Fiori sopra l’inferno – Ilaria Tuti: un thriller psicologico mozzafiato che tiene il lettore incollato alle pagine, solleva domande, trasmette ansia e paura

Fiori sopra l’inferno

fiori sopra l'infernoTITOLO: Fiori sopra l’inferno

AUTORE: Ilaria Tuti

EDITORE: Longanesi

PREZZO: € 16.90 cartaceo; € 5.99 e-book

 

RECENSIONE:

Teresa Battaglia è un commissario specializzata in profiling nel piccolo paesino di Travenì. Nel bosco di Travenì il corpo di un uomo viene ritrovato senza vita. La scena che il commissario ed il corpo di polizia si trovano davanti è un quadro mai dipinto, dove il cadavere e i suoi vestiti appaiono adagiati sulla neve, come a racchiudere un significato nascosto, profondo, come se dovessero comunicare qualcosa.

La vittima è il padre di Diego, ma non è il solo; vengono infatti presi sotto la lente del serial killer anche le persone più care ai suoi amici e chiunque non si comporti bene con i bambini: la madre di Lucia, il bidello della scuola che bullizzava Oliver e infine il neonato fratello di Mathias.

Non era un normale caso di omicidio. C’era psicosi, e qualcos’altro di più pericoloso. Non avrebbero trovato le risposte in un movente comune. La mente umana non partoriva un incubo del genere per gelosia, per vendetta o per denaro.

La narrazione si articola su due filoni storici: il passato che va dal 1976 al 1993 e il presente, dove il lettore assiste ed è catapultando nelle indagini del caso.

Lo stile risulta molto scorrevole e le sensazioni che ho provato leggendo Fiori sopra l’inferno sono state pura ansia, paura ed eccitazione. Non riuscivo a smettere di leggere e ogni volta che uscivo di casa mi giravo per guardarmi le spalle perché avevo seriamente paura di essere osservata o seguita nell’oscurità dietro di me.

Fiori sopra l’inferno oltre ad essere un grande thriller psicologico, nasconde al suo interno dei messaggi che arrivano forti e chiari al lettore attraverso le parole di Teresa e che lo fanno riflettere sulla sua sfera psiclogica, su quella dei criminali e su quella del resto del mondo.

Qualcuno prima o poi dovrà spiegarmi che cos’è un mostro. Li chiamiamo così, ma intanto restiamo a guardare, non riusciamo a cambiare canale perché sappiamo che sono come noi: umani. È questo che ci cattura, il riconoscere una parte di loro in noi.

La cosa che ho adorato è il fatto che io stessa mi sono resa partecipe dell’indagine, sollevandomi mille domande e quesiti, analizzando gli indizi dettagliatamente, facendo ipotesi e seguendo le mie idee, accompagnando Teresa e l’instancabile compagno nell’analisi del caso fino all’ultima pagina.

Devo dire che, forse per i miei studi, avevo già sospettato di qualcuno che non era sfuggito al mio occhio e che poteva nascondere qualcosa, vuoi per i suoi atteggiamenti troppo morbosi, vuoi per il suo stile di attaccamento alla comunità. Fino alla fine non sono stata convinta della mia idea e questo l’ho letteralmente adorato, mi sono scervellata per capire se avessi o meno ragione, se avessi o meno risolto il caso, restando con il fiato sospeso e con l’ansia, che era una parte costante della mia lettura e non mi abbandonava mai.

Io vi consiglio la lettura di Fiori sopra l’inferno solo per le sensazioni, le emozioni e gli stati d’animo che vi fa provare, dove in tutto ciò vengono racchiusi i contenuti, le indagini, l’analisi del modus operandi e uno stile narrativo che Ilaria Tuti ha creto alla perfezione.

Quindi non so che dirvi, se non, leggete questo libro! (Altrimenti il killer di Travenì verrà a prendervi nelle vostre case, attraverso i boschi e l’oscurità. Io vi ho avvertito! MUAHAHAHAHAHA)

Un assassino seriale può restare latente per anni. A un certo punto, però un fatto scatena la sua furia omicida, che non è mai un raptus. C’è sempre un percorso, ma il fatto che manchi un movente canonico e che invece ce ne sia uno psicopatologico rende difficile vederlo.

il sigillo di luciferoil sigillo di luciferoil sigillo di luciferoil sigillo di luciferoil sigillo di lucifero

Link Amzon: http://amzn.to/2Du2UVo

Leggi anche altre Recensioni libri

Voi lo avete letto? Cosa ne pensate? Fatemi sapere!

A presto lettori,

Micaela

 

[ATTENZIONE! Sono affiliata ad amazon, dunque cliccando sui miei link e acquistando qualunque cosa percepirò una commissione per un massimo del 10% che amazon mi pagherà in buoni spendibili sul suo stesso sito e che io utilizzerò per comprare libri ed alimentare il blog ed il canale YT.
Se vuoi sostenermi compra da amazon attraverso il link sovrastante oppure attraverso questo link generico: http://amzn.to/2oDpsz8]

erigibbi

©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.