La poesia dell’anima – Patrisha Mar: una storia d’amore romantica e realistica che insegna al lettore come chi ha la sindrome di Down convive con essa.

La poesia dell’anima

la poesia dell'animaTITOLO: La poesia dell’anima

AUTORE: Patrisha Mar

EDITORE: Newton Compton

PREZZO: € 9.90 cartaceo; € 0.99 e-book

 

RECENSIONE:

Giulio è un meccanico, ha la sua officina ad Ancona. Coltiva da sempre la passione per la poesia che però non ha mai condiviso con nessuno per paura di risultare ridicolo. Giulio si è ritrovato a fare non solo da fratello maggiore, ma anche da padre a Tommaso: ventidue anni con la sindrome di Down.

Giulio si è caricato di tutte le responsabilità del caso per poter far vivere la vita al meglio a suo fratello. A volte però si sente schiacciato da tutto questo e l’unica sua valvola di sfogo sono le donne, senza alcun impegno di altro genere se non una notte di passione perché non vuole dover sopportare altre responsabilità. Ed è proprio grazie alla sua ultima fiamma, Dafne, che conosce Anna, la sua futura impiegata. Una ragazza molto timida ed introversa che riuscirà in poco tempo a riordinare il suo confusionario ufficio e chissà che non riesca a riordinare anche la confusione che regna nell’animo di Giulio.

Vorrei innanzitutto portare l’attenzione sulla figura di Tommaso, il fratello affetto da sindrome di Down. Leggendo questo romanzo infatti ho avuto la sensazione che il vero protagonista fosse lui. L’ho amato da subito, con i suoi modi così ingenui e le sue domande apparentemente tanto semplici ma a cui rispondere era sempre così difficile. Tommaso con la sua presenza ha arricchito una storia di per sé semplice, l’ha arricchita di vita, di vita vera, di piccoli ostacoli, di piccoli traguardi, di gioia e delusione, di rabbia e di amore incondizionato.

Avere la sindrome di Down non significa essere stupidi, lo sai meglio di me, significa avere tempi diversi dagli altri, ma le necessità sono le stesse di tutti noi. Il desiderio di realizzarci, di essere indipendenti, liberi di poter essere ciò che vogliamo. E se per Tommaso la strada è in salita, questo non vuol dire che non voglia percorrerla.

Ho adorato come Patrisha Mar sia riuscita a far capire al lettore cosa vuole dire veramente avere la sindrome di Down. È riuscita ad emozionarmi e allo stesso tempo insegnarmi che la diversità è una condizione che creiamo noi cosiddetti “normali” in base a come vediamo o vogliamo vedere gli altri. Per questo mi sento di dire che il vero punto di forza di questa storia sia proprio Tommaso. E per capire ancora meglio le scelte dell’autrice vi consiglio di leggere i ringraziamenti a fine romanzo.

Tanti anni prima, infatti, aveva letto che in Oriente quel taglio di occhi era normale e aveva compreso che la normalità è solo un punto di vista […] la differenza è solo nell’occhio di chi guarda.

Ma ora vediamo di dire due parole anche sui due protagonisti. Entrambi con una vita non semplice, ma molto diversi fra loro: Giulio che non vuole legami, Anna che attende il vero amore. La dolcezza e la comprensione di Anna metteranno infatti a dura prova le convinzioni di Giulio. La storia d’amore che possiamo leggere è molto semplice ma piuttosto realistica: finalmente troviamo due persone normali che fanno lavori normali per guadagnarsi da vivere.

Oltre alla storia d’amore, compare anche il tema dell’amicizia, quella tra Dafne, l’ultima conquista del nostro meccanico, e Anna. Un’amicizia messa a dura prova dal terzo elemento, Giulio. Anche qui due ragazze diverse tra loro che si vogliono bene per come sono, con le proprie diversità e i propri difetti.

Unica nota negativa, se proprio la vogliamo trovare, secondo me sono quelle poche scene classiche da romanzo rosa un po’ troppo sdolcinate per i miei gusti. Ma questa è un’osservazione molto soggettiva, fatta da una che non è per niente romantica. Pertanto non posso che consigliarvi La poesia dell’anima di Patrisha Mar. Una lettura davvero bella, un romanzo ricco di emozioni e sentimenti che a me è piaciuto tantissimo.

Non sarebbe successo mai più, ma quella poesia sarebbe rimasta a dimostrare che una volta era accaduto e l’avrebbe tormentato per il resto della sua vita.

il mesmeristail mesmeristail mesmeristail mesmerista

Federica

RECENSIONE di Iris:

Patrisha Mar ha davvero scritto un buon romanzo, è riuscita a raccontare qualcosa di vero, qualcosa di non troppo scontato e qualcosa d’importante. Perché a mio avvisto questo racchiude La poesia dell’anima.

Giulio viene descritto come un bad boy, amante della musica rock e delle poesie, non è mai stato innamorato e non cerca l’amore, non vuole una storia seria, ma in realtà ha un carattere molto profondo: ha cresciuto e continua a crescere suo fratello di ventidue anni, Tommaso, affetto dalla sindrome di Down.

Quando ho letto per la prima volta di questa tematica, ho avuto paura che non venisse affrontata nel migliore dei modi o che venisse presa con leggerezza, come spesso molti fanno, ma non è stato il caso di questo libro. La tematica della difficoltà a relazionarsi perché si è diversi viene affrontata nel migliore dei modi, senza ricorrere ad atti di bullismo, ma anzi, cercando di far capire al lettore, attraverso le parole di Tommaso che questi bambini e ragazzi sono come tutti gli altri, e che, come tutti, hanno diritto ad una vita da soli e ad un lavoro.

Anna ci viene descritta come una ragazza timida, non ha mai avuto una relazione ed ha vissuto sempre all’ombra della sua amica Dafne. Ad Anna piace studiare, infatti frequentava la facoltà di medicina; con la lettura scopriremo che per motivi familiari è stata costretta ad abbandonare gli studi e trovare lavoro, ama la sua famiglia ed ama leggere infatti preferisce rifugiarsi in un buon romanzo per fuggire dal mondo esterno.

Non c’era niente di meglio che un bel romanzo per evadere dalla realtà e fingersi diversa, più forte, coraggiosa e sicura di sé.

Per un fortuito incontro del destino, il datore di lavoro di Anna sarà Giulio

MI è piaciuto molto come si è sviluppato il romanzo, la storia d’amore tra Anna e Giulio. Mi è piaciuto soprattutto che fosse una storia molto vicino al reale, una storia che chiunque di noi potrebbe avere o sognare. Mi sono sentita trasportata fin dentro la storia, fin dentro i problemi dei personaggi, quasi come se io fossi lì con loro a dare consiglio o semplicemente ascoltare i loro momenti di sfogo.

L’unica cosa che forse non mi è piaciuta appieno è stato l’epilogo, a mio avviso troppo sdolcinato.

Consiglio la lettura a chiunque di La poesia dell’anima anche chi non legge romanzi d’amore, il lettore può infatti scoprire un bel libro, leggero e ricolmo di un amore vero; è un romanzo che anche dopo averlo terminato non ti lascia andare ma ti fa riflettere rimanendo nella tua mente e riaffiorando in alcuni momenti.

il mesmeristail mesmeristail mesmeristail mesmerista

Link Amazon: http://amzn.to/2ELfHEl

Leggi anche altre Recensioni libri

Voi lo avete letto? Cosa ne pensate? Fatemi sapere!

A presto lettori,

Iris

 

[ATTENZIONE! Sono affiliata ad amazon, dunque cliccando sui miei link e acquistando qualunque cosa percepirò una commissione per un massimo del 10% che amazon mi pagherà in buoni spendibili sul suo stesso sito e che io utilizzerò per comprare libri ed alimentare il blog ed il canale YT.
Se vuoi sostenermi compra da amazon attraverso il link sovrastante oppure attraverso questo link generico: http://amzn.to/2oDpsz8]

erigibbi

©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.