Un anno senza te – Luca Vanzella, Giopota: una Bologna magica e surreale accompagna per 12 mesi Antonio che sta soffrendo per una storia d’amore finita.

Un anno senza te

un anno senza teTITOLO: Un anno senza te

AUTORE: Luca Vanzella, Giopota

EDITORE: BAO Publishing

PREZZO: € 20.00 cartaceo; € 10.99 e-book

 

RECENSIONE:

Il protagonista di questa storia è Antonio, studente universitario all’ultimo anno di Storia Medievale all’Università di Bologna. Antonio è emotivamente distrutto perché dopo 6 mesi di relazione con Tancredi, quest’ultimo ha deciso di lasciarlo.

Un anno senza te si snoda in 12 capitoli, 12 mesi in cui Antonio dovrà affrontare il dolore della separazione dal ragazzo che amava, dovrà imparare a convivere con i propri difetti e dovrà imparare ad accettarsi e ad amarsi per com’è.

In questo viaggio però non sarà solo: avrà infatti al suo fianco tre coinquilini-amici che cercheranno di farlo uscire, che lo iscriveranno in discutibili siti d’incontro e che faranno di tutto per sollevargli il morale.

L’ambientazione è magica e surreale e non sto esagerando, è proprio così! Il santurario di San Luca diventa un faro; gli abitanti preferiscono spostarsi tramite dirigibili e mongolfiere invece che con il solito autobus; una nevicata comporta fiocchi di neve grossi come conigli paffuti e morbidosi; chi è ammalato, scompare per qualche ora.

Un trattamento che non spetta solo a Bologna ma anche ai personaggi stessi: si possono infatti assumere sembianze da gigante o sembianze infinitamente piccole e ci si può addirittura moltiplicare per interagire con le diverse parti se stesso.

Può sembrarvi strano, potrete pensare “oddio ma che roba è?!” ma non fatevi spaventare. Non chiudetevi in voi stessi come ha provato a fare Antonio. Questi elementi magici e surreali rendono questo fumetto poetico, dolce, commovente e vero. Vero, sì. Perché il dolore che prova Antonio è tangibile. Lo abbiamo provato tutti almeno una volta nella vita e se anche piovono conigli, voi sapete che è tutto vero, che voi avete provato le stesse emozioni e lo capite benissimo il comportamento di Antonio e vi ritroverete lì, a fare il tifo per lui, a dirgli che quella musica e quella maglietta le deve buttare, deve disfarsene e che deve farsi forza, che sembra impossibile ma tutto quel dolore passerà.

Un anno senza te è un graphic novel semplice ma d’effetto. L’ho trovato semplice sia per i dialoghi, il testo scritto da Luca Vanzella, ma anche per le tavole disegnate da Giopota. Uno stile che mi viene da definire minimal: i colori sono molto accesi e senza sfumature, monocromatici e i personaggi sembrano usciti da un cartoon (ma non per questo meno realistici, anzi). Semplicità non vuol dire banalità: è un fumetto che tocca i punti giusti, che riesce a far entrare in empatia il lettore con Antonio, traspaiono dolcezza e sentimenti veri.

Un anno senza te parla di crescita: Antonio, in questi 12 mesi, matura; impara ad amare in primis se stesso e impara a capire cosa vuole realmente, da se stesso e dagli altri; impara ad accettare i propri difetti e ad apprezzare i propri pregi, le proprie capacità; diventerà più forte, quel dolore che lo ha reso fragile per tanto tempo lo ha poi fortificato e reso una persona migliore.

È indubbiamente un graphic novel che consiglio; lo consiglio a chi sta soffrendo per una storia d’amore finita e a chi ha sofferto almeno una volta quindi sì, lo consiglio a tutti!

un anno senza teun anno senza teun anno senza teun anno senza te

Link Amazon: http://amzn.to/2sXvWg7

Leggi anche altre Recensioni libri

Voi lo avete letto? Cosa ne pensate? Fatemi sapere!

A presto lettori,

erigibbi

©

[ATTENZIONE! Sono affiliata ad amazon, dunque cliccando sui miei link e acquistando qualunque cosa percepirò una commissione per un massimo del 10% che amazon mi pagherà in buoni spendibili sul suo stesso sito e che io utilizzerò per comprare libri ed alimentare il blog ed il canale YT.
Se vuoi sostenermi compra da amazon attraverso il link sovrastante oppure attraverso questo link generico: http://amzn.to/2oDpsz8]

Rispondi