L’uomo di gesso – C. J. Tudor: quando una scatola di gessetti colorati e dei disegni possono creare nella mente di una scrittrice l’input per un thriller.

L’uomo di gesso

l'uomo di gessoTITOLO: L’uomo di gesso

AUTORE: C. J. Tudor

EDITORE: Rizzoli

PREZZO: € 20.00 cartaceo; € 9.99 e-book

 

RECENSIONE:

Ed Munster vive nella stessa cittadina da quarant’anni e insegna nella scuola locale. Abita nella casa che gli ha lasciato la madre e affitta una stanza a una studentessa vivace da cui è attratto.

Ed sembra essersi lasciato il passato alle spalle, quell’estate del 1986 in cui era un ragazzino e trascorreva giorni interi con i suoi amici. Tra corse in bicicletta, spedizioni nei boschi che circondano Anderbury e i pomeriggi a scuola, il loro era un tempo sereno: erano una banda, amici per la pelle. Avevano anche un codice segreto: piccole figure tracciate col gesso colorato, per poter comunicare con messaggi comprensibili solo a loro. Poi, un giorno, quei segni li avevano condotti fino al bosco, al corpo smembrato di una ragazza. Chi sia stato l’artefice di un simile delitto, in questi trent’anni, non si è mai saputo. La verità di cosa sia successo quel giorno nel bosco non è mai emersa.

Adesso Ed ha ricevuto una lettera: un unico foglio, un uomo stilizzato, disegnato col gesso. Anche gli altri hanno ricevuto lo stesso messaggio. L’uomo di gesso è tornato.

L’uomo di gesso è un thriller che mi ha ricordato più volte lo stile di Stephen King. Balzano subito all’occhio i protagonisti di questa storia che ricordano in modo impressionante il gruppo di amici protagonisti di It; non solo perché entrambi se ne andavano in giro sulle loro bici ma anche perché in entrambi c’è una ragazza dai capelli rossi maltrattata dal padre, per fare un esempio.

La cosa mi ha lasciato alquanto perplessa. Mi sembra strano si tratti semplicemente di un caso.

A parte questo ci sono delle scene all’interno di questo libro che mi hanno ricordato in modo generale le storie e lo stile di King soprattutto l’angoscia provocata dagli uomini di gesso o la parte inverosimile in cui il protagonista vede ed interagisce con delle persone morte. Il lettore sa che non può essere vero ma la narrazione è costruita in modo tale da instillare dei dubbi al lettore stesso, caratteristiche che spesso sono presenti nei libri di King.

In generale L’uomo di gesso non mi ha colpito particolarmente: non ho provato ansia né angoscia né tantomeno voglia di scoprire il colpevole perché la storia è costruita in modo tale che sì, ok, è morto qualcuno trent’anni prima, chiaramente un omicidio considerando che il corpo è stato fatto a pezzi e che la testa non è mai stata ritrovata ma non c’è quell’ansia o quella voglia di scoprire a tutti i costi il colpevole; si punta di più sullo scoprire cosa succederà e cosa farà il protagonista. Almeno, questo è quello che ho provato io.

Molto spesso mi sono anche un po’ annoiata; sicuramente è scritto bene, lo stile è scorrevole e piuttosto accattivante ma di per sé è un libro lento, riuscivo a staccarmi tranquillamente dalla lettura, lettura che poi non riprendevo con spassionata bramosia se devo essere sincera.

Nonostante questo io comunque vi consiglio la lettura de L’uomo di gesso di C. J. Tudor; so che può sembrare un paradosso ma di per sé il libro è scritto bene e sono sicura che per alcuni amanti del thriller questo possa essere un buon libro. La storia è buona: non ho trovato eventi non sense, non ci sono sciocche storielle d’amore create ad arte per attirare una parte di pubblico. Semplicemente mi aspettavo qualcosa in più. Nota più che positiva va al finale con un cliffhanger a cui non avevo minimamente pensato e forse è anche per questo che ve lo consiglio.

l'uomo di gessol'uomo di gessol'uomo di gesso

Link Amazon: https://amzn.to/2ElNbZe

Leggi anche altre Recensioni libri

Voi lo avete letto? Cosa ne pensate? Fatemi sapere!

A presto lettori,

erigibbi

©

[ATTENZIONE! Sono affiliata ad amazon, dunque cliccando sui miei link e acquistando qualunque cosa percepirò una commissione per un massimo del 10% che amazon mi pagherà in buoni spendibili sul suo stesso sito e che io utilizzerò per comprare libri ed alimentare il blog ed il canale YT.
Se vuoi sostenermi compra da amazon attraverso il link sovrastante oppure attraverso questo link generico: http://amzn.to/2oDpsz8]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.