Dodici Porte – Daisy Franchetto: una storia fantasy dai contorni dark ed onirici, una sorta di Alice nel Paese delle Meraviglie dei giorni nostri

Dodici Porte

dodici porteTITOLO: Dodici Porte. Io sono Lunar

AUTORE: Daisy Franchetto

EDITORE: Dark Zone

PREZZO: € 14.90 cartaceo; 0.99 e-book

 

RECENSIONE:

Dodici Porte è una fiaba dark che si snoda attraverso dodici passaggi che la protagonista Lunar deve superare, scoprendo luoghi e mondi inaspettati. Inizia cosí un percorso di guarigione spirituale dalle violenze subite nel mondo reale.

Lunar infatti è una giovane ragazza che in una terribile notte si trova a fuggire per strade sconosciute dopo essere stata vittima di uno stupro.

Adesso qualcuno aveva spezzato con brutalità la serenità della loro creatura, aveva vanificato il loro tentativo di farla crescere forte e fiduciosa nei confronti del mondo.

Lunar si ritrova a correre finché non raggiungerà una porta: la porta della Casa.

Inizia così, in modo quasi onirico, il percorso di guarigione di Lunar all’interno della Casa, alla scoperta di personaggi e luoghi fantastici, figli della sua psiche e non solo.

Dodici tappe di trasformazione. Dodici porte che si aprono una dentro l’altra.

Ogni porta è un’entrata in un altrove.

Dodici Porte è il primo volume della trilogia Io sono Lunar di Daisy Franchetto. Si tratta di una fiaba dai contorni fiabeschi e dark allo stesso tempo che si snoda attraverso dodici passaggi che Lunar deve superare per ritornare ad uno stato di benessere fisico ma soprattutto psicologico dopo la violenza subita.

Possiamo quindi intuire già da questi elementi che Dodici Porte è essenzialmente un romanzo di formazione nonostante gli aspetti fantastici che lo caratterizzano.

Daisy Franchetto in questo libro ha dato vita ad una serie molto variegata di personaggi e anche tutti molto ben caratterizzati. Il personaggio più importante, al di fuori di Lunar s’intende, è LaMamà, la vera e propria padrona di Casa:

Il suo volto maturo non aveva un’età definita. LaMamà era un’anima consapevole dell’eternità del tempo, aveva uno sguardo intenso e profondo. Lunar riconobbe gli occhi d’oro che ardevano come braci. La luce chiara del giorno che filtrava da una finestra la illuminava: rughe profonde le solcavano il viso, era robusta e alta. Emanava un intenso profumo di mela e indossava un abito rosso scuro e antico. Aveva capelli grigi e ammassati, sembrava che un animale le dormisse tra i capelli.

La cosa che spesso non mi è piaciuta di Dodici Porte è stata la risoluzione troppo veloce di alcune prove che Lunar ha affrontato. In linea di massima comunque l’autrice ha dimostrato con questo racconto di avere una buona immaginazione e di riuscire a buttarla bene su carta.

Lo trovo un fantasy adatto più ai ragazzi che agli adulti, anche per lo stile molto semplice e non ricercato che è  stato utilizzato.

Dodici Porte è di per sé una buona storia e nonostante sia il primo volume di una trilogia trovo che la conclusione di questo primo volume si adatti anche ad essere una fine autoconclusiva. Se volete leggere una storia fantasy dai contorni dark e onirici, una sorta di Alice nel Paese delle Meraviglie dei giorni nostri, Dodici Porte di Daisy Franchetto può fare al caso vostro!

dodici portedodici portedodici porte

Link Amazon: http://amzn.to/2za1r4l

Leggi anche altre Recensioni libri

Voi lo avete letto? Cosa ne pensate? Fatemi sapere!

A presto lettori,

erigibbi

©

[ATTENZIONE! Sono affiliata ad amazon, dunque cliccando sui miei link e acquistando qualunque cosa percepirò una commissione per un massimo del 10% che amazon mi pagherà in buoni spendibili sul suo stesso sito e che io utilizzerò per comprare libri ed alimentare il blog ed il canale YT.
Se vuoi sostenermi compra da amazon attraverso il link sovrastante oppure attraverso questo link generico: http://amzn.to/2oDpsz8]

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.