Il fiume della colpa – Wilkie Collins: i tipici elementi della narrativa inglese dell’Ottocento che danno vita ad un romanzo giallo carico di misteri.

Il fiume della colpa

il fiume della colpaTITOLO: Il fiume della colpa

AUTORE: Wilkie Collins

EDITORE: Fazi

PREZZO: € 17.50 cartaceo; € 2.99 e-book

 

RECENSIONE:

Devo ammettere la mia ignoranza inerente a Wilkie Collins che scopro essere stato non solo amico e collaboratore di Charles Dickens, ma anche uno degli scrittori inglesi di rilevo sia per la produzione fantastica che per quella gialla, per la quale oggi è maggiormente conosciuto. E sarà proprio su questo genere che mi soffermerò oggi visto che ho da poco terminato Il fiume della colpa.

Il protagonista e narratore di questa breve storia è Gerard Roylake che dopo anni passati all’estero per volere del padre ritorna nella residenza di famiglia proprio in seguito alla morte di quest’ultimo. Gerard incontrerà Cristel Toller, la figlia del mugnaio, e in lui si risveglieranno ricordi rimasti sopiti dai tempi dell’infanzia. Oltre a Cristel, Gerard conoscerà anche un uomo misterioso, forse malvagio, che tutti chiamano l’Inquilino. L’Inquilino, diventato sordo in seguito ad una malattia, è infatuato di Cristel e vedrà in Gerard un temibile rivale. Su questo si incentra il giallo e il mistero della storia: chi è veramente l’Inquilino? Cos’ha in mente di fare ai danni di Gerard? O tutti i timori sono infondati?

Ne Il fiume della colpa si possono riscontrare i tipici elementi della narrativa inglese dell’Ottocento: una fanciulla in pericolo, il colpo di fulmine, rivalità amorose e duelli, codici comportamentali da rispettare, il rapporto tra i servi e i loro padroni.

Wilkie Collins ha una scrittura magnetica: il suo stile mi ha conquistata fin dalle prime righe, non capivo, come Gerard, dove si sarebbe andati a parere e non riuscivo a chiudere il libro, dovevo sapere, dovevo scoprire, dovevo risolvere il mistero, insomma, il libro e le sue pagine scorrevano come un fiume in piena.

La cosa che più mi sorprende, avendo letto diversi gialli, è che ne Il fiume della colpa non c’è un assassino da scoprire, come invece mi aspettavo: bisogna «semplicemente» scoprire i sotterfugi dell’Inquilino e il suo carattere, che rimane un’incognita fino all’ultima pagina.

Gerard, pur sapendo com’è andata a finire l’intera vicenda, non ci svela mai troppo, ci narra i fatti così come lui li ha vissuti e così noi lettori proveremo le stesse sue insicurezze e perché no, ci faremo ingannare con semplicità dalle stesse persone che hanno ingannato lui. Qui sta la potenza narrativa di Wilkie Collins: è bravissimo a non svelare mai troppo e a far vivere al lettore esattamente le stesse emozioni, gli stessi dubbi, le stesse incertezze che ha vissuto Gerard. Cercheremo di capirne di più, di scoprire il mistero prima di Gerard, ci piacerebbe essere pronti a dire al nostro amico narratore: «Ecco qui, è questa cosa che tu non hai capito, è questo comportamento; è chiaro che i fatti sono andati in questo modo per questo motivo!», be’ preparatevi perché non sbroglierete la matassa prima di Gerard, sarà solamente lui a rendere chiarezza nel vostro fiume di idee ingarbugliate.

Wilkie Collins concluderà la storia con maestria, e tutto vi sembrerà semplice e banale, vi darete una manata sulla fronte ed esclamerete: «Cavolo, ci potevo anche arrivare!» e invece no, cari lettori, perché Wilkie Collins è stato maledettamente bravo a rendere questo libro un mistero fin dalla prima pagina, un mistero ben pensato e ben costruito che vi terrà inevitabilmente incollati alle pagine anche se non c’è nessun assassino da scovare e nessun omicidio da risolvere.

il fiume della colpail fiume della colpail fiume della colpail fiume della colpa

Link Amazon: https://amzn.to/2vAuU90

Leggi anche altre Recensioni libri

Voi lo avete letto? Cosa ne pensate? Fatemi sapere!

A presto lettori,

erigibbi

©

[ATTENZIONE! Sono affiliata ad amazon, dunque cliccando sui miei link e acquistando qualunque cosa percepirò una commissione per un massimo del 10% che amazon mi pagherà in buoni spendibili sul suo stesso sito e che io utilizzerò per comprare libri ed alimentare il blog ed il canale YT.
Se vuoi sostenermi compra da amazon attraverso il link sovrastante oppure attraverso questo link generico: http://amzn.to/2oDpsz8]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.