzi techno-thriller quindi è indubbio, come sempre del resto, che il mio pensiero a riguardo sia più che soggettivo. Trovo che sia difficile dare una valutazione a Run Hide Tell proprio per questo: ottima la parte romanzata (anche se ci sono molti refusi, consiglio vivamente un controllo da parte di un correttore di bozze), ottima la parte più tecnica, ma quest’ultima sopisce le emozioni scatenate dalla parte romanzata.

In generale comunque se siete appassionati di questo genere o vi interessa l’argomento Run Hide Tell di Francesco Cotti è un libro che potrebbe fare al caso vostro.

run hide tellrun hide tellrun hide tell

Link Amazon: https://amzn.to/2WXBF45

Ti piacciono i miei contenuti? Sostienimi offrendomi un caffè!

Potrebbe interessarti anche:

Amen – Giorgio Polo

A volte ritornano – Stephen King

È tempo di ricominciare – Carmen Korn

A presto lettori,

erigibbi

©

[ATTENZIONE! Sono affiliata ad amazon, dunque cliccando sui miei link e acquistando qualunque cosa percepirò una commissione per un massimo del 10% che amazon mi pagherà in buoni spendibili sul suo stesso sito e che io utilizzerò per comprare libri ed alimentare il blog ed il canale YT.
Se vuoi sostenermi compra da amazon attraverso il link sovrastante oppure attraverso questo link generico: http://amzn.to/2oDpsz8]

Ad

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.