Vikings 5 – I parte V stagione: a causa della morte di Ragnar la I parte della V stagione di Vikings rischia di essere una delusione per i fan.

Vikings 5

vikings 5La IV stagione di Vikings ha lasciato gli amanti di questa serie col cuore spezzato a causa della morte di Ragnar: il personaggio migliore di questa serie, interpretato da un bravissimo Travis Fimmel, per la sua caratterizzazione ottima. Ragnar era infatti un personaggio a tutto tondo: da semplice contadino a re dei vichinghi; bello ma anche stratega, intelligente e curioso.

Con la sua scomparsa la paura dei fan era palpabile nell’aria: come sarebbe stato Vikings senza di lui? Una catastrofe? Ci sarebbe stato un abbassamento atroce di qualità per i contenuti? A quanto pare sì. Per quanto mi riguarda questa quinta stagione è stata una delusione.

vikings 5Ivarr, personaggio interessante tanto quanto Ragnar, e che ho amato nella stagione passata, pur essendo ancora descritto con dovizia di particolari ed interpretato magnificamente da Alex Høgh perde il suo fascino. Resta uno stratega al pari di suo padre, forse anche migliore, ma si fa prendere dall’impetuosità, dall’impulsività, senza concludere niente di buono. Ad inizio stagione Ivarr vuole rimanere in Inghilterra per sferrare un colpo di grazia agli inglesi e conquistare York ma poi decide di ritornare in Scandinavia. Perché? Perché di punto in bianco si ricorda che vuole uccidere Lagertha?! Mah.

vikings 5Bjorn decide di andare ad esplorare il Mediterraneo, in questo è molto simile al padre Ragnar: la curiosità per i nuovi “mondi”, per nuove culture e nuovi popoli. Peccato che lo sviluppo di questa storyline sia deprimente e non sense. Bjorn arriva prima in Sicilia e poi in Africa dove si susseguono scene senza senso, un tentativo di omicidio che si risolve con un cambio di scena, battutine e doppi sensi a non finire, insomma, puntate sprecate senza un apparente motivo.

vikings 5Lagertha ormai non è la più la donna con gli attributi che aveva sposato e amato Ragnar. Va con un uomo, poi con un altro, devono essere esclusivamente nemici, altrimenti non c’è gusto, si fa infinocchiare così, senza un senso, senza pensarci, senza prevedere cosa potrebbe succedere, lasciando le cose al caso. La vera Lagertha non si sarebbe comportata così. Forse, e lo dico a malincuore, è ora che si ricongiunga a Ragnar?

vikings 5Floki in questa prima parte di quinta stagione è stato un’enorme delusione. La sua storyline è stata noiosa ai massimi livelli. Io, e forse molti altri amanti di questa serie tv, ho sempre amato Floki per la sua pazzia, le sue risatine e i suoi gesti strani. Ora è semplicemente un uomo fuori di testa, troppo devoto agli dèi, tanto da tradire Lagertha agendo alle sue spalle, tanto da non acorgersi che la terra in cui è approdato, l’odierna Islanda, non è un ambiente ricco e ospitale. Alla fine Floki si offrirà come sacrificio agli dèi: forse anche questa, arrivati a questo punto, è la scelta migliore che possa fare.

vikings 5Il vescovo Heahmund è stato un personaggio interessante solo alla fine della quarta stagione e nelle prime puntate di questa quinta stagione, dopodiché calma piatta, la noia. Un continuo tradimento, un continuo cambiar bandiera, mette da parte il suo coraggio, il suo essere paladino della religione cristiana per aver salva la vita. E vogliamo parlare della sua “relazione” con Lagertha? No, non ne vogliamo parlare. Stendiamo un velo pietoso anche su questo.

La quinta stagione di Vikings si è caratterizzata per la lotta interna tra i fratelli, figli di Ragnar, soprattutto a causa di Ivarr che ormai è costituito solo da vendetta, la capacità di ragionare è andata a farsi un giro e lui resta dominato solo dagli impulsi. Si sapeva che sarebbe andata così, ci sta, d’altronde i Vichinghi, nella storia, sono giunti alla fine anche per questo motivo: avrebbero potuto conquistare il mondo ma si sono uccisi tra loro a causa di lotte interne. Il problema è che tutto ciò non è stato sviluppato nel modo migliore.

vikings 5vikings 5Gli unici personaggi che hanno fatto un buon sviluppo e che sono stati dei personaggi interessanti sono Aethelwulf, che purtroppo è morto e pure nei peggiori dei modi per un combattente valoroso come lui, e Alfred, figlio di Athelstan. Se il nome non vi dice niente, sappiate che Alfred nei libri di storia è conosciuto come Alfred il Grande, un motivo ci sarà!

Si spera che la seconda metà di stagione sia molto meglio di questa prima parte altrimenti la delusione sarà doppia.

vikings 5vikings 5vikings 5

Leggi anche: Recensioni Film e Serie TV

A presto serie tv addicted,

erigibbi

©

[ATTENZIONE! Sono affiliata ad amazon, dunque cliccando sui miei link e acquistando qualunque cosa percepirò una commissione per un massimo del 10% che amazon mi pagherà in buoni spendibili sul suo stesso sito e che io utilizzerò per comprare libri ed alimentare il blog ed il canale YT.
Se vuoi sostenermi compra da amazon attraverso questo link generico: http://amzn.to/2oDpsz8]

2 Replies to “Vikings 5 – I parte V stagione RECENSIONE

  1. Hai pienamente ragione! Ormai con la morte don Ragnar i produttori hanno cercato di buttare troppa carne al fuoco creando delle storie senza senso: come la fidanzata di Lagertha 🤔
    Spero solo che nella seconda stagione avremo delle puntate più alla Vikings con il ritorno don Rollo 😍

    1. Sì spero anch’io che la seconda parte sia più alla Vikings e vedremo Rollo cosa combina (qualcosa mi dice che cercherà di metterla in un bel posticino a tutti quanti ahahahahahahaha).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.