All’ombra di Julius – Elizabeth Jane Howard: torna in Italia l’autrice della saga dei Cazalet con 5 personaggi dalla personalità complicata.

All’ombra di Julius

all'ombra di juliusTITOLO: All’ombra di Julius

AUTORE: Elizabeth Jane Howard

EDITORE: Fazi

PREZZO: € 18.50 cartaceo; € 9.99 e-book

 

RECENSIONE:

Sono passati vent’anni dalla morte di Julius, ma il suo ultimo gesto eroico ha lasciato il segno nelle vite di chi gli era vicino.

Emma, la figlia minore, ventisette anni, ha paura degli uomini.

Cressida, la maggiore, vedova di guerra, cerca l’amore in una serie di relazioni con uomini sposati.

Esme, la vedova, ancora attraente alla soglia dei sessant’anni, è persa nella routine domestica della sua bellissima casa.

La mattina rimaneva sempre a crogiolarsi per una ventina di minuti nei ricordi del passato, non perché ne avesse di eccezionalmente felici, ma perché, prima di dare inizio a una nuova giornata, aveva bisogno di rassicurarsi che almeno finora ne fosse valsa la pena.

E poi c’è Felix, ex amante di Esme, che l’ha lasciata quando il marito è morto.

E infine Dan, un estraneo.

Si ritrovano tutti a trascorrere un weekend insieme in campagna: giornate disastrose e rivelatrici, sulle quali incombe, prepotente, l’ombra di Julius.

Esme cominciò a rendersi conto che la più grande passione di Julius era la poesia. Ma era ancora lontana dal capire fino a che punto. Julius ricorreva alla poesia in ogni occasione che comportasse una qualche emozione: compreso fare l’amore con lei.

Se il nome Elizabeth Jane Howard non vi è nuovo ma non riuscite a focalizzarlo, sappiate che questa scrittrice è l’autrice della saga dei Cazalet, diventata di successo in Italia l’estate scorsa.

All’ombra di Julius ha lo stile inconfondibile della Howard ma il mio primo pensiero, formatosi già durante la lettura, è stato che fosse un’opera immatura rispetto alla saga dei Cazalet. Ho controllato la data della prima pubblicazione ed effettivamente quest’opera è stata scritta 25 anni prima de Gli anni della leggerezza, primo volume dei Cazalet.

Come ho detto qualche riga più su, il suo stile è inconfondibile. Ne All’ombra di Julius si nota già quello che sarà imprenscindibile nella saga dei Cazalet: le ottime descrizioni degli ambienti, i personaggi ben caratterizzati, i dialoghi accattivanti, gli intrecci, i pensieri, la vita in campagna e la vita nella grande città, Londra.

I punti in comune sono veramente moltissimi. La casa in campagna nel Sussex dove ci si reca con la famiglia ogni week-end, la consapevolezza che per lavorare bisogna spostarsi a Londra e che lì probabilmente i propri partner hanno l’amante, la domestica/cuoca che cucina dei pranzi come se fosse sempre Natale e potrei continuare così per molto ancora. Se All’ombra di Julius non è all’altezza dei Cazalet mi è comunque sembrato di essere tornata a casa, come se in quel momento abitassi con Cressy, Esme, Emma, Felix e Dan e i miei vicini di casa fossero proprio i Cazalet. È stato emozionante e quasi magico rivivere queste emozioni.

Sono sincera però, ho fatto fatica ad ingranare per le prime 100 pagine del libro. C’erano dei momenti particolarmente interessanti e altri che mi annoiavano un po’. Sicuramente trovo che la Howard sia bravissima nella costruzione dei dialoghi e del non detto: più persone ci sono in una stanza più l’autrice sa destreggiarsi e creare situazioni interessanti dalle quali non ti vorresti mai staccare.

Aveva scoperto con amarezza che più dai per scontato qualcuno – considerandolo magari incompatibile o noioso – più senti la sua mancanza nel momento in cui ti lascia o muore.

L’ho trovata più carente nel momento in cui i personaggi erano da soli, alle prese con loro stessi e con i loro pensieri ma essendo un’opera acerba rispetto alla serie dei Cazalet, direi che ci sta e che l’importante è che la Howard sia cresciuta, più ha scritto e più è migliorata, bisogna darle atto e questo è l’importante.

I personaggi protagonisti di All’ombra di Julius sono complicati e su questo non sono rimasta affatto delusa. Quello che da subito ho apprezzato è stato Felix e sono contenta che fino alla fine abbia continuato ad essere quello che mi aspettavo: una persona buona, una persona intelligente, una persona matura. Non è perfetto, nessuno dei suoi personaggi lo è, mai, ed è giusto così, nessuno nella vita vera è perfetto perché dovrebbero esserlo i protagonisti di un libro?

Sono uomini e donne fatti di debolezze, di punti critici, di rotture, di instabilità ma anche di punti di forza, di caparbietà, di amore e intelligenza. Forse è per questo che amo così tanto la Howard: sa buttare su carta gli uomini e le donne del mondo reale, non cerca la perfezione nei suoi personaggi, non la vuole, e noi lettori possiamo identificarci con uno o con l’altro, possiamo amare l’uno e possiamo odiare l’altro, possiamo condividere alcuni pensieri di uno e condividerne altri di un altro.

«Se non ti rende felice, dovresti farla finita».

«Ma come si fa a rendersi felici? È questo che vorrei sapere. Non saperlo mi spinge a tentare di arrangiarmi con quello che ho. Una prospettiva davvero meschina».

All’ombra di Julius è indubbiamente un buon romanzo, semplicemente acerbo rispetto alla saga dei Cazalet. In ogni caso sono stata felicissima di leggerlo. Nonostante non mi sia piaciuto tanto quanto i Cazalet, sono comunque contenta di aver letto altro di suo, di aver notato le affinità e i miglioramenti che ci sono stati con la serie dei Cazalet.

In sostanza, se avete amato i Cazalet, vi consiglio di leggere anche All’ombra di Julius: potete riscoprire la Howard e il suo stile che doveva ancora migliorarsi, potete leggere una buona storia e potete sentirvi nuovamente a casa anche se con personaggi totalmente diversi.

all'ombra di juliusall'ombra di juliusall'ombra di julius

Link Amazon: https://amzn.to/2G7vSg7

Leggi anche altre Recensioni libri

Voi lo avete letto? Cosa ne pensate? Fatemi sapere!

A presto lettori,

erigibbi

©

[ATTENZIONE! Sono affiliata ad amazon, dunque cliccando sui miei link e acquistando qualunque cosa percepirò una commissione per un massimo del 10% che amazon mi pagherà in buoni spendibili sul suo stesso sito e che io utilizzerò per comprare libri ed alimentare il blog ed il canale YT.
Se vuoi sostenermi compra da amazon attraverso il link sovrastante oppure attraverso questo link generico: http://amzn.to/2oDpsz8]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.