La paziente perfetta – Jenny Blackhurst: un thriller psicologico che insegna che non bisogna idealizzarsi come curatori o salvatori degli altri.

La paziente perfetta

la paziente perfettaTITOLO: La paziente perfetta

AUTORE: Jenny Blackhurst

EDITORE: Newton Compton

PREZZO: € 10.00 cartaceo; € 3.99 e-boook

 

RECENSIONE:

Karen, Bea e Eleonor sono amiche dall’infanzia, sono come sorelle e l’una ha sempre bisogno dell’altra. Karen è una psichiatra, cerca di far star meglio i pazienti e si occupa di proteggere anche le sue migliori amiche. La sua vita viene sconvolta dall’arrivo di una nuova paziente: Jessica Hamilton, che sembra voler far del male a lei e alle sue amiche. In seguito a ciò, Karen inizierà una ricerca incessante, paragonabile all’ossessione, per scoprire cosa vuole Jessica dalla loro vita, ma tutto ciò che appare, o meglio, che Karen percepisce, non è realmente come sembra.

Spesso è più facile condividere i propri problemi con chi non ha un investimento personale nella nostra vita; fa sentire le persone meno giudicate e mette a disposizione un posto sicuro per dare aria ai proprio pensieri.

Il libro è diviso in tre parti, ma a mio avviso questa divisione poteva essere evitata perché non vi è un salto temporale o qualcosa che possa spiegare meglio al lettore ciò che sta leggendo. La storia continua da dove si era fermata.

La narrazione viene articolata in capitoli in cui il lettore viene travolto dai pensieri di Karen, Bea ed Eleonor e altri in cui si leggono i pensieri di una persona sconosciuta che, in un primo momento, il lettore può essere portato a pensare sia Jessica, ma poi, arrivato alla fine del libro, il lettore verrà confuso e non riescirà a capire chi sia la “voce” che parla in quei capitoli senza nome.

Rimanendo in tema confusione La paziente perfetta è un mix confusionario di nomi, fatti, storie che Jenny Blackhurst ha inserito nel libro senza un nesso logico, come se non fosse riuscita a raggruppare insieme tutto ciò che aveva in mente. Anche lo stile è molto confusionario: ci sono errori d’ortografia e grammaticali, ripetizioni di periodi e spesso venivano confusi i nomi delle tre donne, al punto che ho dovuto rileggere più volte intere frasi.

Come se questo non bastasse in alcuni punti il thriller non sembra tale ma una soap di beautiful, tra tradimenti e ipotesi di tradimenti che portano il lettore a non capire quale genere stia leggendo.

Nonostante questo, la storia di base è carina e il finale mi ha sconvolta, mi ha fatto rivalutare l’intero libro e mi ha fatto riflettere su quanto la mente umana possa essere particolare e quali scherzi riesca a giocarci.

Se Jenny Blackhurst avesse incentrato La paziente perfetta fin dall’inizio come ha incentrato il finale, probabilmente sarebbe stata una storia migliore.

Un’ultima constatazione che voglio fare è i riferimento alla traduzione del titolo che non c’entra nulla con la storia narrata. Il titolo originale è Before I let you in ovvero Prima che ti facessi entrare, che è un titolo che a mio avviso si sposa di più con la storia e con gli scherzi che gioca la mente ad uno dei personaggi. Il titolo utilizzato in Italia a mio avviso non c’entra nulla.

il tempo delle seconde possibilitàil tempo delle seconde possibilità

Micaela

RECENSIONE di Giorgia:

Nonostante la scorrevolezza del romanzo, sopratutto nei primi capitoli ho avuto un po’ di difficoltà a mettere a fuoco i personaggi, sia perché questi sono numerosi, sia a causa dei quattro punti di vista che vengono utilizzati per raccontare la storia. Il romanzo è infatti raccontato dal punto di vista delle tre amiche: Karen, Bea e Eleanor, più un quarto punto di vista, che fino all’ultimo non sapremo a chi appartenga.

Entreremo nella vita perfetta di Karen, psichiatra impeccabile, forte e responsabile, punto fermo per tutti, che dentro di sé nasconde un segreto che ha influenzato la sua vita da quando aveva quattro anni. Poi c’è Bea che dietro la sua finta spavalderia nasconde fragilità e paure. E infine Eleanor, madre di due bambini, sposata con Adam, sogna la famiglia perfetta ed è quello che cerca a tutti i costi di avere ma, nonostante questo, inizia a sentirsi oppressa da questa vita che non le dà la possibilità di avere tempo per sé e per realizzarsi; inoltre c’è un segreto che deve nascondere per paura che la sua famiglia perfetta si sgretoli in un attimo.

Un intreccio di bugie, di segreti, di mezze verità porteranno le nostre amiche a trovarsi in mezzo a un vortice che gira su se stesso senza mai arrivare a una fine.

Un’idea di base validissima che, a parer mio, si è persa un po’ per strada, per ritrovare la giusta via alla fine. Nonostante sia un thriller non ci sono tanti colpi di scena, anzi la storia è abbastanza piatta e tante volte un po’ confusionaria. Un punto a favore dell’autrice è stato sicuramente riuscire ad incuriosire il lettore a tal punto da farlo proseguire nella lettura. E se tante volte più che un thriller mi è sembrato di leggere la trama di una puntata di Beautiful, tra amanti, matrimoni, seconde vite e violenze, il finale mi ha sconvolto.

Il romanzo si conclude con un colpo di scena che ti fa rivalutare tutta la storia, tutti i personaggi, ti chiarisce tutti i dubbi e i sospetti che hai avuto nel corso del romanzo e ti porta a riflettere.

C’è anche da dire però che ho trovato alcuni errori della scrittrice, sulla tempistica di alcune azioni. Per esempio: in una scena un uomo si toglie la maglietta, cinque righe dopo l’uomo si ritoglie la maglietta.

Aldilà di tutto, La paziente perfetta non mi ha fatto impazzire, non lo rileggerei, ma non mi sento neanche di sconsigliarvelo completamente.

la paziente perfettala paziente perfettala paziente perfetta

Link Amazon: https://amzn.to/2JKGAeJ

Leggi anche altre Recensioni libri

Voi lo avete letto? Cosa ne pensate? Fatemi sapere!

A presto lettori,

Giorgia

[ATTENZIONE! Sono affiliata ad amazon, dunque cliccando sui miei link e acquistando qualunque cosa percepirò una commissione per un massimo del 10% che amazon mi pagherà in buoni spendibili sul suo stesso sito e che io utilizzerò per comprare libri ed alimentare il blog ed il canale YT.
Se vuoi sostenermi compra da amazon attraverso il link sovrastante oppure attraverso questo link generico: http://amzn.to/2oDpsz8]

erigibbi

©

Rispondi