Alaska – Brenda Novak: primo volume di una serie con protagonista la psichiatra Evelyn Talbot arricchito da citazioni di serial killer realmente esistiti.

Alaska

alaskaTITOLO: Alaska

AUTORE: Brenda Novak

EDITORE: Giunti

PREZZO: € 9.90 cartaceo; € 1.99 e-book

 

RECENSIONE:

La vicenda si svolge nel piccolo villaggio di Hilltop, remota località dell’Alaska dove l’inverno è gelido e le bufere di neve sono quasi all’ordine del giorno. Da quando, tre mesi prima, è stata aperta Hanover House, una clinica psichiatrica di massima sicurezza che ospita con finalità scientifiche i più feroci serial killer d’America, nessuno dorme più sonni tranquilli e a nulla servono le rassicurazioni di Evelyn Talbot, la psichiatra trentenne e determinata che dirige l’istituto insieme al collega Fitzpatrick.

I detenuti di Hanover House venivano selezionati con cura secondo i crimini commessi e i comportamenti manifesti. Era una delle caratteristiche che rendeva unico il centro, oltre al nome accogliente (“casa” al posto di “carcere”) e al fatto che fosse focalizzato sulla ricerca e sulla terapia e non sulla pura e semplice detenzione.

L’apparente tranquillità viene meno quando nella neve avviene un macabro ritrovamento: i resti di una donna, orrendamente martoriata. Per il giovane sergente Amarok è la conferma di ciò che ha sempre temuto: portare un branco di efferati assassini a pochi metri dalle loro case e dalle loro famiglie è stata una decisione estremamente pericolosa. Ma la sua fermezza si scontra con il fascino fragile e misterioso di Evelyn, il cui passato nasconde il più nero e atroce degli incubi.

Dopo essere diventata psichiatra, otto anni prima, si era dedicata a studiare i misteri dei più spietati assassini.

Alaska è in realtà il primo volume di una serie con protagonista la psichiatra Evelyn Talbot.

Ogni capitolo si apre con una citazione di un serial killer, stupratore, necrofilo e così via. Devo dire che oltre ad essere una cosa originale è anche la parte che più ho apprezzato di questo libro.

Noi serial killer siamo i vostri figli, siamo i vostri mariti, siamo ovunque. E ancora molti, fra i vostri bambini, moriranno domani.

Ted Bundy, serial killer, stupratore, rapitore e necrofilo

Sono sincera, Alaska non è stata una lettura spiacevole. Ho divorato questo libro in pochissimo tempo, non riuscivo a staccarmi anche se molte cose, per quanto mi riguarda, sono state prevedibili fin dall’inizio, a partire dall’assassino. Io non so se sia a causa degli studi psicologici che ho fatto, non so se sia perché nel corso degli anni ho letto moltissimi gialli e thriller, fatto sta che quasi sempre individuo fin da subito il colpevole e anche con Alaska è successo.

Brenda Novak cerca di sviare il lettore in tutti i modi possibili, servendo su un piatto d’argento prove a carico di un determinato personaggio e forse anche per questo si è tirata la zappa sui piedi. Quando in un thriller, fin dall’inizio, punti il dito su uno o due personaggi che potrebbero essere perfetti come assassini, beh, è chiaro che non lo sono. E infatti è andata come previsto. Non appena è stato presentato un certo personaggio mi sono detta “è chiaro che sia lui, è evidente, è il meno sospetto, quello che resta ai margini, quello a cui nessuno penserebbe“.

Quando in un libro di questo genere si riesce a capire subito chi ha fatto cosa, per quanto mi riguarda, il libro in questione perde la sua validità.

A parte questo aspetto, che ripeto, può essere una mia “deformazione professionale” è indubbio che Alaska catturi il lettore, anche per lo stile avvincente di Brenda Novak e infatti di per sé la storia non è male ma c’è un però.

Secondo me ci sono degli eventi non sense che sono diventati tali a causa della situazione in cui sono stati inseriti e a causa della ripetizione delle scene. Cerco di spiegarmi meglio.

La protagonista, a causa di un’esperienza precedente, ha problemi seri nel rapportarsi con l’altro sesso: sia per quanto riguarda il fidarsi sia per quanto riguarda la sfera sessuale. Qui sorge uno dei maggiori problemi di questo libro. Non è ammissibile e nemmeno veritiero che nella realtà, nel bel mezzo di un omicidio efferato, ci si ritrova a parlare di sesso con l’uomo che ci piace. Hai appena ritrovato un pezzo di braccio nel tuo letto e parli dei tuoi problemi sessuali con l’uomo di cui sei innamorata nonché unico poliziotto del quartiere? Seriamente, qui i problemi sono altri!

Un’altra cosa che alla lunga non mi è piaciuta è stato il comportamento insicuro di Evelyn, in costante ricerca di certezze da parte dell’uomo che fin da subito le dice di essere innamorato di lei. In questa storia quello che ha bisogno di certezze è lui, non lei. Certo, capisco che sia ancora traumatizzata dall’esperienza precedente ma una volta accertata dei suoi sentimenti è ora di finirla, altrimenti si rischia di cadere nel banale e nell’annoiare i lettori, com’è accaduto con me dopo la quinta volta che leggevo gli stessi dialoghi, le stesse paranoie e le stesse paure.

Credo che Alaska abbia una buona idea di fondo, ho letto thriller di gran lunga peggiori (come La ragazza del treno) e le citazioni iniziali sono una chicca che danno un tocco in più al libro; spero che, essendo una serie, nei prossimi libri i problemi di Evelyn restino più sullo sfondo, rendendo marginale l’aspetto romance e puntando invece sull’aspetto thriller. Pur con i suoi difetti resta una lettura interessante e anche piacevole che vi posso consigliare.

Non era poi così cupo e spaventoso. Io mi sono divertito… uccidere è un’esperienza spassosa.

 Albert DeSalvo, lo Strangolatore di Boston

alaskaalaskaalaska

Link Amazon: http://amzn.to/2oChghl

Leggi anche altre Recensioni libri

Voi lo avete letto? Cosa ne pensate? Fatemi sapere!

A presto lettori,

erigibbi

©

[ATTENZIONE! Sono affiliata ad amazon, dunque cliccando sui miei link e acquistando qualunque cosa percepirò una commissione per un massimo del 10% che amazon mi pagherà in buoni spendibili sul suo stesso sito e che io utilizzerò per comprare libri ed alimentare il blog ed il canale YT.
Se vuoi sostenermi compra da amazon attraverso il link sovrastante oppure attraverso questo link generico: http://amzn.to/2oDpsz8]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.