Recensione Stranger Things I stagione

Stranger Things è una serie di fantascienza visibile sulla piattaforma da noi tanto amata Netflix.

Ambientata negli anni ’80, è incentrata su strani e misteriosi eventi legati alla sparizione di un bambino, Will, e alla quasi contemporanea comparsa di una ragazzina, Eleven, dotata di poteri telecinetici e scappata da un laboratorio segreto.

I 5 bambini/ragazzi di questa serie tv sono stati dei bravissimi attori. Eleven interpretata da Millie Bobby Brown fin dalla prima scena appare come una ragazzina scappata da un campo di concentramento, questa perlomeno è stata la mia impressione: capelli rasati, sporca, con addosso solo una vestaglia, con un tatuaggio sul braccio che la identifica, il suo nome è un numero. Mike interpretato da Finn Wolfhard sembra essere il capetto del gruppo di amici composto da Dustin (Gaten Matarazzo), Lucas (Caleb McLaughlin) e Will (Noah Schapp); tutti e 4 dei gran nerd che passano i pomeriggi a giocare a Dungeos & Dragons, che amano i supereroi e che ovviamente vengono considerati dei sfigati dai bulletti della scuola e quindi percossi e presi in giro.

Siate onesti, chi non vorrebbe adottare Dustin?? (e siate doppiamente onesti, quando leggete il suo nome, pronunciate Dufftin, dite la verità, questo non fa di voi delle cattive persone!).

Inutile sottolineare la bravura di Winona Ryder, sappiamo tutti quanto è brava, ancora una volta ce lo ha confermato. Una prestazione paurosa, complimenti Winona. A guardare certi attori hollywoodiani mi chiedo, ma in Italia c’è qualcuno che può essere considerato un attore tanto quanto loro? Perfino dei ragazzini di 14-15 anni si sono dimostrati migliori di certi “professionisti” italiani. Vabbè divago.

Stranger Things è una serie tv che va vista anche se non si ama la fantascienza di questo tipo. Dico la verità, alieni ed esseri viventi strani non mi appassionano tantissimo eppure avrei potuto guardare tutta la stagione di Stranger Things in un giorno.

Al di là dell’aspetto recitativo tutto e sottolineo TUTTO è stato curato fin nei minimi particolari. La caratterizzazione dei personaggi, l’ambientazione, l’atmosfera anni ’80, la grafica e gli effetti speciali, le colonne sonore, i costumi: tutto perfetto.

Stranger Things è una serie tv che te la fa fare addosso, che ti scatena urletti nervosi, che non ti fa star tranquillo sul divano di casa, che ti mette paura, che ti angoscia, che ti fa ridere, che ti fa affezionare ai personaggi, che ti fa dire “voglio adottare Dufftin e voglio avere i poteri superfighi di El”; Stranger Things è una serie tv che merita di essere vista.

Voi l’avete vista? Che ne pensate? La guarderete? Fatemi sapere!

Vi lascio anche il link dove troverete tutte le recensioni di film e serie tv che ho visto quest’anno: Recensioni Film e Serie Tv

A presto cinefili,

erigibbi

©

[ATTENZIONE! Sono affiliata ad amazon, dunque cliccando sui miei link e acquistando qualunque cosa percepirò una commissione per un massimo del 10% che amazon mi pagherà in buoni spendibili sul suo stesso sito e che io utilizzerò per comprare libri ed alimentare il blog ed il canale YT.
Se vuoi sostenermi compra da amazon attraverso questo link generico: http://amzn.to/2oDpsz8]

2 Replies to “RECENSIONE Stranger Things I stagione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *