La manutenzione dei sensi – Franco Faggiani: un romanzo che con semplicità ed eleganza racconta come ritrovare se stessi in un luogo di montagna.

La manutenzione dei sensi

la manutenzione dei sensiTITOLO: La manutenzione dei sensi

AUTORE: Franco Faggiani

EDITORE: Fazi

PREZZO: € 16.00 cartaceo; € 7.99 e-book

 

RECENSIONE:

Leonardo, scrittore cinquantenne, dopo la morte dell’amata moglie Chiara si abbandona ad un futuro incerto contornato da tristezza e rassegnazione. E forse proprio in questo modo sarebbe continuata la sua vita se non avesse avuto al suo fianco la forza della natura, sua figlia Nina. Dopo essere andata a fare volontariato in un orfanotrofio, dove anni fa era stata volontaria anche la madre, Nina ha l’idea di portare a casa sua, in affido temporaneo, Martino, un bambino di otto anni molto schivo e taciturno. Martino non è un bambino di molte parole, è molto bravo in certe materie mentre in altre proprio non decolla. Si verrà poi a scoprire che il ragazzo ha la sindrome di Asperger.

Dopo la partenza di Nina per l’America a causa dei suoi studi medici, Leonardo decide di trasferirsi da Milano alla baita in montagna, tra le Alpi piemontesi. Una decisione che ben presto cambierà la sua vita e quella di Martino.

Con la voce narrante del protagonista Leonardo, La manutenzione dei sensi parla di vita, di cambiamenti, di rinascite e di come, dopo situazioni difficili, si riesca anche grazie alla natura a ritrovare se stessi. Entreremo nella vita del protagonista devastata dalla morte della moglie e insieme a lui impareremo a vivere e a godere delle piccole cose.

Leonardo e Martino sono due anime in disordine che si trovano e con silenzi, distacco misurato e rispetto reciproco dei propri spazi, iniziano a mettere ordine nel caos delle loro vite. Insieme impareranno ad amarsi come padre e figlio, ad accettarsi per ciò che sono.

Fattore fondamentale in questo romanzo è la montagna. Entrambi i protagonisti infatti proprio grazie alla natura e all’ambiente che li circonda riescono a ritrovare se stessi. La montagna, gli animali, il bosco e il lavoro nei campi a contatto con la terra conducono Leonardo e Martino nel loro habitat, li avvicinano e li portano a sentirsi davvero bene, ad essere felici pur accettando i momenti di malinconia.

L’isolamento a noi piaceva. Molto. Lo consideravamo protettivo, rassicurante. Martino aveva trovato quella parte di mondo più consona alla sua indole, e io avevo soddisfatto un desiderio rimasto troppo a lungo in sospeso. Facevamo entrambi quel che ci piaceva fare, eravamo come ci piaceva essere.

Con una scrittura scorrevole, elegante e magistrale Faggiani riesce a tenere il lettore incollato alle pagine senza mai annoiarlo, nonostante il racconto sia molto lineare, senza colpi di scena: un racconto di vita, vita normale trascorsa tra le meravigliose Alpi piemontesi.

Ho amato come Faggiani sia riuscito con semplicità a raccontare cosa sia la sindrome di Asperger che io per prima non conoscevo. Ho amato sin da subito i silenzi di Martino e le sue domande sempre così casuali per lui ma che riuscivano a mettere in difficoltà il suo interlocutore. La sua passione per gli animali e per la natura mi ha fatto inevitabilmente empatizzare con lui, ricordandomi un po’ com’ero da bambina. Con i suoi momenti taciturni e schivi, con i suoi modi a volte poco delicati di parlare alle persone Martino riesce comunque a farsi amare, perché dietro a tutti questi comportamenti che possono sembrare maleducati c’è sempre un’emozione nascosta.

Questo romanzo è una delle storie più belle e delicate che io abbia mai letto, nonostante io non sia abituata a letture così poco dinamiche ho adorato La manutenzione dei sensi dall’inizio alla fine. Un libro che deve essere letto con calma, assaporando la natura così ben descritta da sentirsi quasi parte di essa. Una lettura per chi vuole mettere ordine nei propri pensieri, nella propria vita o anche solo per rilassarsi: la definirei quasi una lettura antistress. Un racconto davvero meraviglioso per gli amanti della montagna e della natura.  Avevo molte aspettative su questo libro e sono state del tutto soddisfatte quindi non posso fare altro che consigliarvelo.

In certe giornate, quando raggiungevo qualche cresta ampliando l’orizzonte, i pensieri si liberavano più facilmente e i rimpianti per le cose che io e Chiara avremmo potuto fare e non avevamo fatto, per le assenze prolungate, per gli abbracci dati a volte con parsimonia e le parole trattenute, si alleggerivano. Alla fine. Quando tornavo a casa mi sentivo meglio di quando ero partito.

special exitsspecial exitsspecial exitsspecial exitsspecial exits

Link Amazon: https://amzn.to/2HDGMig

Leggi anche altre Recensioni libri

Voi lo avete letto? Cosa ne pensate? Fatemi sapere!

A presto lettori,

Federica

[ATTENZIONE! Sono affiliata ad amazon, dunque cliccando sui miei link e acquistando qualunque cosa percepirò una commissione per un massimo del 10% che amazon mi pagherà in buoni spendibili sul suo stesso sito e che io utilizzerò per comprare libri ed alimentare il blog ed il canale YT.
Se vuoi sostenermi compra da amazon attraverso il link sovrastante oppure attraverso questo link generico: http://amzn.to/2oDpsz8]

erigibbi

©

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.