The last girl – Joe Hart: un’epidemia che ha ridotto il numero di donne sulla terra a meno 1000 e una protagonista che cerca di raggiungere la libertà.

The last girl

the last girlTITOLO: The last girl

AUTORE: Joe Hart

EDITORE: La Corte Editore

PREZZO: € 16.90 cartaceo; € 9.99 e-book

 

RECENSIONE:

Una misteriosa epidemia ha ridotto il numero di donne sulla terra a meno di 1000. Le sopravvissute sono state isolate e tenute rinchiuse in un centro scientifico e, da oltre vent’anni, vengono trattate come cavie.

Zoey, che ha sempre vissuto da prigioniera è determinata a fuggire prima di essere sottoposta a dei successivi test dai quali nessuna è mai tornata. La fuga sembra essere un’impresa impossibile e, in più, anche se avrà successo, Zoey non sa cosa la potrà aspettare fuori da quelle mura, in quel nuovo e inospitale mondo di cui non sa assolutamente nulla, se non le bugie con le quali è stata cresciuta.

Zoey è una delle poche ragazze rimaste a popolare il mondo. Si trova rinchiusa in un centro di ricerca e di sicurezza chiamato NOA che ha come obiettivo far ripopolare il mondo dalle donne che sono ormai in via d’estinzione a causa, a quanto viene detto, di un virus che ha portato la popolazione alla morte.

In realtà le cose non stanno proprio così ma non posso scendere nei dettagli perché non voglio rovinarvi il gusto della scoperta nel caso decidiate di leggere questa storia.

The last girl è un libro di oltre 400 pagine che ho letteralmente divorato in tre sere.

Sono rimasta catturata da questa storia dalla prima pagina e non è un’esagerazione.

In questo libro c’è un costante senso di ansia e di agitazione perché la protagonista, Zoey, non è mai tranquilla. Nonostante le sue giornate siano monotone, grigie e tutte uguali, Zoey prova una costante agitazione per diversi motivi: sente che qualcosa non è chiaro in quel centro, che le cose non stanno come dicono e ha paura di quel che le potrebbe succedere il giorno del suo ventunesimo compleanno quando verrà condotta nel quinto piano della struttura per ricongiungersi con i suoi genitori (a quanto dicono quelli del centro) che non vede da anni e di cui non ricorda praticamente nulla.

Da qui la scelta di provare a scappare, di provare la sensazione di libertà, pura e semplice libertà che provano sempre gli uccelli quando spiccano il volo.

Zoey è una protagonista indubbiamente forte, con molta forza d’animo, anche se spesso si trova sconfortata dalla situazione riesce sempre a darsi un po’ di coraggio e ad andare avanti. Una tipa tosta, una che non molla, nonostante non sia la tipica eroina perfetta che ha forza sovrumana, intelligenza particolare o abilità eccezionali. Di per sé è una ragazza normale e questo è uno degli aspetti che sicuramente mi sono piaciuti di questo libro.

«Ci sono prigioni di tutti i generi, Zoey, assumono ogni forma immaginabile. Non sono fatte solo di cemento, acciaio e pietra. Sono ovunque. E quando sfuggi a una, ce n’è sempre un’altra in attesa. Ma devi ricordare che il primo passo verso la libertà non sempre inizia forzando una serratura». Solleva una mano e le tocca una tempia. «Comincia qui».

Oltre a questo, nelle scene d’azione avevo spesso paura che l’autore potesse rovinare il tutto facendo andar bene ogni caso, circondando la protagonista e i suoi aiutanti di una fortuna sfacciata e invece non è andata così, mai.

Questo mi ha fatto apprezzare ancora di più The last girl perché l’ha reso un libro più realistico di quanto possa sembrare.

Se Joe Hart si fosse soffermato di più sulle cause della devastazione (ho infatti trovato che sia andato troppo veloce nel dare spiegazioni) e se avesse parlato di cos’è successo al centro NOA alla fine del libro probabilmente gli avrei dato il massimo dei voti.

Anche il finale, sono sincera, non mi ha affatto delusa e anzi l’ho apprezzato particolarmente perché anche in questo caso l’autore ha fatto in modo che le cose non andassero in modo perfetto; sì, il lieto fine c’è, ma è dolce-amaro ed è una scelta che mi è piaciuta!

In conclusione se vi piace la distopia, l’azione e l’avventura ambientate in un mondo non troppo distante e diverso dai giorni nostri, The last girl di Joe Hart è sicuramente un libro che può fare al caso vostro!

the last girlthe last girlthe last girlthe last girl

Link Amazon: http://amzn.to/2FsRK4Y

Leggi anche altre Recensioni libri

Voi lo avete letto? Cosa ne pensate? Fatemi sapere!

A presto lettori,

erigibbi

©

[ATTENZIONE! Sono affiliata ad amazon, dunque cliccando sui miei link e acquistando qualunque cosa percepirò una commissione per un massimo del 10% che amazon mi pagherà in buoni spendibili sul suo stesso sito e che io utilizzerò per comprare libri ed alimentare il blog ed il canale YT.
Se vuoi sostenermi compra da amazon attraverso il link sovrastante oppure attraverso questo link generico: http://amzn.to/2oDpsz8]

Rispondi