Il sognatore – Laini Taylor: dopo La chimera di Praga, Laini Tylor torna con Il sognatore, primo volume di una duologia che fa sognare i lettori.

Il sognatore

il sognatoreTITOLO: Il sognatore

AUTORE: Laini Taylor

EDITORE: Fazi

PREZZO: € 14.50 cartaceo; € 6.99 e-book

 

RECENSIONE:

È uscito ieri per la Fazi Il sognatore di Laini Taylor, primo libro fantasy di una duologia (vi dico già che il seguito dovrebbe uscire in Italia ad inizio 2019. Come faremo ad aspettare? Non ne ho la più pallida idea).

Quando ho letto il nome dell’autore, Laini Taylor, mi aspettavo proprio un uomo, e invece scopro una donna dai capelli rosa shocking. Visto il libro, forse potevo aspettarmelo. Magari alcuni di voi la conoscono già per la trilogia de La chimera di Praga (trilogia che non ho letto, ma che non esiterò a fare perché Laini Taylor, per quanto mi riguarda, è una delle più brave scrittrici fantasy americane presenti al giorno d’oggi).

Spesso in un fantasy si possono riscontrare somiglianze, punti in comune, ispirazioni da altri fantasy più famosi, ma qui dentro non c’è nulla di tutto ciò. È un fantasy creato dalla A alla Z, non ci sono cliché, non ci sono cose già lette e rilette, è tutto nuovo, tutto innovativo, tutto originale. Dire che un libro è bellissimo sembra sempre molto riduttivo, ma in questo caso faccio veramente fatica a scovare altri aggettivi per descrivere la bellezza e la perfezione di questa storia perché se ci penso mi sconvolgo ancora. La bravura di questa autrice mi commuove, e credetemi, non è affatto un’esagerazione.

Andiamo con ordine. Cercherò di riassumere in pochissime righe una trama veramente complessa.

Lazlo Strange è un orfano cresciuto dai monaci e poi, una volta ragazzo, è cresciuto a pane e libri.

Lazlo non sarebbe potuto appartenere alla biblioteca più sinceramente se fosse stato un libro. Nei giorni seguenti – e poi i mesi e gli anni, mentre diventava un uomo – raramente lo si vide senza un libro aperto davanti al viso. Leggeva mentre camminava. Leggeva mentre mangiava. Gli altri bibliotecari sospettavano che leggesse anche nel sonno, oppure che non dormisse affatto. Nelle occasioni in cui alzava davvero gli occhi dalla pagina, sembrava sempre che si svegliasse da un sogno. Strange il Sognatore, lo chiamavano. Il sognatore, Strange.

La sua ossessione è Pianto, una città devastata da un massacro avvenuto molti anni prima. A Pianto vivevano Dèi e umani. Gli Dèi hanno però deciso di prendere il sopravvento sugli umani e di sfruttarli in ogni modo finché Eril-Fane, soprannominato poi il Massacratore degli Dèi, non si è ribellato. Lazlo vuole scoprire qualsiasi cosa di Pianto: perché ora prende questo nome? Perché nessuno ricorda il vero nome della città? Cos’è successo realmente?

Si rese conto che per tutto quel tempo aveva visto il Massacratore degli Dèi come un eroe, non come un uomo, ma che gli eroi, qualsiasi altra cosa siano, sono anche uomini – e donne – e preda dei problemi umani come chiunque altro.

I personaggi creati da Laini Taylor sono tanti e tutti caratterizzati alla perfezione.

Tyon, soprannominato il figlioccio d’oro, alchimista, altezzoso e snob, non capisce che le persone possono essere gentili senza voler nulla in cambio; Sparrow ha la capacità di togliere oppure dare la vita e far crescere piante, fiori e frutti; Ruby può dar fuoco a cose e persone, può diventare una sorta di torcia umana per intenderci; Feral ha la capacità di usare l’acqua a suo piacimento facendo piovere le nuvole scure da lui create; Minya ha il dono di tener legati a sé le anime dei morti e di piegarle al suo volere; Sarai può entrare nei sogni della gente e provocare terribili incubi, ma anche alleviare le sofferenze attenuando i brutti sogni delle persone. Minya e Sarai sono le due divinità che più si differenziano: la prima è rancorosa, piena di odio nei confronti degli uomini in generale e del Massacratore degli Dèi in particolare, per aver ucciso quasi tutte le divinità e i bambini innocenti; la seconda ha un animo puro, capace di perdonare, di vedere gli sbagli da parte di entrambe le fazioni, convinta che una nuova vita in armonia sia possibile. Sarà proprio Sarai ad incontrare Lazlo, il sognatore, bibliotecario dall’animo nobile e dal cuore puro, ossessionato da Pianto, dalla sua storia e dal suo vero nome, capace di immaginare e creare storie, nuovi paesaggi, nuove vite.

«Sarai», disse, e se i ravid avessero fatto le fusa il suono sarebbe stato simile al modo in cui pronunciò il suo nome. «Devi averlo capito. Io ti voglio nella mia mente».

Il mondo creato dalla Taylor è magico, onirico, complesso e surreale. Fin dalle prime pagine mi sembrava di leggere una fiaba, poi ho capito, ho realizzato: era più un sogno che una fiaba. Lo stile dell’autrice si è adattato perfettamente al contenuto della storia e al suo principale protagonista. Ne sono rimasta totalmente affascinata, non mi sembrava vero di avere tra le mani un libro scritto così bene.

Il sognatore è un libro impeccabile: per lo stile, per il mondo creato, le descrizioni, i personaggi, la storia. Sono più di 500 pagine che scorrono come acqua, non vi renderete conto della quantità di parole da leggere perché sarete così catturati da quelle parole che girerete e girerete le pagine senza rendervene conto e in pochi giorni starete lì, in lacrime, sia per il finale sia perché dovete aspettare almeno sei mesi per poter leggere il seguito.

Dire che Il sognatore è un libro che vi farà sognare è banale, lo so, ma è veramente così, credetemi, è una storia che vi entra dentro e che non vi lascerà andare nemmeno nel momento in cui chiuderete il libro. Io continuo a pensarci, è diventato la mia ossessione così come Pianto lo è per Lazlo. Mi piacerebbe se diventasse anche il vostro sogno e la vostra ossessione.

il sognatoreil sognatoreil sognatoreil sognatoreil sognatore

Link Amazon: https://amzn.to/2u5IDTp

Leggi anche altre Recensioni libri

Voi lo avete letto? Cosa ne pensate? Fatemi sapere!

A presto lettori,

erigibbi

©

[ATTENZIONE! Sono affiliata ad amazon, dunque cliccando sui miei link e acquistando qualunque cosa percepirò una commissione per un massimo del 10% che amazon mi pagherà in buoni spendibili sul suo stesso sito e che io utilizzerò per comprare libri ed alimentare il blog ed il canale YT.
Se vuoi sostenermi compra da amazon attraverso il link sovrastante oppure attraverso questo link generico: http://amzn.to/2oDpsz8]

2 Replies to “Il sognatore – Laini Taylor RECENSIONE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.