La Casa di Carta – Prima stagione: una serie tv spagnola che racconta il colpo (quasi?) perfetto alla Zecca di Stato di Madrid.

La Casa di Carta

La Casa di Carta (titolo originale La Casa de Papel) è una serie tv spagnola trasmessa su Netflix, il quale ha modificato la durata degli episodi (in originale gli episodi durano 70-75 minuti mentre Netflix ha trasmesso ogni episodio nel formato tipico di questa piattaforma ovvero 45-50 minuti).

Ne La Casa di Carta ci sono otto rapinatori con competenze da delinquenti diverse e tutti, per un motivo o l’altro, sono accomunati dal fatto che non hanno nulla da perdere. Sono guidati da una mente criminale geniale che si fa chiamare ‘il Professore’, che sembra aver ideato un piano almeno all’apparenza infallibile. Il gruppo attacca la Zecca di Stato di Madrid e si rinchiude dentro (ad esclusione del Professore che li segue dall’esterno) con diversi ostaggi. Il loro scopo è stampare più di due miliardi di euro. E qui sta la ribellione dei rapinatori che tecnicamente non hanno intenzione di rubare a nessuno appropriandosi dei mezzi di produzione dello Stato.

La prima stagione si basa sul racconto della rapina, del piano perfetto (o quasi?) che sembra sempre sul punto si sgretolarsi e finire in catastrofe (per i rapinatori).

Ci sono flashback che riportano non solo alla preparazione dei personaggi protagonisti della serie (i rapinatori e il professore si sono infatti nascosti per cinque mesi in una tenuta di Toledo per esercitarsi ed imparare il necessario a fronte della rapina), ma anche sulle loro vite private.

Una serie tv spagnola che presenta attori praticamente sconosciuti, ma molto bravi (una nota di merito per Álvaro Morte che interpreta ‘il Professore’ e Pedro Alonso che interpreta Berlino), e un ritmo incalzante, quasi sempre ansiogeno dato da situazioni tese che si susseguono di continuo. Se la si guarda con occhio critico potremmo scovare azioni paradossali, anche poco credibili, ma, per quanto mi riguarda, sono stata talmente catturata da questa serie che non sono andata a cercare il pelo sull’uovo. Ho preso tutto per fattibile e ne sono rimasta affascinata. Certo, spesso assume i caratteri della telenovela (vedi Raquel, la negoziatrice, con una vita privata disastrosa, molto emotiva, troppo considerato il lavoro che fa; e da Raquel potremo passare ad Angel, il suo collega e così via), ma sono aspetti che forse vanno ad alleggerire la situazione e che non mi sono dispiaciuti.

Ho anche cercato di ricordarmi più volte che i buoni non sono i rapinatori ma la polizia eppure è impossibile non affezionarsi ai criminali che portano la maschera di Dalì. (Denver su tutti è il mio preferito).

La Casa di Carta è una serie tv perfetta per gli amanti del genere poliziesco-thriller e per chi ama i colpi di scena. Una serie che si adatta perfettamente al binge watching perché fermarsi è praticamente impossibile.

la casa di cartala casa di cartala casa di cartala casa di carta

Leggi altre Recensioni Film e Serie TV

A presto serie tv addicted,

erigibbi

©

[ATTENZIONE! Sono affiliata ad amazon, dunque cliccando sui miei link e acquistando qualunque cosa percepirò una commissione per un massimo del 10% che amazon mi pagherà in buoni spendibili sul suo stesso sito e che io utilizzerò per comprare libri ed alimentare il blog ed il canale YT.
Se vuoi sostenermi compra da amazon attraverso questo link generico: http://amzn.to/2oDpsz8]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.