Le regole del delitto perfetto RECENSIONE IN PILLOLE: anche la terza stagione si conferma come una serie tv brillante, dal ritmo serrato e sfrenato.

Le regole del delitto perfetto

Se vi siete persi la recensione della prima e della seconda stagione potete cliccare rispettivamente qui e qui.

In questa terza stagione assistiamo al crollo di Annalise Keating: una donna tanto forte quanto piena di dubbi e insicurezze. Assistiamo (finalmente) a qualcosa che nella vita reale accade sul serio: finire in carcere in seguito ad una serie di delitti commessi.

Non è tutto così semplice, facile e scontato come può sembrare però finalmente in questo modo Le regole del delitto perfetto assume un tono più realistico e veritiero.

I punti forti della serie rimangono gli stessi, d’altra parte squadra che vince non si cambia: cliffhanger a rotta di collo, flashback e flashforward che illudono lo spettatore, gli fanno credere di aver capito qualcosa quando, siamo onesti, non possiamo mai prevedere nulla di quello che accadrà.

Questa stagione si caratterizza poi per la morte di uno dei Keating 5, una morte che lascia sbalorditi e amareggiati (almeno per chi amava il morto in questione!). Come si evolverà la faccenda? Be’, non ci resta che seguire la quarta stagione.

le regole del delitto perfettole regole del delitto perfettole regole del delitto perfettole regole del delitto perfetto

Leggi altre Recensioni Film e Serie TV

A presto serie tv addicted,

erigibbi

©

[ATTENZIONE! Sono affiliata ad amazon, dunque cliccando sui miei link e acquistando qualunque cosa percepirò una commissione per un massimo del 10% che amazon mi pagherà in buoni spendibili sul suo stesso sito e che io utilizzerò per comprare libri ed alimentare il blog ed il canale YT.
Se vuoi sostenermi compra da amazon attraverso questo link generico: http://amzn.to/2oDpsz8]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.