WRAP UP Letture del mese Novembre 2018: ritorna l’appuntamento con la rubrica in cui potete leggere un riassunto di tutte le letture uscite questo mese.

WRAP UP Letture del mese Novembre 2018

L’amore bugiardo. Gone Girl – Gillian Flynn: ennesimo thriller acclamato da tutti, mentre per me è stato solo l’ennesimo thriller deludente. [recensione completa qui]

Un trono per due regni – Anna Melfi: c’è molto lavoro da fare, ma sicuramente l’autrice scrive bene, in modo scorrevole, lineare e pulito. [recensione completa qui]

Siddhartha – Hermann Hesse: aparte brevi parti che mi hanno portata a riflettere e che mi hanno colpita in positivo, non c’è stato altro, nessuna emozione. [recensione completa qui]

Un amore proibito 3 – Manuela Ricci: tutti i difetti che nei volumi precedenti avevo trovato e che non avevo considerato così rilevanti mi sono risultati pesanti e insopportabili. [recensione completa qui]

Out Fuori da ogni controllo – Manuela Ricci: trasmette dolore e sofferenza, cinismo e rabbia, disperazione e delusione, ma anche, e soprattutto, speranza. [recensione completa qui]

Saga 8 – Brian K. Vaughan, Fiona Staples: ti dà speranza, tanta speranza, non ti fa chiudere il volume in lacrime, ma col cuore leggero e la gioia negli occhi. E quindi mi chiedo: cosa diavolo accadrà in Saga 9? [recensione completa qui]

La casa – Paco Roca: non mi ha fatto commuovere solo per la storia in sé, non solo perché è qualcosa di intimo che Paco Roca ha deciso di condividere con noi, ma anche per come mi ha ricordato mio papà. [recensione completa qui]

Sybilla – Marco Mastrorilli: per il tema trattato sicuramente mi verrebbe da consigliarvi questo libro, però per il prodotto in sé ho delle riserve. [recensione completa qui]

Dracula – Bram Stoker: alcune parti sono più lente di altre e possono annoiare, ma per il resto è un romanzo che a mio avviso si legge velocemente, che cattura il lettore e che vi consiglio. [recensione completa qui]

Un polpo alla gola – Zerocalcare: non si può fare un paragone con La profezia dell’armadillo, non si può dire quale delle due è meglio o peggio, perché sono semplicemente due fumetti diversi, due storie differenti. Con certezza però posso consigliarvene la lettura. [recensione completa qui]

La rivelazione – James Dashner: fino all’ultimo, non avrei saputo dire come sarebbe finito il libro, e la conclusione mi è piaciuta, sebbene avrei voluto sapere cosa accadrà ai nostri personaggi in futuro. [recensione completa qui]

Quattro Il risveglio – Luca Farru: mi ha veramente catturata e coinvolta fin dalle prime pagine, e infatti non nego di averlo finito in due giorni. [recensione completa qui]

Lizzie – Shirley Jackson: una lettura piacevole (per quanto possa essere piacevole leggere di una tematica di questo tipo). [recensione completa qui]

Death Note – Takeshi Obata, Tsugumi Ohba: non sarà perfetto, ma si avvicina molto ad esserlo. [recensione completa qui]

L’ipnotista – Lars Kepler: se lo studio della mente umana vi incuriosisce, se volete un libro il cui finale vi tenga incollati alle pagine con la sua suspense, è il libro che fa per voi. [recensione completa qui]

 

Bene lettori siamo giunti al termine di questo wrap up.

Voi cosa avete letto? Vi sono piaciute le vostre letture? Fatemi sapere!

Vi lascio il link del wrap up di Ottobre qui.

A presto lettori,

erigibbi

©

[ATTENZIONE! Sono affiliata ad amazon, dunque cliccando sui miei link e acquistando qualunque cosa percepirò una commissione per un massimo del 10% che amazon mi pagherà in buoni spendibili sul suo stesso sito e che io utilizzerò per comprare libri ed alimentare il blog ed il canale YT.
Se vuoi sostenermi compra da amazon attraverso i link sovrastanti o attraverso questo link generico: http://amzn.to/2oDpsz8]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.