La ragazza nel parco – Alafair Burke: un thriller scritto in modo impeccabile, che mi ha sorpreso per il finale inaspettato, ma che non mi ha lasciato nulla

La ragazza nel parco

la ragazza nel parcoTITOLO: La ragazza nel parco

AUTORE: Alafair Burke

EDITORE: Piemme

PREZZO: € 9.90 cartaceo; € 7.99 e-book

 

RECENSIONE:

Jack Harris, famoso scrittore, padre di una sveglia adolescente e vedovo in seguito ad una sparatoria avvenuta per mano di un ragazzino, si ritrova improvvisamente accusato di triplice omicidio.

La figlia chiamerà Olivia Randall, avvocato di New York, nonché ex fidanzata di Jack, per riuscire a salvare il padre dal carcere.

È riassumibile in pochissime righe la trama di questo thriller, nonostante i personaggi, principali e secondari, abbiano una lunga storia alle spalle che in un modo o nell’altro li collega.

Devo dire che quando ho terminato La ragazza nel parco mi sono trovata in difficoltà nel dare un giudizio quantitativo in stelline su Goodreads. Perché? Perché Alafair Burke è riuscita a fregarmi. Non avevo minimamente capito chi fosse realmente il colpevole del triplice omicidio. Per tutta la lettura mi sono ritrovata a chiedermi se Jack fosse o meno colpevole, pendendo prima da un lato e poi dall’altro, a seconda delle prove dell’accusa e/o della difesa che saltavano fuori come funghi nella stagione autunnale.

Questo è sicuramente un punto a favore del libro, un grosso punto a favore considerando che era da un po’ di tempo che non riuscivo a capire il colpevole di un thriller o di un giallo, però. Però il libro non mi ha trasmesso nulla. Leggevo quasi spinta da una forza gravitazionale, ma non ero realmente presa da quello che leggevo. Certo, volevo sbrogliare la matassa, volevo capirne qualcosa, ma non ero particolarmente entusiasta della lettura. Anzi, spesso ne ero addirittura annoiata.

Lo stile di Alafair Burke è impeccabile, il libro è scritto bene, è scorrevole, forse semplicemente non è per me uno stile magnetico, di quelli che ti catturano e non ti lasciano più, di quelli che ti potrebbero far fare anche le due di notte pur di finirlo e capirci qualcosa.

È un peccato perché riconosco che l’autrice è riuscita a fare quello che molti thriller ultimamente non sono riusciti ad ottenere con me: sorprendermi.

Purtroppo esistono anche quei libri scritti bene, impeccabili nella forma, che però non ti lasciano nulla, né durante né dopo la lettura. La ragazza nel parco rientra tra questi, e lo dico con sommo dispiacere.

la ragazza nel parcola ragazza nel parcola ragazza nel parco

Link Amazon: https://amzn.to/2KjLuPr

Leggi anche altre Recensioni libri

Voi lo avete letto? Cosa ne pensate? Fatemi sapere!

A presto lettori,

erigibbi

©

[ATTENZIONE! Sono affiliata ad amazon, dunque cliccando sui miei link e acquistando qualunque cosa percepirò una commissione per un massimo del 10% che amazon mi pagherà in buoni spendibili sul suo stesso sito e che io utilizzerò per comprare libri ed alimentare il blog ed il canale YT.
Se vuoi sostenermi compra da amazon attraverso il link sovrastante oppure attraverso questo link generico: http://amzn.to/2oDpsz8]

Rispondi