Monstress vol. 1 Risveglio – Marjorie Liu, Sana Takeda: una storia fantasy con influenze dello steampunk, dei fumetti giapponesi e americani.

Monstress

monstressTITOLO: Monstress vol. 1 Risveglio

AUTORE: Marjorie Liu, Sana Takeda

EDITORE: Mondadori

PREZZO: € 19.00 cartaceo

 

RECENSIONE:

Quando ho letto il primo volume di Monstress, Risveglio, scritto da Marjorie Liu e Sana Takeda, ero estasiata. Questo è un fumetto che trasuda bellezza fin dalle prime pagine, fin dalle prime tavole.

Il mondo conosciuto è popolato da cinque razze: gli Umani, non possiedono la magia, ma alcune donne possono essere dotate di poteri come la telepatia, la telecinesi e la preveggenza; gli Antichi, dotati di grande forza e dell’immortalità; gli Arcanici, razza mezzosangue, ibridi di Umani e Antichi; gli Antichi Dei, dotati di potere immenso e distruttivo e infine i Gatti, figli di Ubasti, la razza più antica, dotati ovviamente di parola e pensiero senziente.

La protagonista è Maika Halfwolf, un’Arcanica senza il braccio sinistro, cresciuta in schiavitù assieme alla sorella Tuya. Con lei poi si aggiungeranno Kippa, un adorabile bambino con alcuni dettagli, come coda e orecchie, di una volpe, e il gatto Master Ren.

Monstress è di difficile catalogazione: appartiene sicuramente al genere fantasy, ma si notano influenze dello steampunk (la cui tipica caratteristica è fantascienza anacronistica all’interno di un’ambientazione storica), del fumetto giapponese, ma anche di quello americano. È pazzesco come Sana Takeda sia riuscita a rendere con i suoi disegni tutto omogeneo, infatti nonostante i riferimenti ai vari generi siano evidenti il tutto è ben assortito.

Monstress affronta tematiche importanti come la schiavitù, la sperimentazione su altri esseri viventi, l’integrazione razziale, la paura del diverso e l’emancipazione femminile.

E proprio per quanto riguarda l’emancipazione femminile, in Monstress si nota come le donne siano figure forti, figure di potere e/o figure che non si arrendono, che combattono fino alla fine, fino allo stremo delle forze o della vita e anche questo mi è piaciuto: finalmente una storia in cui la bella giovane non ha bisogno del principe per essere salvata e per sopravvivere.

Quello che spesso mi ha stupito di Monstress è quello di essere un fumetto molto crudo, con al suo interno scene di violenza forti, e forse per questo lo sconsiglio a un pubblico troppo giovane.

Si tratta sicuramente di una storia complessa, soprattutto per la mole di carne al fuoco che c’è fin dalle prime pagine, ma sebbene molte domande non trovino risposta in Risveglio, c’è da dire che questo è solo il primo volume e che nei successivi le due autrici potrebbero soddisfare i quesiti dei lettori. Ci sono poi alcuni flashback che aiutano a comprendere alcune situazioni del presente e questo non può che andare a suo favore.

Io sono assolutamente entusiasta di Monstress. Mi sono letteralmente innamorata di qualsiasi cosa, dalla storia ai disegni; mi sono già affezionata ad alcuni personaggi (esiste qualcuno che non si è affezionato a Kippa?) e altri già non riesco a sopportarli. Se amate i gatti poi non potete non leggere questo fumetto; alcune scene sono esilaranti e le autrici sono riuscite a rendere su carta molto bene alcuni comportamenti tipici di questi felini. Inutile esplicitare che ve lo consiglio caldamente e che non vedo l’ora di recuperare i seguiti!

monstressmonstressmonstressmonstressmonstress

Link Amazon: https://amzn.to/2GHA5uR

Voi lo avete letto? Cosa ne pensate? Fatemi sapere!

A presto lettori,

erigibbi

©

[ATTENZIONE! Sono affiliata ad amazon, dunque cliccando sui miei link e acquistando qualunque cosa percepirò una commissione per un massimo del 10% che amazon mi pagherà in buoni spendibili sul suo stesso sito e che io utilizzerò per comprare libri ed alimentare il blog ed il canale YT.
Se vuoi sostenermi compra da amazon attraverso il link sovrastante oppure attraverso questo link generico: http://amzn.to/2oDpsz8]

Prodotto offerto da Mondadori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.