Siamo nel 2029 e i mutanti rischiano l’estinzione perché da ormai 25 anni non nasce nessun nuovo bambino mutante. Logan è notevolmente invecchiato perché il suo fattore rigenerante si è indebolito a causa dell’adamantio che a quanto pare lo sta avvelenando. Logan assieme ad un altro mutante, Calibano, vivono in una fonderia abbandonata dove si prendono cura di Xavier, ormai novantenne. Se vi state chiedendo che fine hanno fatto i mutanti che dovrebbero essere ancora vivi, sappiate che non tocca a me dirvelo, sarà Charles a farci questa confessione. Logan verrà avvicinato da Gabriela, un’infermiera della Transigen, una potente compagnia che fa esperimenti sui bambini, che gli chiede di accompagnare lei e una bambina di 11 anni, Laura, nel North Dakota, in un posto chiamato Eden. Logan con riluttanza accetterà il lavoro ma scoprirà Gabriela assassinata nella stanza del motel dove lo stava aspettando.. Da qui prenderà il via la vicenda.

Questo film ci ha lentamente preparati alla fine di Wolverine e lo ha fatto egregiamente. Fin da subito siamo rattristati dall’immagine di Logan, esageratamente invecchiato e preso male: tossisce così tanto che a volte perde il fiato in stile Walter White, zoppica e come se questo non bastasse è costretto a mettersi gli occhiali per leggere i messaggi del telefonino e qui capiamo che è veramente arrivato alla fine se anche lui deve fare come nostro padre alla soglia dei cinquant’anni. (Ma almeno Logan il cellulare lo sa usare, c’è ancora una speranza).

Xavier è per noi amanti degli X-Men un’altra fonte di disperazione. Dire che sia invecchiato è essere gentili. Purtroppo, la vecchiaia gli ha portato un bel regalino: una malattia degenerativa che ogni tanto gli fa perdere il controllo delle proprie capacità mentali e quindi dei propri poteri psichici.

È veramente evidente che la fine per entrambi è vicina, anche se in cuore nostro speriamo non sia così, pur sapendo che sia per Hugh Jackman sia per Patrick Stewart questo sarà l’ultimo film nei panni, rispettivamente, di Wolverine e del Professor X.

La bambina, Laura, è uguale a Logan e no, non mi riferisco alle basette ma in primis alla sua permalosità e in secondis ai suoi poteri da mutante: ha due artigli di adamantio che gli fuoriescono dalle mani (e qui direte, però Wolverine ne ha tre, lui è più figo.. Sbagliato!) e un artiglio che gli fuoriesce dai piedi (vogliamo discuterne?!). Chissà perché tra i due c’è tutta questa somiglianza…

Questo è stato un signor film d’addio. Si tratta di un film serio, profondo, non tanto da “supereroe” superfigo superspaccatutto a cui ormai siamo abituati; è stato anche molto più splatter del solito e molto più da adulti rispetto agli altri X-Men e immagino che sia proprio per questo motivo che in America è stato vietato ai minori di 17 anni e in Italia ai minori di 14 anni!

Un film in cui emergono le straordinarie doti recitatorie di Jackman, Stewart e della piccola Dafne Keen tanto che avrei paura ad incontrarla per strada.

Ho trovato più che giusto la scelta di non fare una scena in cui ci fosse anche Stan Lee perché essendo questo un film serio se fosse andata diversamente sarebbe stato rovinato così come ho apprezzato che alla fine non ci sia stata la scena dopo i titoli di coda, un classico della Marvel; certo, inutile dire che l’ho attesa, inutile dire che non vedendola ho avuto l’amaro in bocca ma è stato più che giusto che sia andata così.

Pur avendo apprezzato tantissimo questo film c’è una scena in particolare che mi ha riscaldato il cuore, nonostante la tragicità della situazione: Laura sistema la croce sulla tomba di Logan.

Alla fine Logan non è un comune mortale, è Wolverine, è un X-Men e come tale va ricordato.

Voi avete visto questo film? Vi è piaciuto? Fatemi sapere!

A presto cinefili,

erigibbi

©

[ATTENZIONE! Sono affiliata ad amazon, dunque cliccando sui miei link e acquistando qualunque cosa percepirò una commissione per un massimo del 10% che amazon mi pagherà in buoni spendibili sul suo stesso sito e che io utilizzerò per comprare libri ed alimentare il blog ed il canale YT.
Se vuoi sostenermi compra da amazon attraverso il mio link: http://amzn.to/2oDpsz8]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *