Lettori belli l’estate è indubbiamente arrivata, sgoccioliamo da tutti i pori possibili, gli studenti ora hanno un po’ più di tempo e quindi perché non consigliarvi 5 libri da leggere sotto l’ombrellone??

Il primo libro che vi consiglio è Dieci piccoli indiani di Agatha Christie:

Dieci persone estranee l’una all’altra sono state invitate a soggiornare in una splendida villa a Nigger Island, senza sapere il nome del generoso ospite. Eppure, chi per curiosità, chi per bisogno, chi per opportunità, hanno accettato l’invito. E ora sono lì, su quell’isola che sorge dal mare, simile a una gigantesca testa, che fa rabbrividire soltanto a vederla. Non hanno trovato il padrone di casa ad aspettarli. Ma hanno trovato una poesia incorniciata e appesa sopra il caminetto di ciascuna camera. E una voce inumana e penetrante che li accusa di essere tutti assassini. Per gli ospiti intrappolati è l’inizio di un interminabile incubo.

Perché ve lo consiglio?

In primis perché per me non è estate senza Agatha Christie; lei mi ha accompagnato nella calde giornata estive adolescenziali, ha nutrito la mia fame da lettrice con non so quanti libri e il primo suo libro che ho letto è stato proprio questo. In più per me non è estate senza un giallo e Christie è, a mio parere, la regina indiscussa di questo genere!

 

Il secondo libro che vi suggerisco è It di Stephen King:

In una ridente e sonnolenta cittadina americana, un gruppo di ragazzini, esplorando per gioco le fogne, risveglia da un sonno primordiale una creatura informe e mostruosa: It. E quando, molti anni dopo, It ricompare a chiedere il suo tributo di sangue, gli stessi ragazzini, ormai adulti, abbandonano la famiglia e il proprio lavoro per tornare a combatterlo. E l’incubo ricomincia. Un viaggio illuminante lungo l’oscuro corridoio che conduce dagli sconcertanti misteri dell’infanzia a quelli della maturità.

Perché ve lo consiglio?

Qui devo scopiazzare quello che ho appena scritto su Agatha Christie: per me non è estate senza Stephen King (quindi sì, i due autori vanno a braccetto); come Christie anche King ha accompagnato le mie estati da adolescente, non mi hai mai abbandonata e tanto meno delusa per cui non potevo non inserire questo capolavoro. It è un mattonazzo, supera le 1000 pagine e anche se dovessimo portarcelo in spiaggia, direi che all’interno delle immense borse mare troveremo sicuramente un posticino per questa tonnellata di libro. D’estate il mattone ci deve essere. Poi in questo periodo le giornata sono soleggiate e la luce persiste per molte ore, l’ideale per leggere un romanzo horror senza poi fare gli incubi: la luce è fondamentale. Tra l’altro se non erro a Settembre uscirà il film per cui se non lo avete ancora letto, questo è assolutamente il suo momento!

 

Terzo consiglio La verità sul caso Harry Quebert di Joel Dicker:

Estate 1975. Nola Kellergan, una ragazzina di 15 anni, scompare misteriosamente nella tranquilla cittadina di Aurora, New Hampshire. Le ricerche della polizia non danno alcun esito. Primavera 2008, New York. Marcus Goldman, giovane scrittore di successo, sta vivendo uno dei rischi del suo mestiere: è bloccato, non riesce a scrivere una sola riga del romanzo che da lì a poco dovrebbe consegnare al suo editore. Ma qualcosa di imprevisto accade nella sua vita: il suo amico e professore universitario Harry Quebert, uno degli scrittori più stimati d’America, viene accusato di avere ucciso la giovane Nola Kellergan. Il cadavere della ragazza viene infatti ritrovato nel giardino della villa dello scrittore, a Goose Cove, poco fuori Aurora, sulle rive dell’oceano. Convinto dell’innocenza di Harry Quebert, Marcus Goldman abbandona tutto e va nel New Hampshire per condurre la sua personale inchiesta. Marcus, dopo oltre trent’anni deve dare risposta a una domanda: chi ha ucciso Nola Kellergan? E, naturalmente, deve scrivere un romanzo di grande successo.

Perché ve lo consiglio?

Ancora una volta perché è un giallo ed è molto intrigante. Io lo lessi in estate e questo ha facilitato la connessione logica. Solitamente (a parte nei romanzi di Agatha Christie) riesco sempre a capire come vanno a finire le storie, qui mi ci è voluto un bel po’ e quando i miei sospetti sono stati confermati ero comunque a bocca aperta. Cosa c’è di meglio di farsi sgamare con la bocca spalancata in mezzo ad una spiaggia con tanti fustacchioni come amici di ombrellone?? (Io in realtà non ho mai visto fustacchioni come amici di ombrellone ma vabbè, dettagli).

 

Quarto consiglio Motu-Iti di Roberto Piumini:

Che cosa succede sull’isola di Pasqua? Terribili scritture e violente appaiono sulla pietra, spaventando il piccolo popolo pacifico. Chi è Makamake, il cattivo dio-uccello? E perchè gli uccelli, poi, diventano cattivi davvero? E chi grida e piange su Motu-Iti, scoglio solitario? E come nasce, poi, uno strano Carnevale? Motu-Iti è una storia di spazio, di bene e di male.

Perché ve lo consiglio?

Ametto che il motivo per cui ve lo consiglio è mooolto banale: l’isola! Questo libro è ambientato nell’isola di Pasqua e il mio cervello associa il sostantivo isola alla spiaggia -> sole -> estate. Ovviamente se non è specificato che siamo in inverno e che ci sono mille burrasche al secondo ma in linea di massima quando una storia è ambientata in un’isola per me quella storia si svolge nel periodo estivo! Portate pazienza!

 

Quinto ed ultimo (ma non ultimo) consiglio Mangia Prega Ama di Elizabeth Gilbert:

Liz è bella, bionda, solare; ha una grande casa a New York, un matrimonio perfetto, un lavoro invidiabile. Eppure, in una notte autunnale, si ritrova in lacrime sul pavimento del bagno, con l’unico desiderio di essere mille miglia lontana da lì. Quella notte, Liz capisce di non volere niente di tutto quello che ha, e fa qualcosa di cui non si sarebbe creduta capace: si mette a pregare. Come reagireste se Dio (o qualcosa che gli assomiglia) venisse a toccarvi il cuore e la mente, non per invitarvi alla pazienza e alla rassegnazione, ma per dirvi che avete ragione, quella vita non fa per voi? Probabilmente fareste come Liz: tornereste a letto, a pensarci su. A raccogliere le forze, perché il bello deve ancora venire. Un amarissimo divorzio, una tempestosa storia d’amore destinata a finir male e, in fondo, uno spiraglio di luce: un anno di viaggio alla scoperta di sé. In questo irresistibile diario-confessione, Elizabeth Gilbert ci racconta le tappe della sua personalissima ricerca della felicità: l’Italia, dove impara l’arte del piacere, ingrassa di 12 chili e trova amici di inestimabile valore; l’India, dove raggiunge la grazia meditando in compagnia di un idraulico neozelandese dal dubbio talento poetico; e l’Indonesia, dove uno sdentato sciamano di età indefinibile le insegna a guarire dalla tristezza e dalla solitudine, a sorridere e a innamorarsi di nuovo.

Perché ve lo consiglio?

Principalmente per il viaggio: Liz va in Italia, poi in India e infine in Indonesia e per me l’estate equivale a viaggiare o almeno, nei miei sogni è così visto che non mai viaggiato. Chi se lo può permettere non vede l’ora che arrivi l’estate per andare di qua o per andare di là e trovo che questo libro racchiuda proprio questo. Inoltre io lo lessi proprio al mare d’estate e poi lo trovo un libro leggero sia in termini di peso (non pesa di certo tanto quanto It!) sia in termini di contenuti: certo, è un libro di formazione e di crescita e ci sono momenti di riflessione ma è comunque una lettura fresca e briosa, perfetta per questo periodo.

Bene lettori, questi erano i miei 5 libri consigliati da leggere quest’estate ma badate bene, non serve essere per forza di cose al mare e di sicuro potete leggerli anche in inverno! Ho pensato però fosse un’idea carina consigliarvi 5 libri per questo periodo che ho a mia volta letto e che mi sono piaciuti!

Voi avete 5 libri da leggere sotto l’ombrellone da consigliarmi? Aspetto un vostro commento!

A presto lettori,

erigibbi

©

[ATTENZIONE! Sono affiliata ad amazon, dunque cliccando sui miei link e acquistando qualunque cosa percepirò una commissione per un massimo del 10% che amazon mi pagherà in buoni spendibili sul suo stesso sito e che io utilizzerò per comprare libri ed alimentare il blog ed il canale YT.
Se vuoi sostenermi compra da amazon attraverso il mio link: http://amzn.to/2oDpsz8]

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *