WRAP UP Letture del mese Luglio 2018: ritorna l’appuntamento con la rubrica in cui potete leggere un riassunto di tutte le letture uscite questo mese.

WRAP UP Letture del mese Luglio 2018

La famiglia Aubrey – Rebecca West: n libro che vi consiglio proprio perché scritto in modo impeccabile, ma se avete amato alla follia la saga dei Cazalet state attenti perché in questo libro non troverete nemmeno un quarto della vivacità, del brio e dell’affetto provato per la famiglia Cazalet. [recensione completa qui]

Il sognatore – Laini Taylor: una storia che vi entra dentro e che non vi lascerà andare nemmeno nel momento in cui chiuderete il libro. [recensione completa qui]

Musica – Yukio Mishima: una lettura che dopo averla terminata sentirete ancora e ancora nella vostra testa, un po’ come se fosse musica. [recensione completa qui]

Una ragazza inglese – Beatrice Mariani: ottimo come lettura da ombrellone, da fare quando siete rilassati e non avete voglia di leggere nulla di pesante. [recensione completa qui]

La ragazza che amava la pioggia – K.A. Tucker: un libro adatto a chi vuole leggere un romance con un pizzico di suspense. [recensione completa qui]

Le voci di Marrakech – Elias Canetti: un buon romanzo per chi ama conoscere culture diverse e tradizioni antiche. [recensione completa qui]

Esclusa – Denise Prencipe: se siete dei ragazzi giovani, degli adolescenti, se credete che le vostre parole non facciano del male, se vi sentite soli e derisi dai vostri compagni di classe, Esclusa può essere una lettura adatta a voi. [recensione completa qui]

La vittima perfetta – Robert Bryndza: un buon libro d’intrattenimento, ma niente di più, purtroppo. [recensione completa qui]

Waiting – Erika Vanzin: un libro che può piacere agli amanti dei romance; potete leggerlo come intermezzo della London Series oppure come un libro a parte, essendo un autoconclusivo. A voi la scelta. [recensione completa qui]

Lo scudo di Talos – Valerio Massimo Manfredi: può appassionare tutti gli amanti della storia. [recensione completa qui]

Gli occhi neri di Susan – Julia Heaberlin: un buon libro psicologico e di analisi del post trauma che descrive le vicende della protagonista e il suo desiderio di rivalsa. [recensione completa qui]

Due semplici parole – Erika Vanzin: questa serie è composta da romanzi freschi, leggeri (Waiting un po’ meno), ci sono due protagonisti che possono sembrare reali, c’è una storia d’amore che può essere reale e proprio per questi motivi vi consiglio queste letture. [recensione completa qui]

Saga 4 – Brian K. Vaughan, Fiona Staples: più cupo, sia nei colori che nella storia in sé. Più violento, più drammatico, più triste. Mi è piaciuto tanto quanto i precedenti volumi, ma sia durante che alla fine della lettura sono stata costantemente rattristata, quasi depressa perché per la prima volta, con un pugno nello stomaco, mi sono resa conto che siamo davvero in guerra, che non ci saranno sconti, che le persone moriranno, protagonisti principali o no, tutti hanno la stessa probabilità di morire, il lieto fine non è così scontato. [recensione completa qui]

1984 – George Orwell: un libro che per la sua potenza, per la sua forte denuncia, per essere fonte di riflessione, per i suoi temi attuali dovrebbe essere letto una volta nella vita da tutti. [recensione completa qui]

La venditrice di sogni – Simone Leonetti: credo che tutta la storia, nelle sue sfaccettature, potesse essere approfondita di più. Più volte avevo l’impressione che il tutto fosse scritto in modo troppo superficiale e troppo semplificato. Nulla da dire invece sul messaggio che l’autore ha voluto trasmettere con le sue parole. [recensione completa qui]

Fiore di Neve e il ventaglio segreto  – Lisa See: una lettura di certo non facile per la drammaticità e per i temi, ma che mi è entrata nel cuore. [recensione completa qui]

Cecità – José Saramago: un libro interessante, un libro che porta i lettori alla riflessione perché mano a mano che proseguiremo nella lettura saremo sempre più consapevoli che la condizione e i comportamenti descritti da Saramago non sono opera di fantasia, ma la descrizione della realtà. [recensione completa qui]

Cuore di tufo – Giuseppe Chiodi: un libro consigliato a chi ama il dark fantasy e l’urban fantasy e che non disdegna un po’ di curiosità per il folklore partenopeo. [recensione completa qui]

 

Bene lettori siamo giunti al termine di questo wrap up.

Voi cosa avete letto? Vi sono piaciute le vostre letture? Fatemi sapere!

Vi lascio il link del wrap up di Giugno qui

A presto lettori,

erigibbi

©

[ATTENZIONE! Sono affiliata ad amazon, dunque cliccando sui miei link e acquistando qualunque cosa percepirò una commissione per un massimo del 10% che amazon mi pagherà in buoni spendibili sul suo stesso sito e che io utilizzerò per comprare libri ed alimentare il blog ed il canale YT.
Se vuoi sostenermi compra da amazon attraverso i link sovrastanti o attraverso questo link generico: http://amzn.to/2oDpsz8]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.