Il giro del mondo in 80 giorni – Jules Verne: nato dalla possibilità di circumnavigare il mondo grazie alle innovazioni tecnologiche del XIX secolo.

Il giro del mondo in 80 giorni

il giro del mondo in 80 giorniTITOLO: Il giro del mondo in 80 giorni

AUTORE: Jules Verne

EDITORE: Rizzoli

PREZZO: € 8.90 cartaceo; € 1.50 e-book

 

RECENSIONE:

Anche chi non ha mai letto Il giro del mondo in 80 giorni di Jules Verne saprà di cosa parla questo classico della letteratura, d’altronde anche il titolo è piuttosto esplicativo.

Il protagonista è Phileas Fogg, un inglese cocciuto, maniaco della precisione, che scommette con i suoi compagni del circolo che il giro del mondo in 80 giorni sia possibile, imprevisti compresi. E così, dopo aver scommesso ben ventimila sterline, Phileas Fogg decide di partire subito assieme al suo domestico, neo assunto, Passepartout (italianizzato nell’edizione che ho letto io come Gambalesta; in altre edizioni lo potete trovare col nome di Sbrigatutto; personalmente avrei preferito se si fosse mantenuto il nome di Passepartout visto che anche in questo caso, un po’ come il contenuto del libro che si conosce a prescindere dalla sua lettura, Passepartout ha fatto storia e il suo nome è noto ai più).

Inutile dire che durante il loro viaggio Phileas Fogg e il suo domestico ne dovranno passare di ogni e l’insuccesso sembra spesso dietro l’angolo visto che imprevisti di ogni genere e gravità si abbattono sui nostri viaggiatori.

Phileas Fogg è un personaggio strano; personalmente non mi sono affezionata a lui, anzi, all’inizio mi stava addirittura antipatico, solo nelle ultime pagine ho cominciato ad apprezzarlo, ma non è di certo tra i miei personaggi preferiti. È un uomo rigido, inflessibile e flemmatico; un uomo che fa il viaggio del mondo, ma non presenta alcun minimo interesse nel vedere con i propri occhi i paesaggi, le persone e le culture che lo circondano. Un uomo che risolve ogni problema con l’utilizzo del denaro, una nota a sua favore è la generosità: se fosse stato pure tirchio sarebbe risultato altamente insopportabile ai miei occhi. Non manca di ingegno e intelletto, ma ne fa uso solo nel momento in cui i soldi non possono risolvere le difficoltà che si vede costretto ad affrontare.

Tutt’altra storia invece per il suo domestico. Sicuramente più simpatico del suo padrone, Gambalesta è un ragazzone ingenuo, che si fida cecamente di qualsiasi persona, a volte riponendo fiducia nei personaggi sbagliati (o quasi), astuto e intelligente (anche se non sembra). È sicuramente colui che dà un po’ di brio alla storia, altrimenti eccessivamente monotona, per i miei gusti almeno.

È stato sicuramente interessante notare come Verne descriva certi popoli e certe culture, anche se purtroppo non mancano frasi razziste (cosa «comprensibile» però se consideriamo che è stato pubblicato nel 1873) e indubbiamente si nota la sua passione per i viaggi, la volontà di scoprire posti nuovi: il suo essere stato un viaggiatore mancato ha sicuramente influenzato questo scritto.

Devo dire che il libro non mi ha colpito particolarmente. Certi passaggi mi incuriosivano e mi divertivano, ma purtroppo in molti altri ero anche abbastanza annoiata. Mi aspettavo un viaggio più emozionante, irto di pericoli (non mancano le avventure, certo, ma è stato tutto piuttosto soft rispetto a quello che mi ero immaginata). Di sicuro la colpa è anche mia, probabilmente non ho apprezzato particolarmente il libro a causa di aspettative molto alte e per il fatto che, come vi accennavo poche righe più su, mi aspettavo qualcosa di più emozionante e pericoloso.

Credo comunque che Il giro del mondo in 80 giorni di Jules Verne sia un classico che vada letto, come tutti i classici. Ci sono quelli più adatti a noi e quelli meno adatti, ma per come la vedo io, la loro lettura è un aspetto fondamentale della nostra cultura.

il giro del mondo in 80 giorniil giro del mondo in 80 giorniil giro del mondo in 80 giorni

Link Amazon: https://amzn.to/2OFEFd3

Leggi anche altre Recensioni libri

Voi lo avete letto? Cosa ne pensate? Fatemi sapere!

A presto lettori,

erigibbi

©

[ATTENZIONE! Sono affiliata ad amazon, dunque cliccando sui miei link e acquistando qualunque cosa percepirò una commissione per un massimo del 10% che amazon mi pagherà in buoni spendibili sul suo stesso sito e che io utilizzerò per comprare libri ed alimentare il blog ed il canale YT.
Se vuoi sostenermi compra da amazon attraverso il link sovrastante oppure attraverso questo link generico: http://amzn.to/2oDpsz8]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.