TITOLO: Birthdate

AUTORE: Lance Rubin

CASA EDITRICE: De Agostini

PREZZO: € 14.00 cartaceo; € 7.99 e-book

RECENSIONE:

Questo è il secondo volume della serie di Lance Rubin per cui se vi siete persi la recensione uscita ieri del primo capitolo la potete trovare nella home del sito!

Denton Little è ormai la prova vivente del fatto che è possibile scampare alla data della propria morte e il Governo preferisce ucciderlo piuttosto che ammettere un’anomalia del sistema. Ormai mancano pochi giorni alla data di morte di Paolo, il migliore amico di Denton, e proprio adesso Paolo si è reso conto di essere perdutamente innamorato di Millie, l’unica ragazza che proprio non ne vuole sapere di ricambiare i suoi sentimenti. Denton invece non fa altro che pensare a Veronica, sorella di Paolo, con cui si è baciato poco prima di darsi alla fuga. Denton cercherà di salvare i suoi amici, Paolo in particolare, e smascherare il Governo una volta per tutte.

In questo secondo volume è emerso un altro tema molto interessante: è giusto salvare delle vite umane spostando il giorno della loro morte? In questo modo non ci si sostituisce a Dio?

Nonostante il movimento contro il Governo sostenga che l’unico suo scopo è non sapere la data di morte, forse quelle persone, la madre di Denton in particolare, sono semplicemente contrari alla morte? Forse il vero scopo del movimento è procrastinare la data di morte sperando che sia il più tardi possibile? In fin dei conti ci sono sempre stati ragazzi che muoiono giovani, l’unica differenza è che adesso sanno quando accadrà.

Indubbiamente li trovo spunti di riflessione particolarmente stimolanti.

Sebbene Birthdate sia stilisticamente molto simile al primo volume, ho notato che Paolo nei primi capitoli era esageratamente spiritoso. Se in Deathdate lo avevo amato proprio per la sua ingenua simpatia che lo faceva sembrare reale, in Birthdate è stato proprio l’opposto e questo mi ha deluso. Fortunatamente questa simpatia esagerata non è durata per tutto il racconto.

Mi sarebbe poi piaciuto sapere come sono andate le cose dopo che Denton ha fatto sì che Paolo salvasse moltissime se non infinite vite umane: come hanno reagito quelli del Governo? Purtroppo non lo sappiamo. Dubito che ci sia un terzo volume quindi avrei apprezzato ci fosse almeno un altro capitolo per spiegare le reazioni del Governo e come sono cambiate le cose per le Nazioni (USA, UK e Germania) che avevano aderito a questo programma.

Rimane comunque una piacevole lettura, frizzante e divertente, ancora una volta motivo di riflessioni su temi interessanti.

Cosa dite di questo libro? Vi ispira? Fatemi sapere con un bel commento!

Link amazon: Birthdate di Lance Rubin

A presto lettori,

erigibbi

©

[ATTENZIONE! Sono affiliata ad amazon, dunque cliccando sui miei link e acquistando qualunque cosa percepirò una commissione per un massimo del 10% che amazon mi pagherà in buoni spendibili sul suo stesso sito e che io utilizzerò per comprare libri ed alimentare il blog ed il canale YT.
Se vuoi sostenermi compra da amazon attraverso il mio link: http://amzn.to/2oDpsz8]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *