WRAP UP Letture del mese Ottobre 2017: ritorna l’appuntamento con la rubrica in cui vi farò un riassunto di tutte le letture fatte in questo mese.

WRAP UP Letture del mese Ottobre 2017

Cento giorni di felicità di Fausto Brizzi (Einaudi): è stata una lettura piacevole (per quanto tragica) ma mi aspettavo qualcosina in più. In ogni caso, nonostante la mia valutazione non sia tra le migliori, vi consiglio questo libro che può aiutarvi a concentrarvi sul presente, che va sempre vissuto al meglio delle nostre capacità. [rec. completa qui]

Smile di Raina Telgemeier (Il Castoro Libri): Si tratta di un fumetto molto carino e divertente che mi ha ricordato gli stessi problemi adolescenziali che avevo (o che ho ancora) io. Alla fine mi azzardo a dire che si tratta di un fumetto di formazione. Io decisamente consiglio questa lettura, a grandi e a piccini! [rec. completa qui]

Nessuno si salva da solo di Margaret Mazzantini (Mondadori): Sicuramente è stata una lettura dura da digerire, soprattutto per i personaggi che hanno toccato livelli umani molto bassi e non di certo invidiabili. Se ancora non avete letto nulla della Mazzantini di sicuro non vi consiglio di iniziare da questo ma da Venuto al mondo. Se invece avete già letto altre sue opere potete cimentarvi anche in questa, giusto per farvi un’idea e vedere se Nessuno si salva da solo vi piace più o meno degli altri suoi libri. [rec. completa qui]

Wolf. La ragazza che sfidò il destino di Ryan Graudin (De Agostini): È stato un libro molto bello, interessante ed originale; fa riflettere non solo sulla storia passata ma anche sul senso di identità. [rec. completa qui]

Il giorno della vendetta. Wolf2 di Ryan Graudin (De Agostini): Credo sia il primo fantasy ucronistico che leggo e sono felice di averlo fatto. Questa duologia mi è piaciuta veramente molto; mi ha fatto stare male, ho anche versato qualche lacrima in questo secondo volume, con il sarcasmo e la strafottenza di Luka ho anche sorriso, mi sono affezionata ancora di più ai personaggi principali (sì, anche a Felix) e un po’ mi dispiace che questa saga sia formata solo da due volumi. [rec. completa qui]

Wintergirls. Così leggere da bucare le nuvole di Laurie Halse Anderson (Giunti): Sicuramente se volete saperne qualcosa in più sull’anoressia è una lettura che può esservi utile e non preoccupatevi perché è molto semplice, non ci sono tecnicismi quindi da questo punto di vista ve lo consiglio a cuor leggero però se allo stesso tempo cercate un libro che vi faccia emozionare, beh, non ve lo consiglierei. [rec. completa qui]

Io prima di te di Jojo Moyes (Mondadori): Mi sono emozionata, mi sono commossa, ho pianto a dirotto, mi sono arrabbiata, sono scoppiata a ridere, ho cambiato il mio modo di vedere le cose. Se non avete letto Io prima di te, beh, fatelo e mi rivolgo soprattutto a voi, popolo maschile, che sicuramente sarete ancora più restii di me a leggere un romanzo “del genere” ma per una volta fidatevi e accettate il consiglio. [rec. completa qui]

Niente di Janne Teller (Feltrinelli): Io non posso fare altro che consigliervi questo libro. Certo, preparatevi, è veramente sconvolgente ma nella sua brutalità e crudeltà riuscirete ad apprezzarlo. [rec. completa qui]

Ragione e Sentimento di Jane Austen (BUR Rizzoli): Sarò forse una pecora nera nel concludere dicendo che questo libro mi ha un po’ deluso. Mi aspettavo grandi cose dalla Austen considerando quanto ho amato Orgoglio e Pregiudizio ma Ragione e Sentimento secondo il mio mero punto di vista è troppo piatto e apatico. [rec. completa qui]

Rughe di Paco Roca (Tunué): Consiglio Rughe a chiunque; non solo a chi ha un nonno o un genitore affetto dal morbo di Alzheimer ma anche a chi ha semplicemente a che fare con la vecchiaia e l’anzianità. Ora siamo giovani e spesso poco pazienti, ma un giorno ci saremo noi dall’altra parte del campo e saranno i nostri figli e i nostri nipoti ad essere poco pazienti. Leggete Rughe, potrete imparare molto. [rec. completa qui]

I Figli dell’Aurora Boreale di Laura Silvestri (Nativi Digitali Edizioni): se vi piace la fantascienza e volete passare mezzora leggendo una storia leggera ma che offre spunti di riflessione I Figli dell’Aurora Boreale di Laura Silvestri può fare al caso vostro.

 

Bene lettori siamo giunti al termine di questo wrap up.

Voi cosa avete letto? Vi sono piaciute le vostre letture? Fatemi sapere!

Vi lascio qui il link del wrap up di Settembre se vi può interessare: WRAP UP #8 Letture del mese Settembre 2017

A presto lettori,

erigibbi

©

[ATTENZIONE! Sono affiliata ad amazon, dunque cliccando sui miei link e acquistando qualunque cosa percepirò una commissione per un massimo del 10% che amazon mi pagherà in buoni spendibili sul suo stesso sito e che io utilizzerò per comprare libri ed alimentare il blog ed il canale YT.
Se vuoi sostenermi compra da amazon attraverso i link sovrastanti o attraverso questo link generico: http://amzn.to/2oDpsz8]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *