La dolcezza può far male – Daniela Volonté: un romanzo che può regalare la giusta grinta per riprendersi da un periodo no.

la dolcezza può far male

la dolcezza può far maleTITOLO: La dolcezza può far male

AUTORE: Daniela Volonté

EDITORE: Newton Compton Editori

PREZZO: € 5.90 cartaceo; € 2.99 e-book

 

RECENSIONE:

Cassandra vive nella provincia di Milano, condivide con la sua migliore amica, Elisa, sia l’appartamento sia il lavoro da web designer. Odia viaggiare da sola così, quando si ritrova a doversi spostare da Roma a Milano, pur di non affrontare il viaggio in solitudine, decide di affidarsi al car sharing e condividere l’auto con una compagna di viaggio.

Il giorno della partenza però avrà una sorpresa perché chi la sta aspettando all’appuntamento non è una compagna di viaggio bensì un compagno. Cassandra conosce così Gabriele Neri, uno scrittore di fama internazionale, che usa lo pseudonimo Jack Lang, al quale non piace mostrarsi in pubblico o partecipare a eventi organizzati.

Il viaggio non è piacevole per nessuno dei due, non si sopportano a vicenda e, arrivati a Milano, sono ben felici di salutarsi e dirsi addio. Ma, a causa di una distrazione di Gabriele, i due sono costretti a rivedersi, ed è qui che il destino farà il suo gioco…

Ci troviamo davanti a un romanzo che ci racconta una “storia di tutti i giorni”, che potrebbe tranquillamente essere reale.

Cassandra è una ragazza dolcissima, allegra e dalle mille risorse. Con la sua positività e forza d’animo porterà una ventata d’aria fresca nella vita di Gabriele, donandole quella serenità e quella positività che da tempo ha perso. Infatti Gabriele è un ragazzo che ha deciso di abbandonare tutto il suo mondo, lavoro, amici, sport e fidanzata quando ha scoperto di dover convivere per tutta la vita con una malattia.

È caduto nello sconforto al punto da non vivere più.

Ho apprezzato tantissimo che la malattia trattata non sia di quelle incurabili che spesso troviamo nei libri, ma si tratti di una patologia molto comune, che in tantissimi affrontano e con la quale convivono quotidianamente.

La dolcezza può far male è un altro romanzo di Daniela Volonté che ho amato e che ho divorato in una giornata. L’autrice è stata brava a coinvolgere il lettore nella storia, usano lo stile semplice e scorrevole che la contraddistingue. È riuscita a creare una storia senza mai perdere di vista e oscurare il punto fermo del romanzo ovvero la malattia e quello che comporta sia a te stesso che alle persone che ti circondano: la preoccupazione e l’apprensione, per esempio, che a lungo andare possono diventare pesanti, nonostante siano le più pure dimostrazioni d’affetto.

Amerete Cassandra e vorrete “prendere a schiaffi” Gabriele per cercare di risollevarlo e dimostrargli che la vita è bella e deve essere vissuta al cento per cento.

Ormai, per me, Daniela Volonté è diventata una garanzia. Se non avete mai letto un suo romanzo e amate questo genere, cosa state aspettando?

Non poteva esserci titolo più azzeccato per questo romanzo, La dolcezza può far male, consigliato a tutte le persone che amano questo genere e in particolare a chi sta affrontando un periodo grigio, un periodo no, un periodo da dimenticare, perché la storia di Gabriele e Cassandra regala la giusta grinta per riprendersi e andare avanti.

il ritratto di dorian grayil ritratto di dorian grayil ritratto di dorian grayil ritratto di dorian gray

Giorgia

RECENSIONE di Federica:

Con questo romanzo la Volonté è sicuramente riuscita a stupirmi. Conoscendo bene questa autrice avendo letto tutti i suoi libri, questo non è sicuramente il migliore ma ho apprezzato moltissimo la storia di Gabriele. Un uomo distrutto dalla malattia e da se stesso. Non riesce ad accettare la condizione in cui essa lo ha costretto. Nonostante la sua fama come scrittore di libri gialli non riesce ad uscire dallo sconforto e dalla depressione.

Cassandra, una donna forte e determinata, riesce con il suo carattere solare e positivo ad aiutare un uomo che non vuole farsi aiutare da nessuno, nemmeno dai propri familiari. Riesce ad insinuarsi nella vita buia di Gabriele cercando di fargli vedere quella piccola luce in fondo al tunnel, anche grazie alla pazienza, la comprensione e all’amore.

Una storia che nasce da un incontro casuale e che cresce piano piano insieme ai protagonisti, nonostante gli ostacoli e i problemi. Ho amato molto la scelta della Volonté di affrontare in un romanzo rosa un tema così serio e poco trattato nei libri, come questa particolare malattia. Una malattia molto diffusa ma così poco conosciuta. Una scelta non facile ma che è riuscita a strutturare davvero bene inserendo tutte le difficoltà sia mediche che psicologiche che comporta. È riuscita in questo modo a dare spessore alla storia, dando anche un messaggio di speranza: c’è sempre la possibilità di un nuovo inizio.

Devo essere sincera, alcune scene le ho trovate un po’ scontate, soprattutto perché mi hanno ricordato un romanzo che ho adorato alla follia, ossia Io prima di te di Jojo Moyes. Inevitabilmente nella mia mente partiva il paragone, purtroppo a discapito di La dolcezza può far male.

Rimane comunque, secondo me, un romanzo davvero molto carino ed anche un po’ diverso dai soliti, che si legge davvero senza fatica anche grazie alla scrittura scorrevole della Volonté.

il ritratto di dorian grayil ritratto di dorian grayil ritratto di dorian grayil ritratto di dorian gray

Link Amazon: http://amzn.to/2E1TUeq

Leggi anche altre Recensioni libri

Voi lo avete letto? Cosa ne pensate? Fatemi sapere!

A presto lettori,

Federica

 

[ATTENZIONE! Sono affiliata ad amazon, dunque cliccando sui miei link e acquistando qualunque cosa percepirò una commissione per un massimo del 10% che amazon mi pagherà in buoni spendibili sul suo stesso sito e che io utilizzerò per comprare libri ed alimentare il blog ed il canale YT.
Se vuoi sostenermi compra da amazon attraverso il link sovrastante oppure attraverso questo link generico: http://amzn.to/2oDpsz8]

erigibbi

©

Rispondi