La vittima perfetta – Robert Bryndza: un thriller che parte con le migliori intenzioni, ma il cui risultato finale non appare molto realistico.

La vittima perfetta

la vittima perfettaTITOLO: La vittima perfetta

AUTORE: Robert Bryndza

EDITORE: Newton Compton Editori

PREZZO: € 9.90 cartaceo; € 2.99 e-book

 

RECENSIONE:

L’ispettore capo Erika Foster si trova ad affrontare un nuovo caso di omicidio alquanto oscuro. Un medico viene trovato morto nella sua casa, completamente nudo, con un sacchetto in testa. La vittima è stata narcotizzata con la droga dello stupro inserita nel bicchiere di vino trovato in cucina, ma la causa della morte è asfissia. A primo impatto la scena sembrerebbe un crimine a sfondo sessuale, ma nessuna prova sembra confermare completamente tale ipotesi.

Pochi giorni dopo, la scena si ripete: un altro uomo ucciso con le stesse identiche modalità. Due uomini, separati e single, ma sembra che non ci sia niente altro in comune tra le due vittime.

Un serial killer si aggira nella notte selezionando con cura le proprie vittime e con astuzia non lascia tracce. Una corsa contro il tempo per cercare di ridurre al minimo le vittime che «l’Ombra della notte» lascia dietro di sé senza pietà.

Avendo letto il primo romanzo di Bryndza «La donna di ghiaccio» e avendolo molto apprezzato, sono partita con questa lettura con le migliori aspettative che puntualmente sono state però deluse.

Ho ritrovato una protagonista ancora più indurita, spocchiosa e veramente odiosa. Se nel primo capitolo ci poteva anche stare, vista la morte recente del marito, qui il suo comportamento, a mio avviso, è del tutto immotivato e piuttosto fastidioso. Molto più piacevoli e ben caratterizzati gli altri personaggi di contorno che rendono la lettura molto più gradevole e interessante.

«Erika sentiva di avere la risposta sotto il naso. Celata in un dettaglio apparentemente irrilevante. Era sempre così: un piccolo indizio quasi invisibile, come un punto saltato in una cucitura. Doveva trovare il filo che cedeva, tirarlo, e in un attimo si sarebbe sbrogliata l’intera matassa.»

Nonostante l’insolenza della protagonista la prima metà del libro mi ha completamente rapita tenendomi incollata alle pagine. Le basi di questo thriller infatti, secondo me, sono molto buone: un serial killer, due vittime apparentemente senza collegamento, scene sempre molto pulite e simili tra loro. Il lettore viene risucchiato nel caso cercando di capire chi può essere l’assassino e le ragioni della sua ferocia. Il boccone amaro arriva verso metà romanzo quando ci viene rivelata con nonchalance l’identità del serial killer. Ebbene sì, da metà libro in poi noi sapremo chi è il colpevole, e illudendomi ho sperato fino all’epilogo che Bryndza avesse in serbo un’idea geniale che ribaltasse tutto alla fine, ma così non è stato. Da metà libro in poi ci troviamo a leggere soltanto di goffe imprese del nostro ispettore capo, al limite del realismo, che non danno la giusta suspense alla narrazione, perdendo quindi di attendibilità.

«Non siamo mai riusciti a capire come ragiona, cosa pensa.»

Anche l’assassino si rivela poco credibile, con capacità paragonabili a quelle di Bruce Lee, ma a cui non viene data una spiegazione di come le abbia acquisite. Le vicende, seppur ben strutturate e ben descritte, restano purtroppo molto inverosimili.

Un lato positivo di questo romanzo è sicuramente la scrittura particolarmente coinvolgente e scorrevole; nota dolente invece sono i numerosissimi refusi. Pur essendo il secondo volume di una serie è comunque indipendente dal primo e si può quindi leggere senza aver letto il precedente libro. La vittima perfetta è un buon libro d’intrattenimento, ma niente di più, purtroppo.

il sognatoreil sognatoreil sognatore

Link Amazon: https://amzn.to/2zpDUlH

Leggi anche altre Recensioni libri

Voi lo avete letto? Cosa ne pensate? Fatemi sapere!

A presto lettori,

Federica

[ATTENZIONE! Sono affiliata ad amazon, dunque cliccando sui miei link e acquistando qualunque cosa percepirò una commissione per un massimo del 10% che amazon mi pagherà in buoni spendibili sul suo stesso sito e che io utilizzerò per comprare libri ed alimentare il blog ed il canale YT.
Se vuoi sostenermi compra da amazon attraverso il link sovrastante oppure attraverso questo link generico: http://amzn.to/2oDpsz8]

erigibbi

©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.